Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

Glee, Heather Morris: "Lavorare con Lea Michele è stato spiacevole", ma anche altri attori erano cattivi

Heather Morris, Brittany in Glee, conferma il cattivo comportamento di Lea Michele sul set della serie tv, ma la produttrice dello show rincara la dose puntando il dito anche contro altri attori.

NOTIZIA di 04/06/2020

La polemica su Lea Michele non si arresta, dopo le citiche del cast di Glee in risposta al suo tweet a sostegno di Black Lives Matter anche la collega Heather Morris interviene su Twitter definendo spiacevole la loro collaborazione nella serie Fox.

Il tweet di solidarietà nei confronti di Black Lives Matter di Lea Michele ha acceso la miccia scatenando la risposta della collega Samantha Marie Ware che ha definito un inferno l'esperienza sul set di Glee per via del comportamento della Michele. Alla Ware si sono uniti altri attori e attrici afroamericani del cast confermando il cattivo comportamento della star e adesso anche la collega Heather Morris rincara la dose in risposta alle scuse di Lea Michele sui social, stimolate - probabilmente - dalla perdita di uno sponsor.

"Voglio essere chiara, l'odio è una malattia in America che stiamo cercando di curare perciò non vorrei mai diffondere odio nei confronti di un'altra persona" specifica Heather Morris, Brittany Pierce in Glee, su Twitter. "Detto ciò, lavorare con Lea è stato spiacevole? Moltissimo; credo che avrebbe dovuto essere ripresa per aver trattato gli altri in maniera così irrispettosa così a lungo. Ma è anche colpa nostra che abbiamo permesso che succedesse senza dire niente. Questa è un'altra lezione che stiamo imparando. In questo preciso momento è implicito nel discorso il fatto che lei sia razzista e anche se non posso dire niente su ciò che lei pensa, credo che stiamo assumendo e sapete cosa succede quando assumiamo una cosa...".

A rincarare la dose ci pensa anche la produttrice della serie tv Marti Noxon, intervenuta sui social per specificare che Lea Michele non era l'unica attrice colpevole di tenere un comportamento inadeguato sul set di Glee. La Noxon scrive:

"Ehi, sono d'accordo a condannare il cattivo comportamento e anche a provare una certa soddisfazione quando questo cattivo comportamento viene punito. Detto ciò, sul set di Glee era pieno di attori cattivi che NON erano solo donne. Le persone dell'industria sanno di chi parlo. Perché non vi fate avanti?"

Marti Noxon non fa nomi, ma condanna il sessismo nell'industria scrivendo che "un sacco di maschi hanno atteggiamenti da bulli" per poi cancellare il post e scusarsi della confusione provocata dalle sue parole.