Mindhunter

2017 - ....

David Fincher: "I registi dei Marvel Studios non hanno libertà creativa"

Mentre lancia su Netflix la serie Mindhunters, Fincher critica l'approccio di Marvel nei confronti dei suoi autori.

Mentre l'attenzione è concentrata sulla sua nuova fatica televisiva, la serie Netflix MINDHUNTER, David Fincher ha espresso alcune opinioni critiche sui Marvel Studios e sul loro metodo di lavoro con i registi. Mentre le pellicole Marvel continuano a dominare il box office mondiale, Fincher solleva dubbi sulla scelta dello studio di privilegiare il brand rispetto alla creatività individuale dei registi ingaggiati.

Leggi anche: Mindhunter, 5 motivi per vedere la nuova serie tv di David Fincher

"C'è un largo gruppo di autori di talento, ma non credo che abbiano sufficiente libertà creativa lavorando per Marvel. Credo che se potessimo creare per loro una base di storie profonde, complesse, adulte, interessanti, impegnative e coinvolgerli nella regia, potrebbero dimostrare di sapersi muovere al di fuori dei canonici tre atti. Esiste anche un cinema al di fuori delle regole rigide che non deve durare due ore e mezza e concludersi con un cliffhanger. Credo che sarebbe un esperimento interessante."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

David Fincher: "I registi dei Marvel Studios non...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Gone Girl e Millennium: ecco tutte le inquadrature dei film di David Fincher
Mindhunter, Jonathan Groff e Holt McCallany nella mente dei serial killer