Zack Snyder’s Justice League: cosa sarebbe accaduto nei sequel mai annunciati

Scopriamo come sarebbe proseguita la storia dei personaggi della Justice League nei due sequel mai annunciati della Snyder Cut.

APPROFONDIMENTO di 03/04/2021
Justice League Zack Snyder Cut 11
Zack Snyder's Justice League: una scena

Zack Snyder è stato di parola. Pur di non andare contro la sua visione originale del film, ha concluso Zack Snyder's Justice League con un cliffhanger, lasciando ogni spettatore con la voglia di saperne di più. E non solo, perché in uno strano gioco che ha il sapore di un Lascia o raddoppia, l'unica scena aggiuntiva creata ad hoc per l'occasione è stata un ennesimo sguardo al futuro della storia, dove in un mondo ormai distrutto da Darkseid, il grande nemico finale, Batman e un gruppo di improbabili alleati (tra cui il Joker) cercano di nascondersi da un Superman ormai completamente volto al male. Un'anticipazione del futuro, visto che la storia vera e propria del film, prima dell'epilogo, mostra proprio Darkseid prepararsi alla conquista della Terra. La certezza è una sola: quattro ore non sono bastate e la voglia di avere i due sequel, nella testa del regista da tempo ma mai confermati, ormai è incontenibile. Purtroppo ci sono pochissime possibilità che la saga diretta da Zack Snyder possa proseguire (anche se abbiamo imparato che quando un titolo ha così tanto successo, nonostante le dichiarazioni ufficiali precedenti, possiamo aspettarci di tutto) ed è per questo motivo che abbiamo deciso di riassumere, in maniera ordinata, cosa sarebbe accaduto nei sequel mai annunciati della Snyder Cut.

La trama di Justice League 2

Justice League Zack Snyder Cut 5
Zack Snyder's Justice League: una scena

Il capitolo successivo alla Snyder Cut sarebbe ripartito esattamente dalle ultime immagini viste nell'epilogo del film. Ogni membro della Lega sarebbe ritornato alle proprie vite: Diana sarebbe tornata dal suo popolo, Barry avrebbe cercato di scagionare suo padre con l'aiuto di Victor, Arthur sarebbe tornato dagli Atlantidei con vari conflitti da risolvere e Clark e Lois si sarebbero preparati alla nascita di un figlio. Batman, invece, avrebbe iniziato una caccia tra gatto e topo con l'Enigmista, scelto da Lex Luthor (che nel frattempo ha messo insieme una Lega alternativa, formata da cattivi) come l'uomo giusto per risolvere il mistero dell'Equazione Anti-Vita. Dopo averlo rintracciato, Batman vedrà l'Enigmista suicidarsi, spinto alla follia dalla soluzione dell'Equazione. Nel mentre Darkseid arriva sulla Terra grazie a un nuovo risveglio delle Scatole Madri per mano di Lex Luthor. Superman decide di combatterlo subito, lasciando Lois nella Bat-Caverna protetta da Batman. Darkseid non è interessato a uccidere Superman, ma a mantenerlo sotto al suo controllo e quindi a spezzare la sua forza di volontà e le sue certezze. In poche parole, grazie anche ai consigli di Lex, il conquistatore di mondi sa come colpire: giunge alla Bat-caverna dove Batman è bloccato dalla paura e, con i suoi raggi Omega (visti brevemente in un flashforward di Justice League) polverizza Lois. Le immagini successive le abbiamo viste nel film, poco prima della resurrezione di Superman, grazie a una visione di Cyborg. La Lega nemica di Lex attacca Amazzoni (uccidendo Wonder Woman) e Atlantidei (solo Mera, interpretata da Amber Heard, riuscirà a fuggire). Superman, dopo aver assistito alla morte di Lois, perde ogni fiducia (ricordiamo che Lois è il suo mondo) e diventa l'essere malefico visto nella storyline del Knightmare. La sua prima azione, dopo aver assistito alla scena, è distruggere Lex con i suoi raggi laser. Letteralmente. Batman riesce miracolosamente a fuggire. Cinque anni dopo, siamo esattamente in quel mondo distopico visto in Batman v Superman e nell'epilogo di Justice League: Darkseid ha conquistato il pianeta.

#RestoreTheSnyderVerse: c'è speranza di vedere i sequel della Justice League di Zack Snyder?

La trama di Justice League 3

Justice League Zack Snyder Cut 9
Zack Snyder's Justice League: Jared Leto in un primo piano del Joker

La Terra è sotto il controllo di Darkseid e dei suoi Parademoni, diventati l'esercito di Superman. A morire è anche la figlia di Deathstroke, il nemico del Cavaliere Oscuro (e villain di quello che doveva essere il film stand-alone sull'uomo pipistrello diretto da Ben Affleck) che, per vendicarsi, si unirà a Batman e agli membri sopravvissuti. Oltre a nascondersi da Superman, il gruppo dovrà cercare di rubare ancora una volta le Scatole Madri con cui avere l'energia necessaria per mandare Flash indietro nel tempo e avvisare Bruce (quello che abbiamo visto brevemente in Batman v Superman: Dawn of Justice). Riusciranno nell'impresa di raccogliere le Scatole Madri, ma non senza sacrifici: Superman è davvero troppo forte e, in uno scontro impari, ucciderà tutti. Tutti tranne Flash che, quasi come fosse uno specchio di quanto visto in Justice League, riuscirà a muoversi più velocemente e a viaggiare nel tempo. Riuscirà ad avvisare Bruce e Lois, poco prima dell'arrivo di Darkseid nella bat-caverna, per poi sparire. La storia sembra ripetersi, ma questa volta Bruce decide di sacrificarsi, prendendo i raggi di Darkseid al posto di Lois. In questo modo, Superman non cede alla disfatta emotiva e il malvagio nemico è costretto alla ritirata. Tutti gli eroi, sopravvissuti all'attacco a sorpresa della Lega di Lex, decidono di unire le forze per salvare il mondo, dando vita a una nuova età degli eroi come era stato preannunciato da Diana nel film che abbiamo visto. Ci sarebbe stata, a questo punto, una grande ed epica battaglia finale in cui si sarebbero unite le Lanterne Verdi e tutti i personaggi dell'Universo DC. A questo proposito è bene sottolineare un aspetto importante: nel finale della Snyder Cut abbiamo visto Martian Manhunter in una scena in cui inizialmente erano previste le Lanterne Verdi, scelta poi cassata dalla produzione e che ha stravolto i piani di Snyder.

Zack Snyder's Justice League, la recensione: 4 ore di epica, mitologia, spettacolo e cinema

In questa versione della storia non si ha la conferma di come il personaggio interpretato da Harry Lennix avrebbe partecipato, se come semplice sostituto delle Lanterne o come personaggio ex novo. Al termine della battaglia finale, con la distruzione definitiva delle Scatole Madri e la sconfitta di Darkseid, Diana sarebbe tornata a Themyscira e avrebbe preso il posto di Hippolyta; Aquaman sarebbe salito al trono di Atlantis; Cyborg si sarebbe evoluto in un dio digitale tornando ad avere l'aspetto umano. Bruce Wayne, invece, sarebbe morto, sacrificandosi durante la battaglia. Non è chiaro il destino di personaggi quali Flash e Lex Luthor, ad oggi il regista non ha rilasciato dichiarazioni in merito. Vent'anni dopo, il figlio di Clark e Lois, di nome Bruce, e senza superpoteri da kryptoniano, sarebbe diventato il nuovo Batman.