Cannes 2022: Crimes of the Future di David Cronenberg e Nostalgia di Mario Martone in concorso

Crimes of the Future di David Cronenberg e Nostalgia di Mario Martone in concorso a Cannes 2022 insieme ai nuovi lavori di James Grey, Claire Denis, Park Chan-wook, i fratelli Dardenne e Valeria Bruni Tedeschi; Marco Bellocchio presenterà in anteprima gli episodi della serie su Aldo Moro, Esterno Notte.

NOTIZIA di 14/04/2022

Cannes 2022 scopre gli assi nella manica e annuncia il ricco programma della nuova edizione del festival, che si terrà dal 17 al 28 maggio. David Cronenberg in concorso col suo Crimes of the Future, a rappresentare l'Italia Mario Martone con Nostalgia.

Festival del Film di Roma 2008 - il regista canadese David Cronenberg
Festival del Film di Roma 2008 - il regista canadese David Cronenberg

Dopo gli sconvolgimenti degli ultimi due anni, il Festival di Cannes torna alla sua collocazione abituale, nella seconda metà di maggio, con un'edizione che celebra i 75 anni del festival con film d'autore e tante star. Il film d'apertura, fuori concorso, sarà Z (comme Z) di Michel Hazanavicius (Final Cut è il titolo internazionale), uno scatenato zombie interpretato da Romain Duris e Bérénice Bejo.

Il concorso, composto da diciotto film, vede la presenza del nuovo film di David Cronenberg, l'attesissimo Crimes of the Future, thriller sci-fi sarà ambientato in un futuro non troppo distante in cui l'umanità sta imparando ad adattarsi a un ambiente circostante "sintetico". Il cast vede la presenza di Viggo Mortensen, Kristen Stewart, Léa Seydoux e Scott Speedman.

Prima volta in competizione a Cannes per Mario Martone con il drammatico Nostalgia, tratto dal romanzo di Ermanno Rea e interpretato da Pierfrancesco Favino. Italiana anche l'attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi, in concorso con la commedia di produzione francese Les Amandiers, co-produzione francoitaliana.

Top Gun Maverick Tom Cruise
Top Gun: Maverick, Tom Cruise in azione in una scena mozzafiato

James Grey torna a competere per la Palma d'Oro con Armageddon Time, storia di formazione che esplora l'amicizia e la lealtà sullo sfondo storico delle elezioni presidenziali di Ronald Reagan, e trovano spazio nella selezione anche il nuovo lavoro dei fratelli Dardenne, Antonina Miliukova, e il drammatico The Stars at Noon di Claire Denis, che porterà sulla Croisette l'attrice Margaret Qualley.

Tra i titoli più attesi si segnala il ritorno del giapponese Hirokazu Koreeda con il suo nuovo lavoro, Broker, incentrato sulle scatole usate in Corea per abbandonare i neonati non desiderati, e sempre dall'oriente ritroveremo il coreano Park Chan-wook con il film Decision to Leave, detective story ambientata sulle impervie montagne coreane.

Prima di approdare a Locarno per ritirare il Pardo d'Oro alla Carriera, Kelly Reichardt si misurerà nella competizione di Cannes con il vibrante Showing Up, quarta collaborazione con l'attrice Michelle Williams. Jerzy Skolimowski arriva in concorso con Hi-Han, storia di un asino, mentre il regista Kirill Serebrennikov, che ha lasciato la Russia in aperta polemica col governo, competerà con il suo nuovo lavoro, Tchaikovsky's wife, che racconta la tumultuosa relazione tra il compositore russo e la moglie Antonina Miliukova.

Elvis 3
Elvis: Austin Butler in una foto

A fianco dei preannunciati Top Gun: Maverick, che vedrà l'arrivo della star Tom Cruise sulla Croisette, e del biopic di Baz Lurhrmann Elvis, dedicato a Elvis Presley, il Fuori Concorso sarà animato dal nuovo lavoro di George Miller, l'epico Three Thousand Years of Longing, e dal francese Novembre di Cédric Jimenez, dedicato agli attacchi terroristici di Parigi del 2015 e interpretato dalle star d'oltralpe Jean Dujardin, Anaïs Demoustier, Sandrine Kiberlain e Jérémie Renier.

Cannes 2022, David Lynch smentisce le anticipazioni: "Non ho un nuovo film in uscita"

Marco Bellocchio tornerà a Cannes per presentare la sua serie su Aldo Moro, Esterno notte in Cannes Premiere, che ospiterà anche l'anteprima dei primi episodi della serie di Olivier Assayas Irma Vep.

Ethan Coen sarà al centro di una proiezione speciale con il documentario Jerry lee Lewis: Trouble in mind, documentario sulla vita del musicista Jerry Lee Lewis che è anche il suo primo lavoro realizzato senza il fratello Joel Coen. Il festival vedrà, inoltre, il ritorno del regista ucraino Sergei Loznitsa con The Natural History of Destruction.

Nella sezione Un Certain Regard si segnala la presenza del debutto alla regia dell'attrice Riley Keough, nipote di Elvis Presley tra l'altro, Beast, diretto a quattro mani con Gina Gammell.