Diabolik: “Ho visto il film, Luca Marinelli e Miriam Leone sono perfetti”, svela l’editore del fumetto

Mario Gomboli, soggettista e direttore responsabile del fumetto di Diabolik, ha commentato l'atteso film dei Manetti Bros interpretato da Luca Marinelli e Miriam Leone.

NOTIZIA di 21/03/2021
Diabolik Cover
Diabolik: il logo del nuovo film dei Manetti Bros.

Mario Gomboli, soggettista e direttore responsabile del fumetto di Diabolik, ha commentato l'atteso film dei Manetti Bros., inizialmente previsto per la fine dello scorso anno e ora rimandato a data da destinarsi. Gomboli lavora alle avventure del celebre ladro dal 1966, e da vent'anni è direttore responsabile della testata nonché direttore della casa editrice Astorina, che dà alle stampe le storie di Diabolik dal 1962. È anche il soggettista del film, che si ispira all'albo dove il protagonista incontra per la prima volta l'amata Eva Kant, che sullo schermo ha le fattezze di Miriam Leone, mentre Diabolik è Luca Marinelli.

Diabolik "Sarà spettacolare e vicino alle origini" promette 01 Distribution

Diabolik Eva Kant Fumetto
Diabolik: il fumetto dedicato a Eva Kant

Intervistato da Controcultura, Mario Gomboli ha commentato così le scelte di casting: "Miriam Leone nella parte di Eva è perfetta, nonostante ciò che diranno i detrattori. È identica, persino nel modo di muoversi e di ammiccare. Ho visto il film finito, montato, ma senza colonna sonora. E i protagonisti sono azzeccatissimi. Luca Marinelli è il Diabolik migliore che si possa immaginare, non esistendo un sosia. Gli occhi sono i suoi. [...] E anche Valerio Mastandrea è un ottimo ispettore Ginko. Sì, l'originale è un po' più giovane... ma ha imparato a fumare la pipa, che odiava..."

Venezia 2017: Antonio Manetti, Marco Manetti al photocall di Ammore e malavita
Venezia 2017: Antonio Manetti, Marco Manetti al photocall di Ammore e malavita

Nel cast di Diabolik ci sono anche Serena Rossi (come svelato da Gomboli, interpreta Elizabeth, la prima compagna del protagonista), Claudia Gerini, Alessandro Roja, Stefano Pesce e Roberto Citran. Le riprese si sono svolte a Courmayeur, Bologna, Milano, Trieste e Mezzano, in provincia di Ravenna. Il film doveva uscire nelle nostre sale il 31 dicembre 2020, ma ciò non è stato possibile a causa della seconda chiusura dei cinema in Italia, avviata il 26 ottobre e tuttora in corso. Attualmente non vi è una data precisa, così come non c'è per Freaks Out di Gabriele Mainetti, che doveva essere l'altro grande evento italiano al cinema durante il periodo festivo.