Facebook

Austin Butler sulla voce di Elvis: "Penso farà sempre parte del mio DNA"

Austin Butler ha commentato il fatto che la sua voce sia ancora molto simile a quella di Elvis, sottolineando che per tre anni si era totalmente immerso nel personaggio.

Austin Butler sulla voce di Elvis: "Penso farà sempre parte del mio DNA"

Austin Butler ha affrontato i commenti di chi si sta chiedendo se smetterà mai di parlare con la voce di Elvis.
Il giovane attore, che poche ore fa ha conquistato il Golden Globe come Miglior Attore Protagonista in un film drammatico, è stato al centro dei commenti anche dopo il suo discorso di ringraziamento sul palco della cerimonia.

Elvis
Elvis: un'immagine di Austin Butler

Rispondendo alle domande di E! News, Austin Butler ha dichiarato: "Per me è difficile parlarne. Non riesco realmente a parlarne troppo. Non so la differenza".
Il protagonista di Elvis è ritornato a parlare della voce dell'icona della musica dopo la vittoria del premio assegnato dalla Hollywood Foreign Press Association, rispondendo alle domande dei giornalisti. Austin ha ribadito: "Non penso di avere ancora la sua voce, ma immagino che sia così perché lo sento dire molte volte". La giovane star ha quindi aggiunto: "Lo paragono spesso a quando qualcuno vive in un'altra nazione a lungo. Ho trascorso tre anni in cui Elvis era l'unica cosa su cui mi concentravo nella vita, quindi sono certo che ci siano semplicemente dei pezzi del mio DNA che saranno sempre collegati in quel modo".

Elvis: 5 motivi per vedere in streaming il film su Elvis Presley

In precedenza Austin aveva spiegato che per tre anni non ha visto la sua famiglia, si è preparato con Baz Luhrmann ed è poi andato in Australia. L'attore aveva ricordato: "Ho avuto dei mesi in cui non parlavo con nessuno. E quando l'ho fatto, l'unica cosa a cui stavo pensando era Elvis. Stavo parlando costantemente con la sua voce".