Kill Bill 3: Maya Hawke sarà la figlia di Uma Thurman nel film?

Kill Bill 3, Maya Hawke, star di Stranger Things 3, potrebbe essere l'erede di sua madre Uma Thurman nel possibile terzo episodio della saga?

NOTIZIA di 23/07/2019

In queste ultime ore è trapelato che Kill Bill 3 potrebbe diventare possibile e i fan di Maya Hawke, erede di Uma Thurman e Ethan Hawke, sperano che la giovane possa far parte del film.

Kill Bill 3, di cui Quentin Tarantino e Uma Thurman hanno parlato recentemente, potrebbe prendere spunto dalla famosa scena in cui Beatrix Kiddo uccide Vernita Green in presenza di Nikki, figlia di quest'ultima.
Questo particolare momento potrebbe essere la partenza del terzo capitolo, soprattutto per la frase che la Sposa dice alla piccola: "Quando sarai grande, se la cosa ti brucerà ancora e vorrai vendicarti, io ti aspetterò".

Se così fosse Maya Hawke sarebbe perfetta nei panni di BB, figlia di Beatrix Kiddo, vista la grandissima somiglianza con mamma Uma e la sua età perfettamente in accordo con quella che avrebbe la piccola Kiddo oggi. Stavolta BB, ormai grande, potrebbe combattere al fianco della madre contro Nikki, in cerca di vendetta. Inoltre, sarebbe sorprendente vedere come la relazione tra Beatrix e BB si sia evoluta negli anni successivi. Staremo a vedere cosa ha in mente Tarantino.

La giovane Maya ha già avuto modo di collaborare con Quentin Tarantino, infatti fa parte del cast di C'era una volta a... Hollywood in un piccolo ruolo al fianco di Leonardo Di Caprio, Brad Pitt e Margot Robbie. Il film, presentato all'ultimo Festival di Cannes, uscirà a settembre.

Inoltre, proprio nell'ultimo periodo, Maya Hawke è stata sotto i riflettori grazie alla sua interpretazione in Stranger Things 3, nei panni di Robin riscuotendo un grande successo e ricevendo anche degli affettuosi complimenti da entrambi i genitori.

Quale scelta migliore per questo ipotetico nuovo Kill Bill?
Speriamo che Quentin pensi a questa possibilità, sicuramente al pubblico farebbe più che piacere poter vedere madre e figlia sullo stesso set, soprattutto nel sequel di uno dei cult del cinema internazionale.