Paul Schrader cerca una "guida spirituale per un trip acido" in sicurezza

Paul Schrader vorrebbe sperimentare un trip da acidi e cerca qualcuno con cui condividere l'esperienza dell'assunzione di LSD: 'Spero non mi faccia male, alla mia età'.

NOTIZIA di 22/09/2020
Venezia 2017: Paul Schrader al photocall di First Reformed
Venezia 2017: Paul Schrader al photocall di First Reformed

Paul Schrader ha affermato di stare cercando qualcuno con cui condividere l'esperienza dell'assunzione di LSD e del conseguente trip da acidi. Questo stando all'Hollywood Reporter, che ha contattato il cineasta per un aggiornamento circa la sua recente inchiesta su Facebook. Qualche settimana fa, infatti, Schrader aveva postato sui social il seguente testo: "All'università, e anche dopo, rifiutati di prendere acidi perché ero pieno di rabbia suicida e temevo che la droga avrebbe indotto l'autodistruzione. Ovviamente quella era propaganda mediatica. Adesso ho 74 anni, poco da perdere, e mi piacerebbe un trip. È sicuro alla mia età? Come posso accedervi in modo sicuro?"

First Reformed, Paul Schrader: "Non credo che l'umanità sopravviverà a questo secolo"

Oliver Stone: un primo piano del regista
Oliver Stone: un primo piano del regista

Tra coloro che hanno risposto c'è Oliver Stone, che di sostanze stupefacenti si intende e ha commentato così la cosa: "Se lo fai, sarebbe meglio avere di nuovo trent'anni. Ma penso che qualunque momento sia meglio di niente. Sfortunatamente le persone con cui l'ho fatto in modo responsabile, alcune volte nella mia vita, sono tutte o in pensione o morte. Erano persone anziane, alcuni psichiatri, alcuni sciamani, ora sparsi ai quattro venti. Il consiglio migliore che io possa dare è questo: trova due o tre persone di cui ti fidi, e fallo. Mi sembri stabile, per nulla propenso al suicidio. Non mi preoccuperei." Per questo motivo l'Hollywood Reporter ha contattato Paul Schrader per sapere se la sua ricerca fosse a buon punto, e il cineasta ha risposto "Sto ancora cercando una guida spirituale".

Paul Schrader sta attualmente lavorando alla post-produzione del suo nuovo lungometraggio The Card Counter, i cui diritti di distribuzione sono stati recentemente acquistati dalla Focus Features, la divisione della Universal dedicata al cinema indipendente. Il film, inizialmente bloccato a causa della chiusura dei set la scorsa primavera, è stato poi completato grazie ai consigli di alcuni colleghi e amici del regista come Martin Scorsese, il quale ha commentato le pagine di copione per le scene ancora non girate.