I 20 migliori horror psicologici da vedere

La classifica dei migliori horror psicologici da vedere: da classici come Psycho a film più recenti come The Witch e The Lodge, ecco tutti quei film che gli amanti del brivido non possono assolutamente lasciarsi scappare.

CLASSIFICA di 04/04/2020
Haley Joel Osment ne Il sesto senso
Haley Joel Osment ne Il sesto senso

Anche se tra i cinefili sono in pochi ad ammetterlo, l'horror resta uno dei generi di film più amati in assoluto. L'afflusso di pubblico in sala e il sempre più frequente apprezzamento da parte della critica (storicamente meno avvezza a questo tipo di pellicole) indicano che gli amanti del brivido sono in costante aumento: tra tutti i sottogeneri di cui l'orrore su schermo si compone, uno dei prediletti dai fan di questo tipo di pellicole è senza dubbio l'horror psicologico.

Nicole Kidman in una scena dell'inquietante The Others
Nicole Kidman in una scena dell'inquietante The Others

Questi film raccontano le paure dei loro protagonisti, dipingendone nel dettaglio instabilità emotiva e disturbi mentali, riuscendo così a creare uno stato di tensione crescente nello spettatore che si trova vivere quello che accade nella mente dei personaggi. Da Psycho, caposaldo indiscutibile del genere, a film più recenti come Good Night Mommy e The Witch, ecco quelli che secondo noi sono i 20 migliori horror psicologogici da vedere.

Film horror in uscita: i più attesi del 2020

1. Psycho (1960)

Janet Leigh in una sequenza di Psycho
Janet Leigh in una sequenza di Psycho

Cominciamo quindi con Psycho, il capolavoro di Alfred Hitchcock datato 1960 con Janet Leigh e Anthony Perkins. Al centro della storia la giovane Marion, segretaria inquieta che vorrebbe potersi costruire una vita con l'amante, sommerso dai debiti dopo un divorzio. L'insoddisfazione spinge la ragazza a rubare un'ingente somma di denaro al proprio datore di lavoro e a scappare: sorpresa sulla strada da un temporale, Marion è costretto a fermarsi in uno sperduto motel lontano dalle strade principali. Ad accoglierla è il proprietario, Norman Bates, ragazzo timido e solitario, con un'anziana madre da accudire. 
Ma le apparenze sono molto lontane dalla realtà e Norman nasconde un lato molto più pericoloso di quanto Marion si sarebbe mai potuta immaginare.

2. Repulsione (1965)

Repulsione: Catherine Deneuve in una scena del film
Repulsione: Catherine Deneuve in una scena del film

Repulsione, è un film diretto da Roman Polanski - regista che, come vedrete, ritroveremo più volte in questa classifica - interpretato da Ian Hendry e Catherine Deneuve. La protagonista è la giovane Caroline Ledoux, che lavora in un centro di bellezza e vive con la sorella Hèlène. La ragazza soffre per la presenza in casa di Michael, l'amante della sorella, e lo stato ansioso in cui precipita, che l'allontana anche dal fidanzato, si trasforma presto in schizofrenia. La repulsione per la situazione in cui si trova, e per la presenza di Michel, la portano presto a soffrire di violente allucinazioni.

3. Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York (1968)

Mia Farrow è Rosemary Woodhouse nel film Rosemary's baby - Nastro rosso a New York
Mia Farrow è Rosemary Woodhouse nel film Rosemary's baby - Nastro rosso a New York

Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York, sempre di Roman Polanski, è senza dubbio un altro cult di questo genere. I protagonisti sono una giovane coppia di sposini, Rosemary (Mia Farrow) e Guy (John Cassavetes), appena trasferitisi in un nuovo appartamento, situato in uno storico palazzo di New York. I due, ansiosi di cominciare la loro nuova vita insieme, vengono presto subissati dalle incessanti attenzioni dell'anziani vicini, i coniugi Castevet: dapprima infastidito, Guy comincia a passare sempre più tempo con Roman e Minnie, affascinato dalle loro storie di vita. Dopo un incontro con il marito di cui ricorda molto poco (casualmente proprio dopo aver assaggiato un dolce cucinato da Minnie), Rosemary si scopre incinta. La gravidanza, inizialmente molto difficile, fa presto sprofondare la giovane donna in un vortice di angoscianti paranoie, che la portano a sospettare dell'identità e delle vere intenzioni degli inquietanti vicini.

