Filmografia

Filmografia di Gino Cavalieri


La chiave


1983 – Erotico, Commedia, Drammatico
Recitazione (Don Rusetto)
2.9 2.9

Un marito ed una moglie tengono i loro diari segreti in un cassetto, ma Teresa sa benissimo che suo marito legge il suo diario, e lei legge il suo. E tramite le confidenze affidate ai loro diari segreti i due coniugi si sveleranno le loro fantasie più segrete...

Anima persa


1977 – Drammatico, Giallo
Recitazione (Versatti)
3.3 3.3

In una soffitta vive segregato un uomo impazzito per aver causato la morte di una bambina. Ma forse non è vero, forse la vera colpevole è Elisa, sua madre, sposata poi a un altro uomo. È un giovane che si trova davanti a questa serie di spiegazioni false, finché un giorno si decide ad aprire la porta della soffitta, e ciò che scopre lo sconvolge.

Il merlo maschio


1971 – Commedia
Recitazione (padre di Costanza)
2.0 2.0

Niccolò Vivaldi, violoncellista di fila nell'orchestra dell'Arena di Verona, è afflitto da un complesso d'inferiorità a causa della mancata realizzazione delle sue aspirazioni artistiche e della scarsa considerazione di cui è fatto oggetto da parte di tutte le persone con le quali è a contatto. Animato da spirito di rivalsa egli prova una curiosa sensazione di piacere allorché si rende conto della forte attrazione che la propria moglie Costanza suscita negli uomini. Da quel momento, comincia - in un primo tempo fotografandola nuda a sua insaputa, poi convincendola a posare regolarmente per lui - ad esibire le foto della ...

La moglie del prete


1971 – Commedia
Recitazione (Don Filippo)
3.4 3.4

Una cantante, decisa a suicidarsi per una delusione sentimentale, telefona a "voce amica". Fa cosi' conoscenza con un sacerdote di cui finisce con l'innamorarsi.

Chi lavora è perduto


1963 – Drammatico
Recitazione
3.4 3.4

Il ventisettenne Bonifacio senza un lavoro si trova verso mezzogiorno a girare per le strade assolate di Venezia in un giorno d'estate. Il caldo, la necessità di ingannare il tempo e quella di prendere una decisione importante come quello del lavoro lo portano a elaborare con la mente una quantità di ricordi e di pensieri. Rivivono così alcune situazioni familiari e le varie fasi della sua educazione. Nel suo girovagare incontra Claudio e rirorna col pensiero ad un altro suo amico che non è più uscito dal manicomio.