Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald

2018, Fantastico

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, tutto quello che sappiamo sul sequel

Il nuovo trailer di Animali fantastici: I crimini di Grindelwald promette di rivelarci il lato più oscuro dell'universo di Harry Potter

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, Eddie Redmayne e Dan Fogler per le vie di Parigi

Chiunque conosca poco l'argomento e si sia recato in una libreria dopo aver visto Animali fantastici e dove trovarli per acquistare una copia del libro omonimo, sarà rimasto sorpreso nel ritrovarsi tra le mani non un romanzo d'avventura, ma una specie di testo scolastico con tanto di note scritte a margine da nientepopodimeno che Harry Potter, Hermione Granger e Ronald Weasley. In effetti, Animali fantastici e dove trovarli è proprio il titolo del libro che gli studenti iscritti al primo anno della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts devono comprare per sopravvivere alle lezioni di Cura delle creature magiche, discutibile materia insegnata a singhiozzo persino dal gigante buono Hagrid.
C'è sempre stata un po' di confusione su questa faccenda, soprattutto per chi non si è mai appassionato fino in fondo alle disavventure del maghetto britannico concepito ormai parecchi anni fa dalla scrittrice J.K. Rowling. La pubblicazione del primo trailer di Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, il film diretto ancora una volta da David Yates, in uscita a novembre, offre un'ottima occasione per fare il punto sulla situazione cinematografica di questo franchise... e schiarire le idee di chi, magari, ha cominciato a seguirlo da poco e non ci sta capendo più niente.

Leggi anche: Animali fantastici e dove trovarli: 5 cose che potreste non aver notato

Il libro che non è un libro

Come dicevamo, Animali fantastici e dove trovarli non è un racconto avventuroso, né tanto meno un romanzo "young adult" come gli altri volumi nella saga di Harry Potter, ma un vero e proprio libro di testo che i protagonisti menzionano in una manciata di occasioni. Sappiamo che è stato scritto da Newt Scamander, un ex studente di Hogwarts specializzato in magizoologia, ovvero la ricerca e la cura delle fantasiose creature che infestano il mondo della magia e che i "babbani" - i normali esseri umani che non possiedono il dono dei maghi - non possono o non devono vedere.

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, Eddie Redmayne e Katherine Waterston in una foto del film

Animali fantastici e dove trovarli è citato per la prima volta in Harry Potter e la pietra filosofale, il primo volume della saga uscito nel 1997. Quattro anni dopo, sulla scia del successo dei romanzi e della prima trasposizione cinematografica in arrivo nei cinema, l'autrice J.K. Rowling decide di pubblicare per Bloomsbury un volume intitolato, appunto, Animali fantastici e dove trovarli, firmandolo con lo pseudonimo Newt Scamander. In parole povere, nella realtà questo libro è semplicemente una versione concreta, tangibile, del testo scolastico impiegato nella fantasia da Harry Potter e i suoi amici: esso offre numerose informazioni su più di ottanta specie che Scamander avrebbe esaminato nel corso dei suoi viaggi intorno al mondo, nonché tutta una serie di scarabocchi e appunti presi a margine dai protagonisti che fanno riferimento alle loro avventure nei sette volumi che compongono la saga. Il libro è stato poi riveduto e corretto nel 2017, in occasione dell'uscita al cinema del film omonimo, con l'integrazione di creature inventate successivamente alla prima pubblicazione.

Leggi anche:

Animali Fantastici, J.K. Rowling difende la presenza nel cast di Johnny Depp

Harry Potter: 7 spin-off che vorremmo vedere sullo schermo

Dal libro al film

Alan Rickman in una sequanza di Harry Potter e i doni della morte parte 2

La saga cinematografica di Harry Potter si è conclusa nel 2011 con la seconda parte dell'adattamento cinematografico dell'ultimo romanzo, Harry Potter e i doni della morte - parte 2. Un paio di anni dopo, Warner Bros. ha annunciato una nuova collaborazione con J.K. Rowling nella forma di una trasposizione in cinque parti del libro Animali fantastici e dove trovarli. La notizia destò non poche perplessità proprio per il fatto che non avrebbe avuto alcun senso trasformare in un film il testo scolastico sopra descritto, ma a placare gli animi ci pensò un dettaglio molto importante: a scrivere la sceneggiatura, questa volta, sarebbe stata J.K. Rowling in persona. Per anni i fan della serie hanno lamentato la maldestra trasposizione dei libri, arrivati nei cinema sotto forme estremamente compresse che trascuravano dettagli molto importanti nella narrativa per dare maggior spazio alla spettacolarità visiva.