4. L'inquilino del terzo piano (1976)

L'inquilino del terzo piano: Roman Polanski e Isabelle Adjani in una scena del film
L'inquilino del terzo piano: Roman Polanski e Isabelle Adjani in una scena del film

Continuiamo con Polanski per parlare di un altro dei suoi film più conosciuti: L'inquilino del terzo piano. Trelkovsky, interpretato dallo stesso regista, è un impiegato polacco naturalizzato francese che decide di affittare un appartamento. L'unico problema è che l'inquilina precedente, Simone Choule, si trova in ospedale in fin di vita dopo essersi gettata dalla finestra. Solo dopo la sua morte l'uomo potrà trasferirsi nel tanto agognato appartamento, ma presto, spinto anche dalle ingiuste persecuzioni dei vicini, cadrà in uno stato di confusione mentale sempre più opprimente.

5. Shining (1980)

Jack Nicholson in una sequenza di Shining
Jack Nicholson in una sequenza di Shining

Non potevamo non inserire in questa lista di horror psicologici imperdibili il capolavoro di Stanley Kubrick, Shining. Il film, tratto da un romanzo di enorme successo di Stephen King, racconta di una famiglia costretta a passare l'inverno in un hotel di montagna. Jack (Jack Nicholson), assunto come custode e pronto a terminare il tanto sudato romanzo, porta con sé all'Overlook Hotel la moglie Wendy e il piccolo Danny. Il bambino è molto più speciale di quanto possa sembrare, possiede infatti degli straordinari poteri psichici: l'albergo, popolato da inimmaginabili forze e terrificanti creature, vorrebbe impadronirsi di questa sua forza, e cerca di usare suo padre per arrivare a lui. Jack, che è un ex alcolista, si fa pian piano corrompere dalle oscure presenze che abitano l'Overlook e, molto presto, Wendy e Danny dovranno proteggersi dalla sua furia omicida.

20 Film horror diventati cult da vedere

6. Misery non deve morire (1990)

Kathy Bates è Annie Wilkes in Misery
Kathy Bates è Annie Wilkes in Misery

Un altro film tratto da un'opera di Stephen King, un altro indiscutibile cult nel genere degli horror psicologici. Misery non deve morire, diretto da Rob Reiner e interpretato da James Caan e da una fantastica Kathy Bates, racconta di un famoso romanziere, Paul Sheldon, autore della popolarissima serie dedicata al personaggio di Misery, che, dopo un violento incidente stradale, viene salvato da una sua grandissima ammiratrice, Annie Wilkes. La donna, che è infermiera, si prende cura di lui e, per gratitudine, Paul le permette di leggere il suo nuovo manoscritto, che ancora non è stato dato alle stampe. Annie, che nutre un interesse morboso nei confronti dell'uomo e del personaggio protagonista dei suoi romanzi, viene accecata dalla rabbia quando scopre che la sua eroina muore. Presto Annie decide di sfogare tutta la sua violenta frustrazione sullo scrittore ferito.

7. Allucinazione Perversa (1990)

Allucinazione Perversa
Una scena di Allucinazione Perversa

Il protagonista di Allucinazione Perversa, film diretto da Adrian Lyne, è un reduce della Guerra del Vietnam che, pur avendo una laurea alle spalle e la preparazione per aspirare a qualcosa di più lavora presso le poste di New York. Le sue terrificanti esperienze durante la guerra cominciando ad influenzare sempre di più la sua vita, rovinando i rapporti con i suoi affetti. Le cose si fanno sempre più drammatiche e, tormentato da continui flashback, l'uomo comincia a chiedersi se dietro a quello che gli sta succedendo si nasconda qualcosa di più.

8. Il silenzio degli innocenti (1991)

Anthony Hopkins di fronte a Jodie Foster in una scena de IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI
Anthony Hopkins di fronte a Jodie Foster in una scena de IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI

Passiamo ad un altro grande classico dell'horror psicologico, Il silenzio degli innocenti, film diretto da Jonathan Demme e interpretato da Jodie Foster e dal fantastico (e in questo caso terrificante) Anthony Hopkins. In seguito ad una serie di efferati omicidi ai danni di giovani donne, l'FBI manda l'agente Clarice Starling (Foster) a parlare con il killer cannibale Hannibal Lecter (Hopkins), criminologo ed ex-psichiatra, per riuscire ad entrale nella mente dell'assassino seriale ribattezzato Buffalo Bill. Tra Clarice e Hannibal si instaurerà un rapporto molto particolare, quasi di rispetto reciproco, mentre cercano di scoprire il più possibile sul crudele omicida.

