The Post: Spielberg, Hanks e Streep, che film, stasera su Sky!

Arriva The Post su Sky Cinema: stasera alle 21.15 il film di Steven Spielberg con Tom Hanks e Meryl Streep sulla pubblicazione dei Pentagon Papers.

NOTIZIA di 04/02/2019
The Post: Tom Hanks e Meryl Streep in una scena
The Post: Tom Hanks e Meryl Streep in una scena

Dopo il successo internazionale di critica e di pubblico, stasera lunedì 4 febbraio alle 21.15 su Sky Cinema Uno e alle 21.45 su Sky Cinema Hits arriva in prima tv The Post, la pellicola diretta nel 2017 dal premio Oscar® Steven Spielberg (Schindler's List, Lincoln) con protagonisti assoluti le due stelle del cinema mondiale Meryl Streep (Il Diavolo veste Prada, The Iron Lady) e Tom Hanks (Cast Away, Il Codice da Vinci), che racconta la complicata vicenda della pubblicazione dei Pentagon Papers - documenti segreti del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti d'America - sul Washington Post nel 1971.

Convinto che la guerra condotta in Vietnam rappresenti una sciagura per la democrazia, Daniel Ellsberg - uomo del Pentagono - nel 1971 divulga 7000 pagine di documenti di un rapporto segreto che testimoniano l'implicazione militare e politica degli Stati Uniti nella guerra. Il New York Times per primo entra in possesso del faldone ma ben presto è costretto ad osteggiarne la pubblicazione per un'ingiunzione della Corte Suprema.

È il Washington Post, sotto la guida di Katharine Graham (Meryl Streep), a prendere in mano i documenti e a rilanciarne il contenuto. Grazie al coraggio del direttore Ben Bradlee (Tom Hanks), la Graham decide di pubblicare il monumentale scandalo di Stato, colpendo duramente l'amministrazione Nixon e provocando clamore alla Casa Bianca. Candidato a 6 Golden Globes e a 2 premi Oscar® come miglior film e migliore attrice, la pellicola ha ricevuto successo di pubblico e gradimento all'unanimità della critica internazionale: per Variety "è un docu-film inebriante di un'importanza straordinaria", per il Telegraph "Steven Spielberg regala a Meryl Streep il suo ruolo più ricco degli ultimi anni", per il New York Times "E' un film profondo che traccia delicatamente l'arco della storia" mentre per il Time "E' il primo fra i migliori film del 2017".