Squid Game: in Corea del Nord un uomo è stato condannato a morte per aver importato la serie illegalmente

Un uomo è stato condannato a morte nella Corea del Nord per aver introdotto nella nazione delle copie della serie Squid Game.

NOTIZIA di 24/11/2021

Nella Corea del Nord un uomo sembra sia stato condannato a morte per aver portato illegalmente delle copie della serie Netflix Squid Game all'interno dei confini nazionali.
La notizia, pubblicata da Radio Free Asia, sostiene che le autorità, dopo aver scoperto degli studenti del liceo che guardavano le puntate dello show di Netflix, hanno deciso di indagare.

38E5F970 Fc24 11Eb B392 4F45852D76Ba 1200 630
Una scena di Squid Game

La serie Squid Game sarebbe stata introdotta nel territorio della Corea del Nord usando una chiavetta USB e passando dalla Cina, dove lo show non è disponibile ma gode di enorme popolarità grazie alla condivisione illegale sui siti pirata.
Radio Free Asia sostiene che la persona che ha commesso il reato rischia di essere giustiziato da un plotone d'esecuzione. Lo studente che ha acquistato la chiavetta USB è stato condannato all'ergastolo, mentre altre sei persone che hanno visto la serie hanno ricevuto una sentenza di cinque anni da trascorrere ai lavori forzati. Inoltre gli insegnanti e i responsabili della scuola sono stati licenziati e rischiano di essere esiliati e costretti a lavorare in miniera.

La drammatica situazione è legata a una legge approvata nella Corea del Nord nel dicembre 2020 che proibisce l'introduzione e diffusione di materiali culturali come film, spettacoli, musica e libri. L'obiettivo è quello di impedire la diffusione di opere provenienti dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti.