Facebook

Black Panther, Letitia Wright terrorizzata all'idea di perdere qualcuno dopo la scomparsa di Chadwick Boseman

Nell'affrontare la scomparsa prematura di Chadwick Boseman, la star di Black Panther Letitia Wright ha raccontato di aver sviluppato un attaccamento alla vita del tutto diverso da quello che aveva in precedenza.

Black Panther, Letitia Wright terrorizzata all'idea di perdere qualcuno dopo la scomparsa di Chadwick Boseman

Uno degli elementi principali all'interno della narrazione di Black Panther: Wakanda Forever è il suo continuo riflettere sulla morte di T'challa e sulla sua eredità futura. Parlando dell'impatto del personaggio e della scomparsa di Chadwick Boseman, Letitia Wright ha raccontato le difficoltà di elaborare il lutto dell'amico e co-star, e il dolore generato da questo addio.

Black Panther Wakanda Forever 18
Black Panther: Wakanda Forever, Danai Gurira, Letitia Wright in una scena

L'attrice di Black Panther: Wakanda Forever ha recentemente conversato con il sito The Guardian, toccando argomenti come la sua carriera e la sua vita personale. Quando è giunto il momento di parlare del suo ultimo ruolo, è finita inevitabilmente a raccontare anche di Boseman e della sua morte, riportando che "Ero devastata, come puoi immaginare. Ho dovuto elaborarlo attraverso la terapia. Non ho avuto una pausa di due anni per elaborarlo, dato che sono tornata subito sul set di Black Panther: Wakanda Forever. Abbiamo dovuto iniziare a girare sei mesi dopo la morte di Chad. Solamente più tardi ho cominciato a capire la profondità del dolore che provavo".

Nel parlare del suo ingresso fra le fila della Marvel Letitia confessa di "non essere mai stata un'avida lettrice di fumetti, pur adorando quello che la Marvel sta facendo con Black Panther": "Sono sorpresa dalla quantità di persone che conoscono il mio nome! Non lo paragono mai a quello che faccio in termini di film indipendenti o d'essai. Li vedo uguali, davvero, sto cercando semplicemente di realizzare un personaggio che abbia un significato. E per me, Shuri significa tantissimo. Ha ispirato così tanti ragazzini in tutto il mondo, in particolare le giovani donne nere a divertirsi ed essere orgogliose di se stesse nella categoria dell'istruzione Stem [scienza, tecnologia, istruzione e matematica]. È un personaggio che così tante ragazze vorrebbero essere".

Durante i suoi primi provini per i film, pare sia stato proprio Boseman a sceglierla per il ruolo di Shuri, come racconta l'attrice, che ha stretto con lui un legame immediato. Il rapporto fratello e sorella sul set, a detta di Wright, si era proiettato anche al di fuori, rendendo ancor più dura la sua prematura scomparsa. L'attore di Black Panther è morto all'età di 43 anni nel 2020, per un cancro al colon. Tornando sull'argomento, Letitia rivela che la situazione è stata del tutto inaspettata anche per lei, trovandosi ad affrontare qualcosa di enorme senza la minima preparazione emotiva.

Letitia Wright svela il modo traumatico con cui ha saputo della morte di Chadwick Boseman

"Fino a che non ti succede una cosa del genere, non potrai mai sapere come t'influenzerà. Pensi di avere tempo, e questo è quello che ho imparato. Queste cose ti fanno capire che è importante star vicino alle persone che ami", ha detto l'attrice di Black Panther: Wakanda Forever.
"La quantità di volte in cui mando messaggi ai membri del cast per dire loro che li amo, specialmente Danai [Gurira] adesso è diversa. Mando sempre messaggi a Ryan [Coogler, il regista dei film di Black Panther] dicendogli che gli voglio bene e chiedendogli come sta. Non ho intenzione di ritardare ulteriormente perché il domani non è promesso. Da quando Chad è morto, ho tanta paura di perdere le persone vicine".