La Llorona, Attenti a quelle due, Bentornato presidente, Border, Cafarnao, Glory e i voti del mese DVD-Blu-ray

Nella nostra rubrica mensile Blu-ray-DVD le recensioni di: La Llorona - Le lacrime del male, Attenti a quelle due, Bentornato Presidente, Border: Creature di confine, Cafarnao - Caos e miracoli, Glory - Non c'è tempo per gli onesti, Escape from Marwin, La conseguenza, Escape Room - The Game, Tutte le mie notti.

APPROFONDIMENTO di 13/09/2019
La Llorona Le Lacrime Del Male 15
La Llorona - le lacrime del male: una scena con Jaynee-Lynne Kinchen

Dopo una breve pausa, a fine agosto sono riprese a gran ritmo le uscite homevideo. La nostra rubrica mensile di recensioni Blu-ray e DVD parte dall'horror La Llorona - Le lacrime del male, su un'oscura maledizione che ritorna. Cambio totale di registro e divertimento assicurato con lo scatenato e divertente Attenti a quelle due, e poi con la commedia italiana di Bentornato presidente.

Si prosegue con due film premiati a Cannes, il bizzarro Border - Creature di confine e poi il forte e struggente Cafarnao - Caos e miracoli. Da non perdere il bulgaro Glory - Non c'è tempo per gli onesti, poi si torna all'horror con Escape from Marwin ed Escape Room - The Game. Quindi una visione particolare del dopoguerra con il romantico La conseguenza e infine il thriller psicologico Tutte le mie notti.

La Llorona - Le lacrime del male: la recensione del blu-ray

Llorona

IL FILM. Diretto da Michael Chaves, La Llorona - Le lacrime del male è un horror che si basa sulla figura mitologica de "la donna che piange", molto nota nel Centro America, che tradita dal marito, per vendetta uccide i suoi figli e si suicida. Il suo spirito si aggira alla ricerca di altri bambini con cui tornare madre. E nel 1973 perseguita prima una donna che non vuole perdere i suoi bambini, e poi l'assistente sociale che la seguiva. 


IL BLU-RAY. La Llorona - Le lacrime del male è arrivato in homevideo anche in alta definizione con un ottimo blu-ray targato Warner Bros Entertainment Italia. Il video è eccellente nel superare tutte le difficoltà delle tante scene scure e al buio: il quadro infatti rimane sempre solido e compatto con un nero profondo, conservando un ottimo dettaglio su tutti i piani. Qualche lieve flessione solo nella scena della piscina. Il croma dopo la brillantezza iniziale diventa desaturato come da fotografia originale. L'audio vede un divario piuttosto netto tra la traccia italiana in Dolby digital 5.1 e quella originale in Dolby Atmos. La nostra è di buon livello e anche coinvolgente, ma paga una dinamica limitata e dei bassi non travolgenti. L'Atmos inglese è invece devastante per potenza, energia e microdettaglio. 


DA NON PERDERE. Molto buono il pacchetto degli extra. Si parte con The Myth of La Llorona (2' e mezzo) sul folklore attorno al personaggio, poi Behind the curse (10') sulla regia, il cast, la storia e la connessione con l'universo Conjuring. Si prosegue con The Making of a Movie Monster (6') sulla creazione del personaggio, poi ben 11 minuti di scene eliminate e infine gli Storyboard (18') e il loro confronto con le scene finali. 


I VOTI. Video 8,5 - Audio italiano: 7 - Audio inglese: 9 - Extra: 7,5

Llorona Scena
Una scena di La Llorona - Le lacrime del male

Attenti a quelle due: la recensione del blu-ray

Attenti

IL FILM. Due abili truffatrici molto diverse tra loro, incrociano le loro vite e decidono di lavorare assieme. In Attenti a quelle due, remake al femminile del film Due figli di... con Michael Caine e Steve Martin, Anne Hathaway e Rebel Wilson interpretano due donne pronte a ingannare maschi ricchi e allocchi. Una è bella, sofisticata ed elegante, l'altra sgraziata, volgare e goffa: due donne molto diverse unite dalla capacità di truffare uomini ingenui e creduloni.

