Il giustiziere della notte

2017, Azione

3.0
Il giustiziere della notte (2017)
Genere
Azione, Poliziesco, Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Un padre si trasforma in una macchina da guerra dopo che la sua famiglia viene distrutta da un atto di violenza.



#IlGiustiziereDellaNotte non un film di denuncia, ma nemmeno intrattiene abbastanza. Ma racconta l’America di oggi
Perché ci piace
  • La storia è aggiornata ai tempi dei social media, e questo serve a mostrare come
  • oggi qualunque gesto abbia un’eco impensabile fino a qualche anno fa, e come questo renda tutto più pericoloso.
  • Quello che impressiona è vedere un’America in cui, ventiquattr’ore su ventiquattro, si parla di armi, si mostrano armi, si respirano armi. E in cui comprare armi è facilissimo, in negozi dove si viene accolti da belle ragazze in un clima di festa.
Cosa non va
  • Molte cose non convincono. Dal dolore che dovrebbe provare il protagonista, e a noi spettatori non arriva mai, alla facilità e alla disinvoltura con cui un normale cittadino riesce a procurarsi e a imbracciare le armi.
  • Bruce Willis in teoria ha il physique du role per questa parte. Ma il suo personaggio non ha né quell’ironia di altri suoi ruoli, come il John McClane di Die Hard, o il Butch di Pulp Fiction, né quella sospensione irreale del David Dunne di Unbreakable, che lo facevano rendere al meglio. E così risulta piatto e monocorde.
  • Roth non dimostra di prendere le distanze dalla situazione, da frasi come “la polizia arriva quando il delitto è già avvenuto”, e dal fatto di farsi giustizia da soli.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti