Belle & Sebastien - Amici per sempre

2017, Avventura

Belle & Sebastien – Amici per sempre: la fiabesca conclusione di una trilogia fortunata

Arriva al cinema il capitolo conclusivo delle pellicole ispirate ai racconti di Cécile Aubry con protagonisti Sebastien, ormai adolescente, e la sua inseparabile amica a quattro zampe Belle. In sala dal 22 febbraio grazie a Notorious Pictures.

Belle & Sebastien - Amici per sempre: Félix Bossuet in un momento del film

La moltiplicazione delle piattaforme e degli schermi dei quali possiamo usufruire per vedere lungometraggi o serie televisive, negli ultimi anni, ha subìto un vero e proprio boom e, stando alle notizie delle ultime settimane, sembra destinata a crescere. Questo ha fatto sì che, tra le tante produzioni originali, molti titoli fossero adattamenti di altrettanti romanzi e racconti o rifacimenti, rilanci o ampliamenti narrativi di opere già note al pubblico. Lo abbiamo recentemente visto, ad esempio, per i lavori firmati da Stephen King che hanno trovato una nuova dimensione grazie a Netflix, Hulu o al cinema.

Un percorso simile è avvenuto anche per Belle & Sebastien, trilogia cinematografica ispirata all'omonimo sceneggiato francese del 1965, a sua volta basato sui racconti dell'attrice, autrice e regista francese Cécile Aubry. Un successo immediato in patria che ha saputo superare i confini geografici al punto da permettere la realizzazione di un omonimo anime giapponese trasmesso anche in Italia a partire dal 1981.

Leggi anche: Dalla carta al piccolo schermo: quando le serie tv nascono dalle pagine di un libro

Belle & Sebastien - Amici per sempre: Félix Bossuet in una scena del film

"Amici per sempre, promesso?"

Belle & Sebastien - Amici per sempre: Félix Bossuet e Anne Benoît in una scena del film

Il capitolo introduttivo risale ormai al 2013. Dietro la macchina da presa il documentarista Nicolas Vanier che diede all'ambientazione montana dei racconti originali un ruolo rilevante all'interno della narrazione filmica. Le alpi francesi ed il villaggio di Saint-Martin erano minacciate dall'occupazione nazista del 1943 ed il piccolo Sebastien (Félix Bossuet) scopriva per la prima volta la brutalità dell'uomo e la bellezza di un'amicizia sincera ed immediata con Belle, accusata ingiustamente di essere la "Bestia" che sbranava le gregge dei pastori. Nel 2015, invece, con Belle & Sebastien - L'avventura continua di Christian Duguay, l'azione è ambientata alla fine del conflitto bellico, nel 1945, dove troviamo il giovane protagonista alle prese con il tentativo di costruire un rapporto con il padre ritrovato mentre il patou dei Pirenei è ormai fidata e assodata spalla. Un titolo intermezzo nel quale la natura e i suggestivi scenari alpini hanno un ruolo meno centrale per concentrasi maggiormente sul percorso formativo del ragazzo.

Leggi anche: Belle & Sebastien - L'avventura continua... e diventa più ambiziosa

Belle & Sebastien - Amici per sempre: Clovis Cornillac in una scena del film

In Belle & Sebastien - Amici per sempre lo ritroviamo ormai adolescente, inserito in un contesto più sereno grazie alla fine della guerra e ad una famiglia allargata composta dal nonno César (Tchéky Karyo), il padre Pierre (Thierry Neuvic) ed Angelina (Margaux Châtelier), la zia acquisita divenuta amata matrigna. Ma anche Belle ha contribuito ad ampliare il numero dei familiari dando alla luce tre splendidi quanto dispettosi cuccioli. Da questo quadro apparentemente quieto prende il via il capitolo conclusivo della trilogia diretto da Clovis Cornillac. Proprio l'attore e regista francese si ritaglia il ruolo del villain Joseph, figura malvagia dai tratti fumettistici che, complice la momentanea assenza di Pierre e Angelina, si presenta a Saint-Martin rivendicando la proprietà di Belle e, per estensione, dei suoi cuccioli.

"I tre moschettieri"

Belle & Sebastien - Amici per sempre: Félix Bossuet in un'immagine del film

La sceneggiatura di Juliette Sales e Fabien Suarez ha il pregio di saper riprendere le fila del racconto aperto nelle prime due pellicole e ripartire con naturalezza da lì, come se il flusso narrativo non si fosse mai interrotto. La coppia, inoltre, aggiunge dettagli fondamentali per capire il profondo rapporto che lega César a Sebastien fin dalla sua nascita. Proprio la madre del giovane, la sua dolorosa assenza e la declinazione del concetto materno assumono un ruolo centrale all'interno del film sia per l'evoluzione del plot sia per l'ampliamento del suo significato. Anche Belle ora è madre e per quei tre cuccioli in pericolo sceglie di sacrificare la sua libertà e, qualora ve ne fosse bisogno, la vita stessa. Un parallelo, dunque, tra il "cucciolo" Sebastien e i tre batuffoli dei Pirenei e due madri coraggiose che lottano per proteggere ciò che hanno di più importante.

Leggi anche: Non solo Pets: 10 film da non perdere per chi ama cani e gatti

Belle & Sebastien - Amici per sempre: Clovis Cornillac e Tchéky Karyo in una scena del film

Atteggiamento simile ha lo stesso protagonista nei confronti di Belle e della sua quotidianità minacciata sia da Joseph che da Pierre e Angelina, la neo-coppia decisa a trasferirsi in Canada portandolo con loro. Il film, così, si attesta come tassello finale di un percorso di formazione che vede Sebastien al centro, sempre più autonomo e consapevole. Ovviamente il target al quale si rivolge il film rimane quello dei giovanissimi e, di conseguenza, alcuni meccanismi ed intrecci risultano molto semplici ed immediati. Inoltre, la pellicola, è attraversata da un'atmosfera fiabesca che influenza ambientazione, personaggi e dialoghi. Tutti elementi rintracciabili anche nei due capitoli passati, entrambi molto ben accolti al botteghino. Chissà se anche Belle & Sebastien - Amici per sempre replicherà il successo dei film precedenti, complice anche la presenza dei tre irresistibili cuccioli...

Belle & Sebastien – Amici per sempre: la fiabesca...
Manuela Santacatterina
Redattore
3.0 3.0
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Belle & Sebastien - L’avventura continua… e diventa più ambiziosa
Dalla carta al piccolo schermo: quando le serie TV nascono dalle pagine di un libro