Filmografia

Filmografia di Gianfranco Mingozzi


Giorgio/Giorgia (storia di una voce)


2008 – Documentario
Regia, Sceneggiatura
0.0

Giorgia O'Brien (all'anagrafe Giorgio Montana) è una delle più grandi dive del palcoscenico italiano tra gli anni Cinquanta e Sessanta, ha una limpida voce da soprano, ma può toccare anche tutti i registri di un baritono: così incanta il pubblico per un trentennio. La storia di n'esistenza all'insegna della diversità e della sfida ma anche dell'amore, dell'amicizia, della ricerca. Gianfranco Mingozzi mette la sua pluriennale esperienza di autore e documentarista al servizio dell'affresco di una biografia struggente, barocca e inimitabile.

Il frullo del passero


1988 – Drammatico, Erotico
Regia, Sceneggiatura
2.0 2.0

Dopo l'improvviso decesso del suo amante, Silvana decide di abbandonare il paese dove ha convissuto. Prima di partire la donna riceve una proposta particolare da un amico del defunto: lui si prenderà cura di lei a patto che lei ascolti il racconto delle sue storie d'amore passate. Cullata dalla parole dell'uomo, Silvana si lascerà accompagnare in un universo intimo e sensuale.

L'iniziazione


1987 – Commedia, Erotico
Regia, Sceneggiatura
2.3 2.3

estate 1914 - Il quattordicenne Roger va a trascorrere nella bella villa di suo padre (che si occupa a Parigi di forniture militari) il suo periodo di vacanza. Roger si trova circondato da un nugolo di donne assai diverse dalla madre e, pertanto, in grande maggioranza gaie e disinibite. Ai giochi e giochetti personali, il garzoncello ancora ingenuo, ma voglioso, fa presto ad aggiungerne altri più significativi, per passare quindi alle delizie della iniziazione

La vela incantata


1982
Regia, Sceneggiatura, Soggetto
0.0

Durante il fascismo due fratelli, Angelo e Tonino, cinematografari girovaghi, tornano al paese, nella Bassa Padana. Angelo riallaccia una vecchia relazione e cerca di aprire un cinema, Tonino si dà alla politica, rischiando l'arresto.

Flavia, la monaca musulmana


1974 – Drammatico
Regia, Produzione (Produttore), Sceneggiatura
1.0 1.0

Durante una delle tante incursioni saracene sulle coste italiane, la piccola Flavia assiste alla decapitazione di un giovane cavaliere turco che poco prima le aveva salvato la vita. Alcuni anni dopo Flavia entra in convento, seguita per volere del padre dal giovane ebreo Abraham, come segretario e uomo di fiducia. Gli orrori del mondo, visibili anche in convento, induriscono Flavia e la inducono e proclamare la superiorità delle donne sugli uomini, spesso vili e imbelli.