Oscar 2020: le preferenze di Movieplayer.it, vince Parasite

Ecco le preferenze per gli Oscar 2020 della redazione di Movieplayer.it: Parasite e 1917 fanno incetta di premi, ma ecco chi altri tra i candidati abbiamo voluto premiare.

APPROFONDIMENTO di 08/02/2020
Joker Joqauin Phoenix Fuga
Joker: Joaquin Phoenix in fuga per le scale

L'attesa per gli Oscar 2020 sta finalmente per giungere al termine: nella notte italiana tra domenica e lunedì al Dolby Theatre di Los Angeles saranno decretati i vincitori della 92a edizione degli Academy Awards. Appuntamento fisso, che siamo sicuri molti di voi attendono più della stessa premiazione, è quello con le preferenze della redazione di Movieplayer.it: ecco chi secondo noi quest'anno dovrebbe aggiudicarsi la tanto agognata statuetta, attenzione però, le nostre non saranno in alcun modo previsioni, ma ci siamo limitati a votare chi, tra tutti i candidati, abbiamo amato di più.

Parasite 2
Parasite: Woo-sik Choi con So-dam Park durante una scena

Prima di tuffarci nelle nostre preferenze rivediamo insieme chi sono i nominati di quest'anno, chi si è aggiudicato più categorie e chi ha la speranza di portarsi a casa il maggior numero di statuette. Il primato delle nomination agli Oscar 2020 se lo aggiudica Joker di Todd Phillips, cinecomic d'autore che reinventa uno dei villain più amati di sempre, che si è accaparrato ben undici candidature. Con dieci nomination troviamo poi 1917, colossal bellico di Sam Mendes, e C'era una volta a...Hollywood di Quentin Tarantino, che hanno trionfato ai Golden Globe, ed infine The Irishman, capolavoro del genere gangster movie diretto da Martin Scorsese. Subito sotto ci sono, con sei nomination, Jojo Rabbit di Taika Waititi, dolcissimo e surreale, il dramma in costume Piccole Donne, il meraviglioso Storia di un matrimonio di Noah Baumbach, Le Mans '66 - La grande sfida di James Mangold e, infine, la grande incognita di questa edizione: Parasite, di Bong Joon-ho. Black comedy estremamente particolare, questa pellicola sudcoreana è sì la favorita nella categoria di miglior film internazionale, ma è in lizza anche per sceneggiatura, regia e miglior film, un risultato incredibile per un film di questo genere (e soprattutto di questa provenienza geografica).

Oscar 2020 nel segno di Joker e 1917. E Christopher Nolan muto

L'onnipresenza di Parasite

Parasite
Parasite: Sun-kyun Lee, Yeo-Jeong Cho in una scena

Chi ci segue sa bene che, fin dalla straordinaria Palma D'oro conquistata al Festival di Cannes, la nostra redazione è stata letteralmente conquistata dal film di Bong Joon-ho e queste preferenze non fanno altro che riconfermarlo. Parasite si afferma, con una votazione all'unanimità, nella categoria di miglior film straniero, ma si aggiudica anche il nostro Oscar al miglior film, alla miglior sceneggiatura, al miglior montaggio e, infine, alla miglior sceneggiatura non originale (ma a parimerito con Storia di un matrimonio). Incetta di premi insomma per il secondo titolo di produzione asiatica ad essere mai stato incluso nella categoria principale, ben diciannove anni dopo La tigre e il dragone di Ang Lee. 1917 è un altro dei nostri favoriti, al secondo posto dopo la pellicola sudcoreana nella corsa al premio più importante, si aggiudica, tra gli altri, miglior regia e miglior fotografia.

Oscar 2020: le previsioni sui vincitori

Una sudata vittoria per Joaquin Phoenix

Jojo Rabbit Taika Waititi Roman Griffin Davis
Jojo Rabbit: Roman Griffin Davis e Scarlett Johnasson in una scena

Per quanto riguarda gli interpreti, il premio Oscar al miglior attore protagonista viene assegnato, per un solo voto di differenza con Adam Driver, a Joaquin Phoenix. Nelle categorie restanti, invece, le vittorie sono state schiaccianti: Scarlett Johansson come miglior attrice protagonista per la sua strepitosa interpretazione in Storia di un matrimonio, Brad Pitt come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in C'era una volta a Hollywood e, come miglior attrice non protagonista, Laura Dern, che ha conquistato il pubblico con il suo divertentissimo ed indimenticabile monologo in Storia di un matrimonio. Delusione invece per le due attrici di Piccole Donne, Saoirse Ronann e Florence Pugh, ma ci consoliamo perché il film di Greta Gerwig riesce a conquistare il premio alla miglior sceneggiatura non originale.

1917 sbaraglia la concorrenza sulle categorie tecniche

1917 Film
Una scena del film 1917

Passiamo ora alle categorie tecniche: per quanto riguarda il premio come miglior scenografia, come vi avevamo anticipato, Parasite sconfigge - per un solo voto! - C'era una volta a... Hollywood di Tarantino. Miglior effetti speciali, sonoro e montaggio sonoro vanno invece tutti a 1917, film apprezzatissimo dalla critica soprattuto dal punto di vista tecnico: Sam Mendes ha infatti scelto di girare l'intero film in tempo reale dando vita a quello che sembra essere un unico piano sequenza.

Little Women 1
Little Women: le giovani protagoniste del film

Nella categoria per i migliori costumi la vittoria è di Piccole donne, miglior trucco e acconciatura, invece, al Joker di Todd Phillips, che si aggiudica anche il premio come miglior colonna sonora. Per quanto riguarda la miglior canzone l'Oscar va al mitico Elton John con (I'm Gonna) Love Me Again, composta insieme al suo storico paroliere Bernie Taupin per il musical biografico Rocketman. E il miglior film d'animazione? Una vittoria schiacciante per il tenerissimo Klaus - I segreti del Natale, pellicola Netflix che ci ha conquistati.

Miglior film

  1. Parasite
  2. 1917
  3. Storia di un matrimonio
  4. C'era una volta aÖ Hollywood
  5. Joker
  6. The Irishman
  7. Piccole donne
  8. Jojo Rabbit
  9. Le Mans '66 - La grande sfida

Migliore regia: Sam Mendes per 1917

Miglior attore protagonista: Joaquin Phoenix per Joker

Migliore attrice protagonista: Scarlett Johansson per Storia di un matrimonio

Miglior attore non protagonista: Brad Pitt per C'era una volta a... Hollywood

Miglior attrice non protagonista: Laura Dern per Storia di un Matrimonio

Miglior sceneggiatura originale: Storia di un matrimonio e Parasite

Miglior sceneggiatura non originale: Piccole donne

Miglior film straniero: Parasite

Miglior film d'animazione: Klaus - I segreti del Natale

Migliore fotografia: Roger Deakins per 1917

Migliore scenografia: Parasite

Miglior montaggio: Parasite

Migliore colonna sonora: Joker

Migliore canzone: "(I'm Gonna) Love Me Again" da Rocketman

Migliori effetti speciali:1917

Miglior sonoro: 1917

Miglior montaggio sonoro: 1917

Migliori costumi: Piccole donne

Miglior trucco e acconciatura: Joker