IL BLU-RAY. Attenti a quelle due è disponibile in un blu-ray targato Eagle Pictures di formidabile valore tecnico e discreto negli extra. Il video è davvero straordinario (ci torniamo in seguito), ma anche l'audio, proposto in DTS HD 5.1 sia in italiano che in inglese, è di gran qualità: si tratta di tracce energiche, con una notevole sensazione di spazialità e un asse posteriore vigoroso nelle scene più movimentate, con effetti incisivi che sia un treno che passa o un motore. Ottima anche la resa della colonna sonora, con bassi a tratti intensi e profondi. Negli extra il trailer e tre featurette: Colpire nel segno (4' e mezzo) sul taglio che si è voluto dare al remake, La comicità nel film (5' e mezzo) sulle performance più esilaranti, e Le artiste della truffa (6' e mezzo) con un focus sulle protagoniste.

DA NON PERDERE. Il video è davvero eccezionale, con un quadro nitido e incisivo dal formidabile dettaglio, capace di catturare incarnati, abiti e ambienti in maniera mirabile e ricchissima di particolari, anche minimi. Il croma è vibrante, con colori brillanti e neri profondi, mentre il contrasto ben calibrato consente una visione sempre piacevole. Davvero minima la rumorosità in condizioni di scarsa illuminazione.

I VOTI. Video: 8,5 - Audio: 8 - Extra: 6,5

Attenti A Quelle Due 11
Attenti a quelle due: Anne Hathaway, Rebel Wilson in una scena del film

Bentornato presidente: la recensione del DVD

Bentornato

IL FILM. Proprio quando arriva in homevideo, il governo gialloverde che racconta con ironia si è dissolto. Questo non toglie i meriti a Bentornato Presidente, sequel del Benvenuto Presidente! del 2013, capace di calarsi divertendo nella realtà politica attuale. Stavolta il Giuseppe Garibaldi interpretato da Claudio Bisio, che dopo l'esperienza da Presidente della Repubblica per caso si era ritirato in montagna, si troverà a fare il premier, chiamato a Roma per risolvere una crisi politica.

IL DVD. Bentornato Presidente è arrivato in homevideo con un DVD targato 20th Century Fox Home Entertainment. Il video è di buon livello, anche se deve fare i conti con i limiti del formato su qualche elemento in secondo piano e con una generale morbidezza del dettaglio. Il croma è bello vigoroso con un contrasto accentuato, ma le parti più scure delle immagini tendono a soffocare un po' i particolari, con neri un pelo oppressivi. Più convincente l'audio mentre gli extra contengono il trailer e un backstage di 7 minuti con interventi di registi e cast e immagini dal set. 


DA NON PERDERE. L'audio Dolby digital 5.1 è sorprendente per esuberanza, corposità del suono e coinvolgimento. La colonna sonora e le parti musicali in genere sono molto avvolgenti con un asse posteriore frizzante e molto attivo. Ma anche l'ambienza di alcune scene è davvero ricca, con dovizia di effetti dai diffusori. I dialoghi impeccabili per pulizia e timbro completano un ottimo audio.


I VOTI. Video 7 - Audio: 8,5 - Extra: 6

Bentornato Presidente 1
Bentornato Presidente: Claudio Bisio in una scena del sequel

Border: Creature di confine: la recensione del blu-ray

Border

IL FILM. Miglior Film della sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes, il bizzarro Border: Creature di confine diretto da Ali Abbasi vede protagonista una donna dall'aspetto molto strano ma dotata di un olfatto micidiale, che nel suo lavoro come agente di dogana le consente di scovare ogni viaggiatore sospetto che nasconde qualcosa, anche attraverso le sue emozioni. Un giorno però uno dei controllati non solo ha un aspetto molto simile al suo, ma sembra possedere anche le stesse abilità.

