Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

Cobra: la prima versione inedita di 130 minuti gira tra i fan del film

La prima versione di Cobra, film action interpretato da Sylvester Stallone, era molto più lunga di quella uscita in sala e gira tra i fan del film.

NOTIZIA di 03/08/2020
Sylvester Stallone con Brigitte Nielsen in Cobra
Sylvester Stallone con Brigitte Nielsen in Cobra

La prima versione di Cobra, pellicola action interpretata da Sylvester Stallone, era molto più lunga di quella uscita in sala. Non si conosce la durata precisa, ma il rough cut era della durata di circa 130 minuti, ridotto inizialmente a 120. Il problema è che nello stesso periodo - una settimana prima - uscì Top Gun, e per evitare che quest'ultimo avesse un vantaggio eccessivo, fu richiesta mezz'ora di tagli per arrivare a massimo 90 minuti e ottenere una proiezione in più al giorno.

Oltre ai numerosi rimaneggiamenti puramente narrativi, con sottotrame eliminate e un montaggio un po' diverso in alcune scene d'azione, ci furono anche diverse rimozioni di momenti troppo violenti, per evitare che negli Stati Uniti il film ottenesse il visto X (oggi NC-17), che avrebbe limitato il numero di sale a disposizione. La versione provvisoria fu però ottenuta dai fan e ha circolato in modo clandestino per anni, in copie di qualità visibilmente inferiore. Gli appassionati sperano tuttora che Stallone e la Warner Bros. decidano di far uscire ufficialmente il director's cut di due ore.

Sylvester Stallone: un divo tutto muscoli... e tanto cervello!

Brian Thompson in Cobra
Brian Thompson in Cobra

Nonostante la concorrenza agguerrita di Top Gun, gli incassi di Cobra furono più che dignitosi: 160 milioni di dollari al box office globale, con un budget di appena 25 milioni. Fu però disprezzato dalla critica, ragion per cui ottenne sei nomination ai Razzie Awards, di cui due solo per Brian Thompson, nelle categorie del peggior attore non protagonista e della peggiore nuova star.

Brian Thompson fu anche vittima di uno strano atteggiamento da parte della Warner Bros., poiché non fu invitato alla prima del film e dovette comprare di tasca propria un biglietto per vederlo in sala. Nel corso degli anni il lungometraggio è diventato un cult, e lo scorso anno a Cannes Sylvester Stallone ha annunciato che si farà un remake, ma al momento non è chiaro se si tratterà di un film o di una serie televisiva.