Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

One Night in Miami..., il protagonista: “Questo è un Malcom X diverso, che non si trova su YouTube”

La video intervista a Kingsley Ben-Adir, protagonista di One Night in Miami..., film d'esordio alla regista di Regina King, in cui è Malcom X. Su Amazon Prime Video.

INTERVISTA di 20/01/2021
Onim Sg 00038C 1599503241 928X523 1Xwxbsc
One Night in Miami: una scena

Dopo essere stato presentato fuori concorso alla 77esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, One Night in Miami..., splendido esordio alla regia dell'attrice premio Oscar Regina King, è disponibile dal 15 gennaio su Amazon Prime Video. Tra i film più belli di questo 2021 (di cui sentiremo sicuramente parlare agli Oscar), è la trasposizione cinematografica dell'omonima opera teatrale di Kemp Powers (anche co-regista di Soul della Pixar).

On Night In Miami 2
One Night in Miami: Kingsley Ben-Adirin in una cabina telefonica

Ambientato nella Miami del 1964, racconta una notte molto particolare, in cui Malcom X, Sam Cooke, Jim Brown e Muhammad Alì (quando si chiamava ancora Cassius Clay) si incontrano in una stanza di hotel per festeggiare la vittoria del pugile, a 22 anni, del titolo mondiale dei pesi massimi. A interpretarli quattro attori che brillano nei rispettivi ruoli, ovvero: Kingsley Ben-Adir, Leslie Odom Jr., Aldis Hodge e Eli Goree.

Il più tormentato dei quattro è Malcom X, che sente di dover spingere gli altri a fare di più per la causa del Black Power, anche usando parole dure. Abbiamo potuto parlare con Kingsley Ben-Adir via Zoom e gli abbiamo chiesto quanto sia importante avere un amico come Malcom, che non ha paura di dire sempre la verità, anche quando è dura: "È la cosa più importante: è uno degli aspetti per cui mi sento più fortunato nella vita" ci ha detto, proseguendo: "Con il mio gruppo di amici più stretti ci conosciamo da quando avevamo 10-11 anni e la loro onestà a volte è difficile da accettare. Ma è una delle cose più preziose che ho. Quindi sì: è importante".

La video intervista a Kingsley Ben-Adir

One Night in Miami, la recensione: grandi icone illuminate da una notte nera

One Night in Miami... e l'importanza di trovare la propria voce

I protagonisti di One Night in Miami sono quattro persone speciali, ma qui le vediamo combattere con insicurezze e paure. Uno dei temi centrali del film è trovare la propria voce: ma come si fa? Per Kingsley Ben-Adir: "È diverso per tutti: se sei abbastanza fortunato da riuscire a capire chi sei, cosa è importante per te e vuoi fare nella vita nel mondo di oggi, è un vero privilegio. Da attore e artista è importante trovare la tua voce. Non so: mi hai fatto una domanda molto filosofica".

Regina King su One Night in Miami: "Le storie cambiano il mondo: da regista posso raccontarle come voglio"

One Night In Miami 1
One Night in Miami: una scena del film

Nel film Malcom dice a Jim Brown e Sam Cooke che potrebbero fare di più: eppure la canzone A Change Is Gonna Come nel 2008 è stata citata da Barack Obama quando è stato eletto Presidente degli Stati Uniti. I film, le canzoni magari sono cose semplici, ma possono cambiare il mondo. L'attore ci crede: "Spero di sì. Quando ero piccolo guardavo i film e certi momenti hanno avuto un impatto emotivo su di me. Mi hanno cambiato: avrei potuto parlarne per ore. Credo sia molto interessante: quando regia e recitazione sono grandiose possono creare momenti che mettono le persone in contatto con ciò che sta accadendo sullo schermo, rendendoci tutti parte della stessa esperienza. Quindi sì: per me la musica, i film, la buona televisione, le storie e i personaggi che hanno uno spessore psicologico per me hanno un fascino incredibile. È il mio lavoro".

One Night in Miami... mostra un Malcom X che non conoscevamo

One Night In Miami 3
One Night in Miami: una immagine del film

In One Night in Miami Regina King ci mostra un Malcom X meno conosciuto: lo vediamo scherzare, scattare fotografie, addirittura gli altri dicono che dovrebbe fare il regista. Un aspetto fondamentale per Kingsley Ben-Adir: "Una delle cose che mi ha lasciato questo film è la sensazione di aver vissuto un'esperienza. Mi sono profondamente innamorato di quest'uomo. Sento che mi manca moltissimo. È una di quelle persone con cui non vorrei nemmeno avere una conversazione, ma semplicemente stargli vicino. Me ne starei seduto in silenzio a vederlo agire e parlare. Mi sarebbe piaciuto poterlo ascoltar di più. E per due mesi l'ho fatto ogni giorno. Da quando mi svegliavo a prima di andare a dormire l'ho ascoltato e guardato sempre. Un essere umano che va oltre il fascino: intenso, complesso, divertente. È stato bellissimo esplorare anche il lato più intimo, dolce e fragile di Malcom. È ciò che mi ha attirato del progetto fin da quando l'ho letto: è un Malcom diverso, che non si trova su YouTube. È stata una parte importante della gioia di questo ruolo".