IL BLU-RAY. Border: creature di confine è arrivato in homevideo anche in alta definizione, con un blu-ray targato Wanted-PFA-Valmyn distribuito da CG Entertainment. Il video è di buona qualità: su un quadro generalmente morbido, soprattutto nelle panoramiche esterne, spicca un dettaglio eccellente in alcuni primi piani, a sottolineare il particolare aspetto della protagonista. Il croma presenta tonalità robuste, soprattutto negli interni, mentre negli esterni prevale una certa desaturazione. Ottimo l'audio, mentre tra gli extra c'è solo il trailer del film e di altri prodotti Wanted. 


DA NON PERDERE. L'audio è presente con le tracce DTS HD 5.1 sia in italiano che in originale. Si tratta di tracce robuste, con un peso sonoro che si fa sentire in alcune scene chiave, e che oltre a molti particolari di ambienza, si esaltano soprattutto in alcune sequenze dove si esprime liberamente la natura dei protagonisti. La sensazione, nonostante i molti momenti tranquilli, è sempre quella di una scena sonora dotata di un'ampia spazialità.

I VOTI. Video 7,5 - Audio: 8 - Extra: 4

Border Creature Di Confine 4
Border: Creature di confine; Eero Milonoff, Eva Melander in una scena del film

Cafarnao - Caos e miracoli: la recensione del blu-ray

Cafarnao

IL FILM. Dopo Caramel, la regista libanese Nadine Labaki fa ancora centro e in Cafarnao - Caos e miracoli, vincitore del premio della Giuria a Cannes, ritrae in maniera struggente un altro aspetto della dura realtà, in un quartiere disagiato di Beirut. Protagonista assoluto il dodicenne Zian che in una famiglia di profughi siriani molto numerosa viene sfruttato in ogni maniera per tirare avanti. Ma lui ha la forza di ribellarsi, anche al destino riservato alla sorellina, fino a trascinare i suoi genitori in tribunale con l'accusa di averlo messo al mondo.

IL BLU-RAY. Cafarnao - Caos e miracoli è uscito in homevideo anche in alta definizione grazie al blu-ray targato Lucky Red. Un prodotto tecnicamente valido ma buono anche sul piano degli extra. Il video è ottimo e molto efficace nel descrivere la desolazione degli ambienti del protagonista, con un dettaglio valido nonostante il quadro morbido, un croma adeguato all'ambiente e qualche lieve flessione solo nelle scene più scure. Ma anche l'audio, un DTS HD 5.1 sia per l'italiano che per l'originale, fa la sua parte con una buona ambienza nelle peripezie del ragazzino, con l'asse posteriore che si mette in moto nelle strade di Beirut e con qualche preciso effetto.

DA NON PERDERE. Anche gli extra non deludono le attese, per un film non certo di grande richiamo commerciale. Troviamo innanzitutto Zain, featurette di 5 minuti dedicata al protagonista principale. Si prosegue con un'intervista a Nadine Labaki (15'), un contributo molto interessante con la regista che racconta la realizzazione del film. A seguire il Making of (12'), tutto dedicato a momenti di lavorazione sul set, fra curiosità e retroscena. Per chiudere Gli attori (3') una clip sul cast, e il trailer.

I VOTI. Video: 8 - Audio: 7,5 - Extra: 7,5

Cafarnao Caos E Miracoli 7
Cafarnao - Caos e miracoli: il piccolo Zain Al Rafeea in una scena del film

Glory - Non c'è tempo per gli onesti: la recensione del DVD

Glory

IL FILM. Dalla Bulgaria una satira politica dal tocco raffinato ma efficace, tra divertimento e sottofondo amarissimo: Glory - Non c'è tempo per gli onesti vede protagonista un ferroviere che sui binari trova una fortuna ma decide di consegnarla allo stato, che lo ricompensa con un orologio da polso. Alla premiazione, il suo caro orologio personale gli viene tolto dalla responsabile ufficio stampa del Ministero dei Trasporti, che però lo perde. Inizia una battaglia tra il ferroviere e la donna, ossessionata dal lavoro mentre cerca di rimanere incinta attraverso varie terapie.