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, Johnny Depp e Poppy Corby-Tuech in una foto del film

A sorpresa, la trasposizione cinematografica di Animali fantastici e dove trovarli si è rivelata una scommessa vincente. Forse libero dai vincoli di una sceneggiatura adattata sommariamente per il grande schermo, il discreto David Yates - già regista degli ultimi cinque film di Harry Potter - è riuscito a esprimere in modo più naturale e convincente la nuova storia di J.K. Rowling. Quest'ultima, infatti, non ha semplicemente adattato il testo scolastico originale, ma ha scritto una storia completamente inedita incentrata sulle avventure di Newt Scamander, ambientandola nella New York del primo dopoguerra e offrendoci così uno spaccato del mondo della magia al di fuori dei britannici confini del campus di Hogwarts. Il tutto, pescando a piene mani nella mitologia di Harry Potter per approfondire e abbellire alcune sottotrame imbastite nei sette libri originali.

Leggi anche: Animali Fantastici, Yates: "Nel sequel non si parlerà esplicitamente dell'omosessualità di Silente"

Il mistero dei cinque film

Animali fantastici e dove trovarli: Eddie Redmayne a Katherine Waterston in una foto del film

Le note sull'autore pubblicate nella prima edizione di Animali fantastici e dove trovarli anticipavano alcuni particolari importanti sulla storia di questa trasposizione cinematografica. Grazie a esse, per esempio, sappiamo già che Newton Artemis Fido "Newt" Scamander (Eddie Redmayne) prima o poi sposerà Porpentina "Tina" Goldstein (Katherine Waterston), ex Auror del MACUSA con la quale ha cominciato una bizzarra relazione nel primo film. Le stesse note, inoltre, ci dicono anche che Newt, nato nel 1897 e smistato dal Cappello Parlante nella casa di Tassorosso, è stato effettivamente espulso da Hogwarts in un periodo in cui già insegnava Albus Silente. Quest'ultimo comparirà nel nuovo film con le fattezze di Jude Law e avrà un ruolo fondamentale nello sviluppo della trama.

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, una foto del film che ritrae Silente

Alla fine di Animali fantastici e dove trovarli, Newt e gli altri smascheravano i piani di Percival Graves (Colin Farrell), il direttore delle forze di sicurezza del MACUSA rivelatosi essere Gellert Grindelwald (Johnny Depp), il malvagio mago oscuro che in quel periodo terrorizzava il mondo intero. Grindelwald è stato una sorta di precursore di Voldemort nell'universo di Harry Potter, sconfitto infine da Albus Silente in un duello leggendario che, però, J.K. Rowling non ha mai descritto dettagliatamente. Sul rapporto tra questi due personaggi, Silente e Grindelwald, l'autrice ha invece scritto parecchio, ma poco è stato trasposto sotto forma di pellicola cinematografica. Il passato di Silente è anzi una sottotrama importantissima nello sviluppo di Harry Potter e i Doni della Morte: la sua storia affiora ripetutamente tra un capitolo e l'altro, sotto forma di ricordo o di articolo giornalistico, e serve a "smontare" l'immagine che Harry si era fatta del suo mentore, umanizzandolo e dando al giovane mago un'altra spinta nella sua formazione.

images/2018/03/29/04352004.jpg

Nel film, e per la precisione nella Parte II, la storia di Silente è ridotta al paio di battute pronunciate da suo fratello Aberforth (Ciarán Hinds) prima della battaglia finale nel castello di Hogwarts. Aberforth menziona la sorella, raffigurata in un dipinto, e lascia intendere che Silente aveva qualche scheletro nell'armadio, ma nel film la cosa finisce lì. Nel libro, invece, scopriamo che Silente era stato un grande amico di Grindelwald - e forse qualcosa di più, dato che l'autrice ha ammesso, qualche tempo dopo la pubblicazione del libro, che Albus Silente era omosessuale - e che per un certo periodo aveva persino appoggiato la sua filosofia secondo la quale i maghi avrebbero dovuto rivelarsi al mondo intero e prenderne il controllo. Il loro legame si era infine spezzato durante un alterco che aveva scatenato i poteri magici latenti della sorellina di Silente e che si era concluso con la tragica morte di quest'ultima. Grindelwald era quindi scappato e, in seguito, era riemerso alla guida di una setta di maghi oscuri intenzionati a rovesciare l'ordine mondiale insieme a lui.

Leggi anche: Harry Potter: 10 cose che (forse) non sapete sulla saga

Animali fantastici e dove trovarli: l'attore Eddie Redmayne in una foto promozionale del film

Tra il ritorno di Grindelwald e la sua sconfitta c'è però una voragine narrativa che Rowling non ha mai colmato completamente: sappiamo solo che, a un certo punto, Grindelwald si era impossessato della Bacchetta di Sambuco, uno dei Doni della Morte. La saga cinematografica di Animali Fantastici, cominciata come una divertente avventura, servirà proprio a raccontare la guerra contro la rivoluzione di Grindelwald. I crimini di Grindelwald sarà il vero e proprio punto di partenza per quella che Rowling e Yates hanno affermato essere l'asse centrale della storia. Cinque film sembrano effettivamente un po' troppi per raccontare soltanto l'ascesa al potere e la caduta di Grindelwald, ma J.K. Rowling è particolarmente abile nell'imbastire le sue storie a lunga scadenza, disseminando dettagli qua e là che potrebbero avere ripercussioni cruciali soltanto in seguito.