I 26 migliori film horror tratti da storie vere

9. Il sesto senso (1999)

Haley Joel Osment  e Bruce Willis in una scena di Il sesto senso
Haley Joel Osment e Bruce Willis in una scena di Il sesto senso

Continuiamo con Il sesto senso, film che ha reso famoso il regista M. Night Shyamalan (conosciuto in particolare per i suoi sconvolgenti finali a sorpresa). La storia si apre con lo psichiatra infantile Marcolm Crowe (Bruce Willis), ferito da un suo ex-paziente. Tempo dopo, lo ritroviamo in procinto di prendere in cura il piccolo Cole (Haley Joel Osment), un bambino convinto di poter vedere gli spiriti dei defunti e di poter comunicare con loro. Inizialmente estremamente scettico, Malcolm scoprirà molto presto che Cole è veramente perseguitato da dei fantasmi, e lo aiuta ad imparare come utilizzare il suo dono straordinario poterli per aiutare.

10. The Others (2001)

Nicole Kidman in una scena del terrorizzante The Others
Nicole Kidman in una scena del terrorizzante The Others

In The Others, film horror diretto da Alejandro Amenábar, Nicole Kidman interpreta Grace, una donna che vive in un'enorme casa in compagnia dei suoi due figli, in attesa del marito partito per la guerra. I due bambini sono afflitti da una malattia molto rara, non possono infstti esporsi in alcun modo alla luce del sole, altrimenti ne morirebbero. Un giorno, dopo la misteriosa scomparsa di tutti i domestici, alla porta della villa si presentano una coppia di anziani ed una ragazza muta, pronti a prendere il loro posto. Dal loro arrivo le cose nella casa si fanno sempre più strane e i bambini, Anne e Nicholas, cominciano a percepire oscure presenze nei suoi oscuri corridoi. Diventato famoso per il suo inaspettato finale a sorpresa, The Others non poteva mancare in questa lista dei migliori horror psicologici.

11. Session 9 (2001)

Peter Mullan in una scena di SESSION 9
Peter Mullan in una scena di SESSION 9

Session 9 è un film horror diretto da Brad Anderson. Gordon Fleming è il proprietario della Hazmat Elimination Co., e deve vincere l'appalto per la rimozione dell'amianto da un ospedale in disuso, prossimo ad essere ristrutturato. Per chiudere l'accordo l'uomo promette che ultimerà i lavori in una settimana, anche i suoi operai ne stimano almeno venti. Con il passare del tempo però, l'aria misteriosa ed opprimente che aleggia nell'ospedale comincia ad avere effetti inaspettati sugli uomini che vi lavorano.

12. Spider (2002)

Spider
Spider: una scena del film

David Cronenberg dirige Spider, film interpretato da Ralph Fiennes e Gabriel Byrne. Dennis è un uomo malato di schizofrenia paranoide in conflitto costante con la sua mente, in cui passato e presente si sovrappongono costantemente. Con il passare del tempo l'uomo precipita sempre di più nelle sue ossessioni e rivive i momenti più traumatici del suo passato, soprattutto quello della morte violenta della madre.

13. Two Sisters (2004)

Two Sisters
Una scena di Two Sisters

Film horror diretto da Kim Jee-woon, Two Sisters racconta la storia di due sorelle che, dopo un periodo trascorso in una clinica psichiatrica vengono riaccompagnate a casa. Le due dovranno fare i conti con la nuova, crudele, matrigna, e con le strane presenze che sembrano infestare la casa e che le porteranno a rivivere alcuni momenti dolorosi del loro passato.

14. Good Night Mommy (2014)

Goodnight Mommy
Una scena di Good Night Mommy

Continuiamo con un film dalla trama simile a quello precedente ma con risvolti completamente differenti: Good Night Mommy, diretto da Veronika Franz e Severin Fiala, racconta di due gemelli di nove anni che vivono in una grande casa di campagna con la madre, dopo che questa si è sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica al viso. I due, visti i comportamenti violenti di lei, cominciano a sospettare che chi si nasconde sotto le bende non sia veramente la loro madre. Good Night Mommy non è, purtroppo, un horror psicologico molto conosciuto, ma si guadagna a pieno titolo un posto in questa lista.

15. Babadook (2015)

The Babadook: Essie Davis e Noah Wiseman in cerca dell'uomo nero in una scena del film
The Babadook: Essie Davis e Noah Wiseman in cerca dell'uomo nero in una scena del film

Tra i cult più recenti di questa categoria di horror troviamo senza dubbio Babadook, film diretto dall'australiana Jennifer Kent. La storia è quella di una madre, Amelia (Essie Davis), che dopo aver perso il marito alla nascita del figlio ha serie difficoltà a crescere il bambino. 
Samuel non riesce a relazionarsi con i suoi coetanei ed è soggetto a scatti d'ira violenti ed incontrollati. Un giorno, il bambino trova un libro di fiabe che racconta di un losco figuro, il Babadook, una specie di crudele uomo nero. Madre e figlio si scontreranno presto con oscure visioni e una diabolica presenza che sembra averli presi di mira. Sarà uno scherzo della loro immaginazione o il Babadook esiste davvero?