IL DVD. Glory - Non c'è tempo per gli onesti è ora disponibile in homevideo con un DVD Mustang-I Wonder distribuito da CG Entertainment. Il video è soddisfacente, mentre l'audio in dolby digital 5.1 in realtà non ha molto lavoro da svolgere viste le tematiche del film, tra silenzi e dialoghi. Qualche cenno di ambienza è comunque presente, con timidi ma puntuali interventi dei rear in occasione dei rumori della natura fra i binari, o nella vita nelle stanze del ministero. Peccato per la totale assenza di extra.

DA NON PERDERE. Il video, pur con qualche limite dettato dal formato, riesce a trasmettere con efficacia tutti gli ambienti in cui si svolge il film. C'è un po' di rumorosità nelle panoramiche, qualche sgranatura nella vegetazione e una costante morbidezza del dettaglio, ma il quadro vanta sempre una buona compattezza e soprattutto un tocco incisivo sui volti dei protagonisti, trasmettendo bene le loro sensazioni.

I VOTI. Video: 7 - Audio: 6,5 - Extra: 2

Glory - Non c'è tempo per gli onesti: Margita Gosheva e Stefan Denolyubov in un momento del film
Glory - Non c'è tempo per gli onesti: Margita Gosheva e Stefan Denolyubov in un momento del film

Escape from Marwin: la recensione del blu-ray

Marwin

IL FILM. Ennesimo film sul tema dell'escape room che arriva in questo periodo in homevideo, Escape from Marwin deriva il tema principale in una versione paerticolare: stavolta, nell'horror firmato da Jordi Castejòn, i protagonisti sono dei violenti detenuti condannati a morte. Il penitenziario però tradizionalmente organizza una sorta di macabro gioco, in cui rinchiude alcuni detenuti in una casa, e chi riuscirà a risolvere gli enigmi e a sopravvivere, avrà in premio la libertà.

IL BLU-RAY. Escape from Marwin è disponibile anche in alta definizione con un blu-ray della collana Midnight Classic curata da Koch Media, ma stavolta con una semplice amarary e gli extra che si limitano al solo trailer. Il video non incanta, causa anche un croma sobrio e abbastanza desaturato, nonché per le ambientazioni molto scure, nelle quali il dettaglio fa fatica a emergere e prevale una certa morbidezza. In ogni caso il quadro mantiene una sua compattezza anche nei frangenti più ostici.

DA NON PERDERE. Sicuramente più convincente l'audio, con le tracce DTS HD 5.1 italiana e inglese che si rivelano frizzanti e regalano un buno coinvolgimento, grazie all'enfasi che viene messa soprattutto in alcuni momenti chiave della vicenda. In queste occasioni l'asse posteriore è preciso ed energico, e anche la spazialità generale ne beneficia.

I VOTI. Video: 6,5 - Audio: 7,5 - Extra: 4

Escape From Marwin
Una scena di Escape from Marwin

La conseguenza: la recensione del DVD

Conseguenza

IL FILM. Un modo diverso per vedere la Seconda guerra mondiale e soprattutto cosa è successo dopo il suo epilogo. La conseguenza, diretto da James Kent, si svolge nella Germania del 1946: la moglie di un militare britannico raggiunge il marito ad Amburgo, dove l'uomo ha il compito di ricostruire la città. La coppia deve condividere la casa con i precedenti proprietari tedeschi, un vedovo e sua figlia. Ma dopo la freddezza iniziale, tra la donna inglese e l'uomo tedesco nasce presto un rapporto particolare. Bravi Alexander Skarsgård, Keira Knightley e Jason Clarke.

IL DVD. La conseguenza è arrivato in homevideo con un DVD targato 20th Century Fox. Il video è discreto: a un dettaglio buono sui primi piani, fa riscontro una certa pastosità sui fondali e soprattutto nelle panoramiche invernali, su cui i limiti del formato si avvertono. Buono il croma aderente alla fotografia. Più convincente l'audio, un dolby digital 5.1 sia per l'italiano che l'originale, che oltre a dialoghi impeccabili mostra i muscoli nelle poche occasioni in cui è chiamato a farlo, con qualche sparo, l'inseguimento nella foresta e la colonna sonora.

