ZeroZeroZero, la recensione degli episodi 1x01 e 1x02: la cocaina non dorme mai

La recensione di ZeroZeroZero, episodi 1x01 e 1x02: Roberto Saviano, Stefano Sollima e Sky: dopo Gomorra squadra che vince non si cambia.

RECENSIONE di 05/09/2019
Zerozerozero 3
Zerozerozero: Andrea Riseborough durante una scena della serie

In Italia pochi sanno girare scene d'azione come Stefano Sollima: l'azione "alla Sollima" dovrebbe essere considerata patrimonio nazionale per la sua abilità non solo di mettere lo spettatore al centro di ciò che sta accadendo sullo schermo, ma anche per la capacità di assumere di volta in volta un ritmo e un significato ben precisi. Con nelle vene ancora l'adrenalina per quanto visto a Venezia 76, dove è stata presentata in anteprima mondiale come evento speciale, scriviamo la recensione di ZeroZeroZero, episodi 1x01 e 1x02 con la consapevolezza di trovarci di fronte all'ennesima opera di valore realizzata dal tris vincente Stefano Sollima, Roberto Saviano e Sky.

Ispirata all'omonimo romanzo di Roberto Saviano pubblicato nel 2013, dopo Gomorra - La Serie, ZeroZeroZero (divisa in otto episodi che arriveranno su Sky a inizio 2020) racconta di nuovo la criminalità organizzata, questa volta partendo però dalla Calabria, usando come spunto narrativo il viaggio di un importante carico di cocaina tra l'Italia, l'America, il Messico e l'Africa. Seguendo il flusso di soldi, Stefano Sollima ha la possibilità di raccontare famiglie e culture diverse, dai vecchi boss della 'ndrangheta nascosti in bunker, ad apparentemente rispettabili uomini d'affari americani.

Zerozerozero 7
Zerozerozero: Harold Torres in una scena della serie

Giochi di potere, antiche famiglie, soldi e guerra tra clan: non servono draghi o troni di ferro per raccontare la complessità degli esseri umani. ZeroZeroZero mostra come il male e la corruzione siano profondamente radicati nella società e soprattutto nell'economia globale, diffondendosi in modo capillare come un'infezione.

Un cast internazionale importante

Zerozerozero 1
Zerozerozero: Harold Torres in una scena della serie

Per interpretare gli esponenti delle diverse famiglie coinvolte nel traffico di cocaina è stato scelto un cast di grande talento: nel ruolo dei Lynwood, imprenditori che si occupano di trasporti, vediamo Gabriel Byrne, che è Edward, il capofamiglia; Andrea Riseborough, Emma, la primogenita che aiuta il padre negli affari, e Dane DeHaan, Chris, che genitore e sorella credono all'oscuro dei traffici illeciti di famiglia, ma che in realtà è molto più consapevole di quanto credano, nonostante vogliano proteggerlo per via della sua malattia, la còrea di Huntington, che presto gli impedirà di controllare i propri movimenti.

Zerozerozero 8
Zerozerozero: una scena della serie

Sul fronte italiano abbiamo invece Giuseppe De Domenico, interprete di Stefano La Piana, giovane ambizioso, che veste in completi eleganti e ha studiato, ma è più che pronto a seguire gli affari di famiglia, essendo il nipote di Don Minu (Adriano Chiaramida), boss che vede vacillare sotto di sé il potere avuto per decenni.

La cocaina non dorme mai

Interpretazioni di livello, regia (Sollima ha diretto i primi due episodi, mentre al resto hanno pensato Janus Metz Pedersen e Pablo Trapero) e fotografia curatissime, colonna sonora quasi straniante dei Mogwai: ZeroZeroZero è l'ennesimo prodotto televisivo dal respiro cinematografico realizzato da Sky, che sottolinea come la cocaina sia ormai la moneta con cui si ottiene il potere, scambiata e venduta a ogni ora del giorno, in tutti i continenti, non conoscendo sosta e fusi orari.

Zerozerozero 6
Zerozerozero: Giuseppe De Domenico in una scena della serie

Quasi una saga epica, la serie racconta anche diversi tipi di famiglia, facendo dei vari nuclei familiari il simbolo attraverso cui parlare della natura umana: ogni famiglia è diversa dalle altre e allo stesso tempo simile, con i suoi legami di sangue messi a dura prova da rivalità, invidie, malattia e giochi di potere. Luci e ombre, vecchio e nuovo, traffici illegali e attività rispettabili: ZeroZeroZero è un racconto di contrasti, in cui lo scopo è conservare il potere, a qualunque costo, in qualunque modo. Un racconto spietato e di una precisione chirurgica, che affascina e fa gelare il sangue.

Conclusioni

Come detto nella recensione di ZeroZeroZero, episodi 1x01 e 1x02, la nuova serie creata, diretta e prodotta dal trio vincente formato da Stefano Sollima, Roberto Saviano e Sky non delude le aspettative, dimostrando di essere un racconto dal respiro cinematografico e le ambizioni altissime. Regia, fotografia e colonna sonora (firmata dai Mogwai) curatissime fanno da supporto a un cast di livello, tra cui figurano anche gli attori americani Gabriel Byrne, Andrea Riseborough e Dane DeHaan, che interpretano i Lynwood, famiglia di imprenditori americani che arrotonda il business facendo affari con la 'ndrangheta e i narcotrafficanti messicani. Un carico di cocaina che viaggia tra USA, Messico, Italia e Africa diventa il pretesto per raccontare le lotte per il potere che si riflettono nell'economia globale e nella società.

Movieplayer.it

4.0/5

Voto medio

2.7/5