16. The Witch (2015)

The Witch: Anya Taylor-Joy in una scena del film
The Witch: Anya Taylor-Joy in una scena del film

Diretto da Robert Eggers, The Witch rientra alla perfezione tra i migliori horror psicologici. Il film racconta la storia di una famiglia di pellegrini nel New England del quindicesimo secolo, che vengono cacciati dalla loro comunità per divergenze religiose con le autorità spirituali della colonia. La famiglia si vedrà costretta a spostarsi sul limitare di un'oscura foresta e a costruire lì una nuova fattoria. Nel fitto degli alberi paiono però nascondersi forze oscure e assetate di sangue, che riverseranno su di loro enorme sfortuna. Si tratta di mera superstizione o qualcuno, o qualcosa, di malvagio li sta realmente perseguitando?

25 film horror su Netflix da non perdere

17. Split (2016)

Split: James McAvoy in una scena del film
Split: James McAvoy in una scena del film

Passiamo ad un altro film di M. Night Shyamalan, ancora una volta caratterizzato da un clamoroso colpo di scena finale (che i fan della sua filmografia non potranno che apprezzare). Dennis, interpretato da uno strepitoso James McAvoy, rapisce tre studentesse in pieno giorno, e le rinchiude in un sotterraneo abbandonato. Le tre capiscono subito che in Dennis si nasconde qualcosa di inimmaginabile: l'uomo soffre infatti di un grave disturbo della personalità e dentro di lui convivono ben 23 persone diverse. Più il tempo passa, più le ragazze si rendono conto che il piano del loro rapitore potrebbe metterle in estremo pericolo e che devono sfuggirgli al più presto, prima che la personalità più crudele ed animalesca dentro di lui venga alla luce.

18. Scappa - Get Out (2017)

Scappa - Get Out: Catherine Keener e Bradley Whitford in una scena del film
Scappa - Get Out: Catherine Keener e Bradley Whitford in una scena del film

Diretto da Jordan Peele ed interpretato da Daniel Kaluuya e Allison Williams, Scappa - Get Out è un horror che è stato estremamente amato da pubblico e critica. Chris e Rose, una giovane coppia mista, va per la prima volta in visita dei genitori di lei, gli Armitage. Entrambi sembrano estremamente aperti e per nulla toccati dal fatto che Chris sia un ragazzo di colore. Col passare dei giorni nella grande casa isolata, il ragazzo si accorgerà però che i due nascondono numerosi segreti e che, forse, potrebbero non essere così amichevoli nei suoi confronti come inizialmente sembravano.

19. Il gioco di Gerald (2017)

Il gioco di Gerald: una scena con Carla Gugino
Il gioco di Gerald: una scena con Carla Gugino

Continuiamo la nostra lista con l'ennesimo film tratto da un'opera di Stephen King: Il gioco di Gerald, diretto da Mike Flanagan e interpretato da Carla Gugino e Henry Thomas. Jessie si ritrova in una situazione che mai avrebbe potuto immaginare: ammanettata al letto durante un gioco erotico con il marito Gerald (a cui aveva accettato di partecipare controvoglia), quest'ultimo muore senza riuscire a liberarla. Da sola nella loro grande casa delle vacanze, la donna si rende presto conto che nessuno può sentirla ed aiutarla. Disperata, Jessie dovrà fare di tutto per liberarsi dalle manette che la incatenano alla spalliera del letto anche perché, qualcuno, o qualcosa, di estremamente pericoloso si aggira attorno alla casa.

10 film horror recenti da vedere

20. The Lodge (2020)

The Lodge 2
The Lodge: un'immagine del film

Concludiamo con The Lodge, film diretto sempre da Veronika Franz e Severin Fiala, che rappresenta appieno il genere degli horror psicologici. Dopo il suicidio della madre, Mia e Aiden, vengono costretti dal padre a passare le vacanze natalizie nel cottage di montagna della famiglia, insieme alla nuova fidanzata di lui, Grace. Rimasti da soli con la donna, dopo che il padre si deve assentare per lavoro, i ragazzi saranno testimoni di una serie di eventi inspiegabili, forse legati al passato traumatico di lei, che da bambina era stata parte di una setta religiosa.