Leggi anche: Animali Fantastici 2, Daniel Radcliffe su Johnny Depp: "Capisco le critiche dei fan"

Qualche indizio sul futuro

images/2018/03/28/fantastic-beasts-crimes-of-grindelwald-poster.jpg

Animali fantastici e dove trovarli ruotava quasi tutto intorno a Newt Scamander e alla sua ricerca delle creature scappate dalla sua valigetta magica dopo averla erroneamente scambiata con quella di un pasticciere babbano, Jacob Kowalski (Dan Fogler), che si ritrova improvvisamente a sprofondare nel mondo della magia. Sul finire del film, però, emergeva una minaccia molto più concreta, e cioè quella degli Obscurial: questi esseri sono parassiti fatti di pura magia che attingono alle forze dei maghi che non riescono a controllare i loro poteri, debilitandoli fino a ucciderli. Grindelwald sembrava particolarmente interessato all'Obscurial di un ragazzo disturbato, Credence Barebone (Ezra Miller) e questo ha alimentato la convinzione dei fan che Ariana, la sorella di Silente, fosse effettivamente un Obscurial: J.K. Rowling, con un colpo di mano che assomiglia più a un "retcon", potrebbe aver quindi intrecciato ancora più in profondità la storia di Silente - e quindi la mitologia di Harry Potter - con quella di Newt Scamander.
Quest'ultimo, infatti, avrebbe stretto un'importante collaborazione con Silente solo dopo essere stato espulso da Hogwarts, e il fatto che Newt stia cercando e studiando gli Obscurial potrebbe essere molto significativo. In Animali fantastici e dove trovarli, inoltre, abbiamo scoperto soltanto poche informazioni su Newt Scamander e su questa famigerata espulsione, ma sappiamo che aveva una relazione con un'altra testa calda che studiava a Hogwarts, Leta Lestrange. La sua ex ragazza comparirà ne I crimini di Grindewald, interpretata da Zoë Kravitz, insieme al suo nuovo fidanzato, e cioè nientepopodimeno che il fratello di Newt, Teseo Scamander (Callum Turner). Il cognome Lestrange dovrebbe suggerire un altro collegamento ai fan di Harry Potter: Helena Bonham Carter interpretava Bellatrix, braccio destro di Voldemort, che di cognome faceva proprio Lestrange.

Leggi anche: J.K. Rowling: "Voldemort? Lo avete sempre pronunciato male"

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, una foto di Eddie Redmayne

A questo curioso quanto oscuro triangolo sentimentale si contrappone il "comic relief" rappresentato da Kowalski. Il personaggio interpretato da Dan Fogler nel film precedente ha convinto pubblico e critica con la sua simpatia: alla fine di Animali fantastici e dove trovarli, Kowalski dimenticava le sue avventure in compagnia di Newt e soprattutto Queenie (Allison Sudol), la sorella di Tina di cui si era perdutamente innamorato. Nell'epilogo, tuttavia, i due si incontravano ancora una volta e l'espressione di Kowalski lasciava intendere che gli era tornato in mente qualcosa. Ebbene, il trailer de I crimini di Grindelwald conferma il ritorno di Dan Fogler nei panni dell'imbranato pasticcere, anche se non sappiamo in che modo resterà coinvolto nella nuova missione di Newt.
Insomma, è chiaro che J.K. Rowling stia mettendo molta carne al fuoco e la stia cuocendo lentamente, imbastendo una serie di sottotrame che probabilmente finiranno con l'incrociarsi nei prossimi film. Resta comunque l'impressione che Animali Fantastici, almeno inizialmente, sarebbe dovuto essere uno spin-off singolo e che si sia deciso in secondo luogo di trasformarlo in una nuova saga per rinnovare l'interesse del pubblico nei confronti di Harry Potter, un brand che, nonostante l'impronta indelebile lasciata nell'immaginario collettivo, cominciava lentamente a sbiadirsi. David Yates dovrà portare al cinema le nuove idee della prolifica autrice per almeno dieci anni e ora che la storia si fa più avvincente, corale e sequenziale, sarà anche molto più difficile gestirla.

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald,...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Animali Fantastici: I Crimini di Grindenwald, ecco perché Jude Law interpreterà Silente!
Animali Fantastici: i cinque film della saga saranno ambientati in cinque città diverse