Facebook

Top Gun, Tom Cruise era contrario all'idea di un sequel dopo la morte di Tony Scott

Nonostante il successo globale riscontrato da Top Gun: Maverick nel 2022, Tom Cruise era inizialmente contrario all'idea di un nuovo film, soprattutto dopo la morte del regista Tony Scott.

Top Gun, Tom Cruise era contrario all'idea di un sequel dopo la morte di Tony Scott

Tom Cruise era totalmente contrario all'idea di un sequel di Top Gun. A svelarlo in una recente intervista ci ha pensato Joseph Kosinski, regista di Top Gun: Maverick, sequel uscito nel 2022 e che ha sbancato al box-office globale. A quanto pare la scomparsa di Tony Scott, regista del cult degli anni'80, lo aveva fatto desistere dall'idea di un sequel.

"Tom non voleva fare un altro film e la morte per suicidio di Tony Scott aveva reso questa possibilità sempre più remota. Ma ho proposto questa idea di raccontare una storia di riconciliazione tra lui e Rooster, che li avrebbe uniti ancora di più dopo questa mission e pericolosa che avrebbero affrontato assieme. Alla fine ha accettato, ma continuava a ripetermi che avremmo dovuto alzare l'asticella e realizzare un grande film".

Top Gun: Maverick è il primo incasso del 2022, battuto Avatar: La via dell'acqua

Alla fine le previsioni di Joseph Kosinski si sono rivelate corrette dal momento che Top Gun: Maverick è stato per molto il tempo il film numero uno al mondo nel 2022, prima di essere spodestato dal sequel di Avatar. I fan hanno adorato il ritorno di Tom Cruise nei panni di Pete "Maverick" Mitchell e sperano in un terzo capitolo.

Al momento non si hanno dettagli certi in merito, ma lo stesso Kosinski aveva dichiarato in una passata intervista di come ci fossero ancora storie da raccontare con il personaggio di Maverick.