T2 Trainspotting

2017, Drammatico

Ewan McGregor: "Dopo Trainspotting, per anni ho fatto foto ai gabinetti"

In T2 Trainspotting Ewan McGregor e Jonny Lee Miller tornano, dopo venti anni, a interpretare la coppia di amici Mark Renton e Sick Boy, questa volta alla prese con il tempo che passa, le nuove tecnologie, una scena di lotta e una musicale in cui danno la (volutamente) peggiore esibizione della loro carriera. Dal 23 febbraio al cinema.

T2: Trainspotting 2 - Ewan McGregor sorride in un'immagine del trailer del film

Dopo aver scelto di smetterla con l'eroina e di abbandonare i suoi amici scappando ad Amsterdam, Mark Renton (Ewan McGregor) sembrava aver abbracciato tutto quello in cui non credeva: famiglia, un lavoro fisso, la lavatrice, sport, vita sana. Nonostante lo sforzo di cambiare, la puzza del peggior cesso di Scozia gli è rimasta attaccata addosso, e, di ritorno nella natia Edimburgo dopo venti anni, scopre che tutto è cambiato, ma allo stesso tempo è rimasto immutato: se non altro i suoi amici non si sono affatto scordati di lui. Anzi. Begbie (Robert Carlyle) è in galera, ma farebbe di tutto pur di ucciderlo, Spud (Ewen Bremner) si è speso, ovviamente in droga, tutti i soldi che Mark gli aveva lasciato, e Sick Boy (Jonny Lee Miller) non vede l'ora di assaporare la sua vendetta.

Leggi anche: T2: Trainspotting: noi, tossici della nostalgia

Con T2 Trainspotting Danny Boyle torna dunque a raccontare la storia dei suoi quattro balordi di Edimburgo, ispirandosi tiepidamente a Porno (2002), sequel di Trainspotting che porta sempre la firma di Irvine Welsh, scrivendo, insieme allo sceneggiatore John Hodge, un seguito fatto di nostalgia, in cui i suoi protagonisti sono "turisti nella loro giovinezza".

T2: Trainspotting 2 - un'immagine del trailer del film

Abbiamo incontrato Ewan McGregor e Jonny Lee Miller a Londra, all'anteprima mondiale del film, dove ci hanno parlato del tempo che passa, delle nuove tecnologie e di due scene particolarmente significative che li vedono coinvolti: quella della lotta e quella dell'esibizione musicale in un pub.

Lotte su tavoli da biliardo ed esibizioni nei pub

T2: Trainspotting 2 - Ewan McGregor e Jonny Lee Miller in un'immagine del trailer del film

Nonostante i segni sul volto, Ewan McGregor e Jonny Lee Miller sembrano aver mantenuto lo stesso spirito ironico che avevano negli anni '90: nella prima scena in cui si incontrano di nuovo in qualità di Mark Renton e Sick Boy, i due se le danno di santa ragione attorno a un tavolo da biliardo. È impossibile non pensare però che quella scena, necessaria per ristabilire l'equilibrio tra i personaggi, nasconda anche un affetto profondo tra i due, che vivono un rapporto di amore e odio. Abbiamo chiesto agli attori se quello scontro sarebbe potuto finire con baci e abbracci e Miller ha detto: "Ci abbiamo pensato, ma Danny ha detto di no", più spinto McGregor: "Non stai pensando alla cosa che fa Anjela (Anjela Nedyalkova, interprete di Veronika) nel film, vero? Credo che Mark e Simon siano davvero molto amici. Quando torna, a Mark tocca prendersi qualche calcio da Simon. La scena di lotta è fantastica: mi ha colpito, me ne ero dimenticato, l'ho vista per la prima volta ieri alla première. Quella scazzottata è davvero buona!".

T2: Trainspotting 2, Ewan McGregor e Jonny Lee Miller in un momento del film

Un'altra scena divertente tra i due è quella in cui devono esibirsi in un pub: entrambi, che nella vita reale sono degli ottimi cantanti, basti pensare alla prova di McGregor in Moulin Rouge o ai balletti di Miller nella serie Eli Stone, stonano volutamente. Quanto è stato difficile cantare male volutamente? A questa domanda Ewan McGregor, con aria sconvolta, ha fatto finta di andarsene, per poi rispondere divertito: "È stato molto divertente fare quella scena. Avevamo paura: siamo dovuti salire sul palco e farla dal vivo. Jonny ha imparato a suonare il piano e io ho improvvisato sulle parole di John. Ci siamo esibiti live, di fronte a molte comparse: avevamo i nervi tesi, come dovrebbe essere. Da quel punto di vista è stato divertente". Per Miller invece: "È stato molto difficile per me premere le note sbagliate sul pianoforte, perché sono un ottimo pianista ed è stato complicato fingere. Sto mentendo".

Leggi anche: Danny Boyle su T2 Trainspotting: "Il mio omaggio a David Bowie, alle donne e al tempo che passa"

Il tempo che passa e la passione di McGregor per i gabinetti

T2 Trainspotting: una scena con Ewan McGregor e Robert Carlyle

In T2 Trainspotting c'è un omaggio alla famosa scena del gabinetto del primo film: a causa di quel momento iconico, forse uno dei più famosi della storia del cinema, Ewan McGregor ha un rapporto particolare con i bagni? Quando entra in una stanza da bagno controlla sempre il gabinetto? "In questo film c'è un piccolo omaggio alla scena del bagno del primo. A volte ho fatto delle foto ai gabinetti: se erano particolarmente sporchi o molto puliti, a volte immacolati. Foto di gabinetti: non so perché le ho sul mio telefono!" ha risposto l'attore, canzonato da Miller: "È disturbo post traumatico da stress, fratello!".

Leggi anche: Trainspotting, un cult in 5 ricordi, volare basso insieme ai supereroinomani

T2: Trainspotting 2, Ewan McGregor e Jonny Lee Miller in una scena del film

Nel film l'elemento che più trasmette il senso del tempo che passa, oltre ai volti degli attori, è la tecnologia: social network e cellulari sono onnipresenti, vediamo perfino Renton e Sick Boy usare Snapchat. La tecnologia è la cosa che è cambiata di più in questi venti anni o anche gli attori e i loro personaggi non sono più gli stessi? "No, siamo cambiati" ha risposto McGregor, continuando: "Credo che anche i personaggi siano capaci di cambiare. Io sono cambiato molto in questi anni". Per Miller invece: "Sick Boy non usa internet tanto quanto potrebbe: è Renton a trovare le informazioni sul finanziamento. È come se Simon si fosse scordato dell'esistenza di internet: cerca di fare le cose ancora alla vecchia maniera. Gestisce tutto per telefono".

Ewan McGregor e Jonny Lee Miller parlano di T2 Trainspotting

Ewan McGregor: "Dopo Trainspotting, per anni ho...

Mostra i vecchi commenti

T2 Trainspotting: noi, tossici della nostalgia
Danny Boyle su T2 Trainspotting: “Il mio omaggio a David Bowie, alle donne e al tempo che passa”