Avengers: Endgame, recensione: la chiusura perfetta di un ciclo che è già storia del cinema

La recensione di Avengers: Endgame, capitolo 4 della saga cinematografica The Avengers di Marvel Studios che chiude in maniera epica il primo ciclo di avventure degli eroi Marvel.

RECENSIONE di 24/04/2019
Avengers Endgame White Suits
Avengers: Endgame, gli Avengers in azione con le nuove divise

Scrivere la recensione di Avengers: Endgame, il film Marvel Studios più atteso del 2019 ma in generale di sempre, vuol dire contribuire, seppure in modo quasi impercettibile, a scrivere la storia del cinema. Perché non ci sono dubbi ormai sul fatto che il Marvel Cinematic Universe sia una parte importante - in termini di incassi, critiche e impatto socio-culturale - se non addirittura sostanziale del decennio cinematografico che sta per concludersi. E dopo aver visto il quarto capitolo dedicato alla saga cinematografica The Avengers, ancora una volta diretto dai fratelli Anthony e Joe Russo, non ci sono dubbi invece che ad essere ricordato in futuro, come emblema di tutto ciò che di (molto) buono ha fatto la Marvel/Disney in questi 11 anni, sarà proprio questo emozionante Avengers: Endgame. Nella sua totalità - tre ore ricchissime di tensione, divertimento e scene commoventi - ma anche e soprattutto per il suo bellissimo ed epico finale che chiude perfettamente un ciclo cominciato nel 2008 e apre a tanti nuovi possibili scenari.

Se temete gli spoiler, state pure tranquilli che in questa recensione non ne troverete, non è certo nostra intenzione rovinare a nessuno le (tante) sorprese e tantomeno l'ottimo lavoro fatto da Kevin Feige o dagli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely. Un capolavoro di gestione narrativa seriale per quella che è a tutti gli effetti un'unica grande storia, della durata record di ben 22 film, iniziata sulla Terra e proseguita nello spazio più profondo, ma che in realtà verte sempre e comunque su personaggi molto umani: supereroi che hanno fatto breccia nel cuore degli spettatori non tanto per i loro poteri, ma per la loro fragilità. Uno dei tanti punti di forza di questo Avengers 4 è proprio questo: riuscire a raccontarci dell'inevitabile scontro con Thanos introducendo anche personaggi molto recenti quali Captain Marvel, guardando però al passato in modo coerente. Mettendo in luce soprattutto il percorso di crescita di quei personaggi che hanno fatto la fortuna di questa saga e che hanno dato inizio a tutto: Iron Man, Captain America, Thor, Hulk, perfino Vedova Nera e Occhio di Falco.

Perché Iron Man, anzi Tony Stark, è il cuore del Marvel Cinematic Universe

Una trama tanto segreta quanto efficace, ricca di colpi di scena

Avengers Endgame 17
Avengers: Endgame, Robert Downey Jr. in un'immagine dal primo teaser trailer

La trama di di Avengers: Endgame riprende esattamente dove aveva chiuso il precedente Avengers: Infinity War, con le conseguenze del letale schiocco di dita dell'ineluttabile Thanos. Il mondo ha subito perdite inquantificabili così come i nostri eroi, che però ovviamente non vogliono darsi per vinti ma, anzi, forti anche della presenza della potentissima Captain Marvel, decidono di provare ancora una volta a sconfiggere il Titano Pazzo, riprendere possesso delle Gemme dell'Infinito e far tornare l'universo intero alla normalità. Come promesso non vi diciamo come la storia prosegue, ma come potete facilmente immaginare dalla durata record di 3 ore il piano dei Vendicatori non andrà esattamente come sperato. Poco male, almeno per noi spettatori, perché questo significa che possiamo goderci una lunga sequenza di colpi di scena che, da un terzo di film in poi, lasciano davvero senza fiato e stupiscono per arguzia, messa in scena e soprattutto per alcune trovate metacinematografiche che faranno letteralmente impazzire i fan.

Marvel Cinematic Universe: storia e segreti delle Gemme dell'Infinito

Un'opera maestosa e corale in cui si ride, si piange e...

Avengers Endgame 1
Avengers: Endgame, un'immagine dal primo teaser trailer

Spesso, durante la visione di Avengers: Endgame, viene voglia di alzarsi in sala ad applaudire. Lo ammettiamo, l'entusiasmo in alcuni momenti ha quasi prevalso sulla professionalità, ma noi personalmente alla fine siamo riusciti a resistere. Siamo assolutamente certi invece che il pubblico di fan non si farà certo troppi problemi a manifestare il proprio di entusiasmo, anche perché c'è una scena in particolare, più o meno allo scoccare della seconda ora, che è talmente perfetta nella sua scrittura e nella sua esecuzione che, siamo pronti a giurarci, sarà la causa principale di molte seconde (e terze, quarte...) visioni al cinema. È un momento importante in cui la vecchia guardia lotta finalmente insieme e in modo perfettamente coordinato proprio come ai vecchi tempi, ed è una scena che rappresenta l'apice assoluto di tutte le scene d'azione che si sono susseguite in tanti anni di Marvel Cinematic Universe.

