Borat 2, il folle provino di Maria Bakalova: "Ha bevuto l'acqua dalla ciotola dei cani"

Durante un folle provino per ottenere la parte da coprotagonista nel film Borat 2, l'attrice Maria Bakalova ha addirittura bevuto l'acqua dalla ciotola di alcuni cani.

NOTIZIA di 26/04/2021

Maria Bakalova, coprotagonista di Borat 2, è stata protagonista di un provino a dir poco folle per ottenere il ruolo nel film con Sacha Baron Cohen, arrivando anche a bere acqua dalla ciotola di alcuni cani.

Borat Maria Bakalova
Borat - Seguito di film cinema: un'immagine di Maria Bakalova

Grazie al ruolo di Tutar Sagdiyev nel sequel di Borat, Maria Bakalova ha ottenuto una candidatura all'Oscar come miglior attrice non protagonista, divenendo la prima interprete bulgara a concorrere per il prestigioso riconoscimento. Per ottenere la parte nel film con Sacha Baron Cohen, Bakalova ha dovuto affrontare un provino tutt'altro che banale. Come riporta Page Six, nel giugno 2019 Bakalova è stata portata in aereo a Londra dalla sua città natale, Burgas, per provare il ruolo di Tutar Sagdiyev, la figlia del personaggio principale del film.

Il progetto è rimasto avvolto nel segreto quando quattro provinanti dell'Europa orientale sono stati messi alla prova con soggetti reali che non avevano idea di cosa stesse succedendo (proprio come sarebbe effettivamente successo nel film). "Abbiamo affittato una grande casa per quella giornata vicino al Parlamento a Westminster e questi quattro attori hanno improvvisato per dimostrare quanto sarebbero stati in grado di recitare con persone reali, senza lasciarsi spaventare", ha raccontato Andrew Newman , CEO della società di produzione britannica di Baron Cohen. "Gli attori hanno interagito con questa famiglia che pensava di prendere parte ad un casting per uno show televisivo sugli europei dell'Est che vivono in Gran Bretagna. E Maria è stata brillante", ha aggiunto Newman, entrando poi nel dettaglio: "I proprietari della casa avevano una gabbia per cani e lei è entrata nella gabbia ed ha iniziato a bere dalla ciotola dell'acqua. Questa famiglia britannica probabilmente avrà pensato 'Che diavolo è questo?!', mentre io pensavo 'Ha le palle d'acciaio'. Era semplicemente eccellente e aveva così tanto coraggio. Niente la turbava. Ciò di cui questa famiglia britannica non si rendeva conto era che avevano appena preso parte a qualcosa che ha poi portato alla creazione di un film candidato all'Oscar".

Poiché c'era una tale segretezza intorno al film, Bakalova era scettica riguardo al casting, pensando che dietro ci fossero dei secondi fini. "All'inizio Maria era piuttosto spaventata dal fatto che si trattasse solo di traffico sessuale", ha ricordato Newman, poiché Bakalova non sapeva nulla del film o che si sarebbe incontrata con Sacha Baron Cohen. In effetti, l'attrice era così preoccupata che ha chiesto al suo amico e manager Julian Kostov di aspettarla fuori durante il suo primo incontro. Anche sua madre, Rumyana, era preoccupata. "Semplicemente non era credibile che si trattasse di un vero casting", ha detto la donna a The Post, aggiungendo: "È un bene che Maria si sia fidata del suo intuito e abbia preso dei rischi e si sia lanciata in questa avventura, perché, come madre, avevo paura che l'avrebbero ingannata, ferita. Ho anche provato, lo ammetto, a farla rinunciare".

Borat 2, Maria Bakalova descrive la reazione della madre al film: "Ha pianto per ore"

Lo scrittore e produttore Dan Swimer, collaboratore di lunga data di Sacha Baron Cohen, ha detto che trovare Bakalova è stato un sogno diventato realtà per entrambi. "Pensavamo fosse un'impresa impossibile trovare una giovane attrice che parlasse fluentemente una lingua dell'Europa orientale e che potesse reggere il confronto con uno dei più grandi interpreti comici di sempre". Sia lui che Cohen hanno invece capito di aver trovato la loro donna quando Bakalova ha letto la prima scena nel ruolo di Tutar. "La sua performance è stata esilarante, commovente e reale. Tutti nella stanza l'hanno percepito. Ci sono stati brividi e forse anche qualche lacrima", ha detto Swimer, aggiungendo: "È pazza ed esilarante, ma è anche un'attrice molto professionale, quindi non ha avuto bisogno di qualcuno che le tenesse la mano durante il nostro viaggio".