DA NON PERDERE. Buoni gli extra. Innanzitutto troviamo il commento audio di James Kent. Quindi 6 miuti di scene tagliate con il commento opzionale dello stesso regista, che troviamo anche nalla featurette sulla Progressione effetti visivi (2'). Il contributo Anticipazione (12') in realtà è un making of con interventi di cast e troupe e immagini dal set, infine a completare il tutto il trailer e una galleria fotografica.

I VOTI. Video: 6,5 - Audio: 7,5 - Extra: 7

La Conseguenza 3
La conseguenza: Jason Clarke, Keira Knightley, Alexander Skarsgård in una scena

Escape Room - The Game: la recensione del blu-ray

Escape Game

IL FILM. Nel 2017 era uscito un altro horror appartenente alla saga delle stanze che invece di un gioco di enigmi da risolvere, si rivelano trappole mortali: si tratta di Escape Room - The Game, diretto da Peter Dukes, nel quale alcuni amici per la festa di compleanno di uno di loro decidono di regalarsi un'esperienza in un'escape room di Los Angeles, gestita da proprietario in crisi. Quest'ultimo, per vivacizzare il tutto, ha acquistato quasi per gioco una statuetta demoniaca, che però avrà davvero il potere di stregare un attore del gioco, il quale compirà un bagno di sangue.

IL BLU-RAY. Escape Room - The Game è arrivato direct to video con un blu-ray della collana Midnight Classic curata da Koch Media, ma in semplice amaray. Un prodotto un po' sottotono rispetto agli alti standard della collana, non solo per la confezione, ma anche per un reparto tecnico buono ma non ottimale. Il video se la cava abbastanza bene, ma l'audio non risulta vivace come potrebbe in alcune scene chiave, pur assicurando un'ambienza sempre discreta, con una certa cura direzionale e per i dialoghi. Negli extra solamente il trailer.

DA NON PERDERE. Considerando che quasi tutto il film si svolge in una stanza, il video è sicuramente buono, pur con alcuni limiti, che si palesano soprattutto in qualche movimento di macchina o nella percezione di alcuni fondali. Per il resto il quadro ha una buona tenuta considerato il contesto, c'è una buona gestione dell'oscurità e i dettagli riescono ad emergere abbastanza anche negli angoli bui, nonostante un po' di rumorosità.

I VOTI. Video: 7,5 - Audio: 6,5 - Extra: 4

Escape Game Nlc3Nkd
Una scena di Escape Room - The Game

Tutte le mie notti: la recensione del DVD

Tutte Notti

IL FILM. Thriller psicologico infarcito di segreti e rivelazioni, Tutte le mie notti inizia con una ragazza in fuga da una festa, dove ha vissuto con la sua amica qualcosa di pericoloso ed è convinta di aver visto forse un omicidio. Viene soccorsa da una donna (Barbora Bobulova), che però si rivela essere l'avvocato proprio dell'uomo che è sospettato di aver organizzato la festa. Le due donne iniziano una nottata controversa, tra menzogne, paure e veirtà inaspettate.

IL DVD. Tutte le mie notti è arrivato in homevideo con un DVD CG Entertainment-102 di soddisfacente fattura tecnica, ma debole negli extra, visto che è presente solamente il trailer. Buono il video, mentre l'audio non ha molto lavoro in un film quasi interamente dialogato. In ogni caso i suddetti dialoghi sono chiari e puliti, e quando c'è un minimo di ambienza, come nelle scene in auto, il reparto risponde con qualche timido ma preciso apporto dei rear.

DA NON PERDERE. Il video è sicuramente da promuovere perché se la vede con un film quasi interamente in notturna e con scene scarsamente illuminate. Nonostante questo, pur tra una certa rumorosità e una morbidezza fisiologica, il quadro riesce a restare abbastanza compatto, il nero è profondo e solo a tratti un po' fangoso, mentre il dettaglio si rivela quasi sempre discreto.

I VOTI. Video: 7,5 - Audio: 7 - Extra: 4

Tutte Le Mie Notti 3
Tutte le mie notti: un'immagine del film