Schermata 2019 03 14 Alle 140417
Avengers: Endgame - Natasha e Clint

Avengers: Endgame però è molto più che un semplice film d'azione, ma è anzi un film in cui gran parte della sua durata è dedicata ai suoi personaggi, alle loro motivazioni e soprattutto al loro passato. Se è vero che tutta la prima ora è quella che più soffre sia delle altissime aspettative che della necessità di tirare un po' le fila della trama in modo fin troppo spensierato e "cialtrone" - oltre che di un doppiaggio italiano, ahinoi, tutt'altro che eccellente - con il proseguire del film diventa sempre più chiaro che l'intenzione dei registi e degli autori è quella di omaggiare tutti i film precedenti nel modo migliore possibile, mostrandoci ciò che i personaggi erano allora e ciò che invece sono diventati adesso. Il contrasto è spesso esilarante e sorprendente, ma nei momenti migliori è anche profondamente emozionante.

Tutto questo è stato possibile grazie alla visione lungimirante e ambiziosa di Feige e di tutto il Marvel Studios che ha scelto fin da subito un'impostazione del film complessa e variegata ma soprattutto coerente. Più volte abbiamo parlato di come il vero valore dell'insieme del MCU fosse di gran lunga superiore alla somma di questi singoli film, e questo Avengers: Endgame ne è l'assoluta conferma. Perché le ultime due ore finali possono essere viste non solo come l'epilogo di una grande storia epica, ma soprattutto come la perfetta celebrazione di un gruppo di personaggi, e attori, che ci ha regalato un nuovo modo di vivere i prodotti cinematografici.

I prossimi film Marvel in uscita: i supereroi che vedremo al cinema

Avengers 4 Fanart
Avengers 4: Capitan American, Capitan Marvel, Iron Man e Thor in una fanart

È vero, i sequel e le saghe sono sempre esistite, ma mai erano stati raggiunti tali livelli di coinvolgimento negli spettatori e soprattutto mai si erano visti sullo schermo, anzi in una singola sequenza, così tanti divi, così tanti attori pluripremiati, così tante personalità, tutti con un ruolo ed una presenza importante per la storia che stiamo seguendo.

Il bellissimo omaggio ad un cast più unico che raro

Avengers Endgame 19
Avengers: Endgame, Robert Downey Jr. alla deriva nello spazio

Non è un caso che, per le prima volta in tanti anni, la Marvel scelga di non inserire alcuna scena post credits, ma preferisca invece omaggiare i suoi attori con un video tributo che faccia risaltare tanto gli iconici personaggi quanto l'incredibile cast che li ha interpretati, plasmati e resi noti in tutto il mondo. Ovviamente sono gli Avengers originali a spiccare - Iron Man (Robert Downey Jr.), Captain America (Chris Evans), Vedova Nera (Scarlett Johansson) in primis - ma gli incredibili nomi che si susseguono, uno dopo l'altro, sui titoli di coda sono semplicemente impressionanti e sono il più bel testamento dell'incredibile viaggio che è finalmente volto al suo termine. Ma che è ovviamente pronto a ricominciare, con nuove sorprese, nuovi personaggi e nuove sfide.

La Marvel e i finali nascosti: tutte le scene dopo i titoli di coda!

Avengers Endgame White Suits
Avengers: Endgame, gli Avengers in azione con le nuove divise

Non sarà assolutamente facile per la Disney/Marvel riuscire a ripetersi, a stupire nuovamente i suoi spettatori, a regalare eroi altrettanto carismatici e un cattivo esemplare quanto lo è stato Thanos. Ma dubitare ora, dopo la splendida doppietta formata da Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame sarebbe da folli.
Adesso possiamo solo applaudire, sorridere e contemporaneamente piangere la (temporanea) fine di una saga cinematografica come mai ce l'eravamo nemmeno immaginata.

Conclusioni

Come avrete intuito dalla nostra recensione di Avengers: Endgame la voglia di parlare a lungo e più approfonditamente di questo film è tanta, perché i fratelli Russo sono riusciti a confezionare ancora una volta un film ricchissimo, tanto entusiasmante a livello di trama e scene di azione quanto emozionante e profondo grazie a suoi splendidi personaggi. Preso singolarmente il film non è perfetto, soffre un po' troppo nella prima ora, ma al tempo stesso rappresenta la chiusura perfetta per tutto ciò che gli Avengers hanno rappresentato per i fan Marvel ma più in generale per il cinema contemporaneo. Da uno dei più grandi blockbuster di sempre era impossibile pretendere di più.

Movieplayer.it

4.5/5

Voto medio

4.2/5

Perché ci piace

  • La storia di Thanos, le Gemme dell'Infinito e, in qualche modo, degli Avengers stessi giunge ad una conclusione in modo perfetto e coerente.
  • Scene d'azione e di battaglia spettacolari: una in particolare è da applausi a scena aperta.
  • Sebbene non tutti i siparietti comici funzionino allo stesso modo, almeno due-tre battute sono divertentissime e molto azzeccate.
  • Le sequenze "metacinematografiche", gli omaggi ai film precedenti e alcuni camei a sorpresa elevano il film.
  • Il parterre di attori è impressionante per qualità e quantità, e le star più brillanti si ritagliano alcuni momenti degni del loro nome.

Cosa non va

  • La prima ora è poco equilibrata, il ritmo non è perfetto quanto era lecito sperare e alcune trovate sono meno divertenti di quel che gli autori immaginavano. Forse anche a causa del doppiaggio italiano.
  • Si sente la mancanza delle scene post credits, anche perchè siamo curiosi di sapere quale sarà il futuro del MCU.
  • Come ogni conclusione di "serie", il finale è agrodolce e non tutti usciranno dalla sala contenti.