Black Widow: il film Marvel sarà classificato PG-13 per la "violenza intensa"

Secondo quanto riferito, Black Widow ha ricevuto una valutazione PG-13 per la violenza intensa presente nel film.

NOTIZIA di 09/04/2021

Il film con Scarlett Johansson, Black Widow, ha ottenuto la classificazione PG-13, divieto ai minori di tredici anni, a causa di alcune scene di violenza intensa presenti e di un linguaggio forte utilizzato in sceneggiatura.

Quando arriverà nei cinema, Black Widow sarà il primo film dell'MCU in arrivo dopo dopo due anni a causa della chiusura dei cinema dovuta all'emergenza sanitaria e a quanto pare sarà vietato ai minori di 13 anni, come comunica Exhibitor Relations Co. su Twitter, a causa di violenza intensa in alcuni frame: "Intense sequenze di violenza/azione, linguaggio [forte] e materiale tematico."

Molti saranno, infatti, i combattimenti contenuti in Black Widow. Il film, ambientato temporalmente tra gli eventi di Captain America: Civil War e quelli di Avengers: Infinity War, esplorerà alcuni retroscena della vita di Natasha Romanoff/Vedova Nera prima della sua morte in Avengers: Endgame.

Black Widow sarà distribuito il 9 luglio, in contemporanea nelle sale e su Disney+ con Accesso Vip a pagamento. Il film ha come protagonista Scarlett Johansson, che torna a interpretare Natasha Romanoff/Black Widow, affiancata dall'attrice Florence Pugh nei panni di Yelena, David Harbour in quelli di Alexei/The Red Guardian e Rachel Weisz che interpreta Melina.