BIM: oltre alla Palma d’oro, l’ultimo film da attore di Robert Redford

Il listino BIM si aggiorna e propone un'offerta molto variegata: dalla Palma d'Oro di Kore'eda, al documentario su Whitney Houston, fino all'ultimo film da attore di Robert Redford.

Venezia 2017: un primo piano di Robert Redford al photocall di Our Souls at Night

È notizia di questi giorni: dopo 60 anni di carriera, il premio Oscar Robert Redford ha confermato alla rivista Entertainment Weekly che si ritira ufficialmente dalle scene. Ad aiutarlo a prendere questa decisione proprio il suo ultimo film, The Old Man & the Gun, diretto da David Lowery, in cui recita insieme a Sissy Spacek e Casey Affleck, dove ha il ruolo del criminale, realmente esistito, Forrest Tucker, rapinatore di banche.

Leggi anche: Robert Redford conferma: "The Old Man & The Gun sarà il mio ultimo film come attore"

Il film fa parte del listino di BIM Distribuzione, di cui abbiamo parlato con Antonio Medici, Amministratore delegato della società, a Riccione, durante Ciné - Giornate estive di cinema: "Abbiamo puntato su un'offerta diversificata perché il mercato, per cui ho grande rispetto, ci dice che non c'è più spazio per un listino di un solo tipo, quello classico su cui BIM ha costruito la propria identità. Quindi andiamo dalla Palma D'Oro Un affare di famiglia di Hirokazu Koreeda, film orientale bellissimo, ma comunque di nicchia, fino alla commedia Book Club, che non sarebbe stata nel listino BIM qualche anno fa, al grande film americano The Old Man and the Gun, con protagonisti Robert Redford e Casey Affleck."

Leggi anche: Da Whitney a Koreeda e Robert Redford, ecco il 2018 di BIM

La vera Whitney Houston e Troppa grazia con Alba Rohrwacher

Troppa grazia: Alba Rohrwacher e Hadas Yaron in una scena del film

Nell'offerta BIM c'è anche l'italiano Troppa grazia, di Gianni Zanasi, con protagonisti Elio Germano e Alba Rohrwacher, che, dopo la serie Il Miracolo, torna a guardare faccia a faccia la Madonna, presentato all'ultimo Festival di Cannes, dove ha vinto il Premio Label Europa Cinema nella sezione Quinzaine des Réalisateurs, e il documentario Whitney, sulla vita della cantante Whitney Houston: "L'autore è Kevin Macdonald, che ha già vinto un Oscar per il miglior documentario: siamo nell'ambito della grande qualità associata a un personaggio molto popolare e a una tragedia quasi shakespeariana, Whitney Houston poteva avere tutto e invece ha avuto una vita breve. È stato presentato a Cannes dove ha avuto un bellissimo riscontro, soprattutto a livello emotivo: è molto emozionante, è la storia vera per la prima volta, come lo hanno lanciato in Inghilterra."

Leggi anche: Whitney Houston: la tragica vita di una voce suadente

La nostra intervista ad Antonio Medici di BIM

BIM: oltre alla Palma d’oro, l’ultimo film da...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Robert Redford: gli 80 anni di un eterno “golden boy” in 10 grandi ruoli
Rohrwacher e Ragno su Il Miracolo: “A volte è difficile distinguere tra un miracolo e una botta di fortuna”