The Mandalorian, il Funko Pop! di Gina Carano non sarà più prodotto

Sembra proprio che, dopo il licenziamento di Gina Carano dalla serie The Mandalorian, anche il Funko Pop! di Cara Dune non sarà più prodotto.

NOTIZIA di 13/03/2021

Attenzione, collezionisti di Funko Pop!, questa notizia potrebbe interessarvi: pare che, a seguito del licenziamento di Gina Carano dalla serie tv The Mandalorian, il personaggio di Cara Dune non vedrà più prodotti i propri Funko Pop!.

Come riportano anche Comicbook e The Direct, infatti, sembrerebbe che oltre alle action figure Hasbro, anche i celebri gadget a tema adesso non includeranno più il personaggio del mondo di Star Wars nel loro catalogo.

"Sfortunatamente siamo spiacente di informarla che la ditta produttrice ci ha fatto sapere che non riceveremo nuove consegne con Star Wars: The Mandalorian Cara Dune Pop! Vinyl Figure (Item FU42065) che avevate ordinato perché ne è stata interrotta la produzione" ha reso noto l'utente Instagram @dis.pops, che aveva ordinato l'oggetto da Entertainment Earth "Non ci sono state ulteriori informazioni dalla ditta produttrice sul motivo della scelta, ma purtroppo ciò significa che non saremo in grado di potervi spedire l'oggetto, e che sarà cancellato dal vostro ordine. Le nostre più sincere scuse per l'inconveniente".

The Mandalorian 2 Gina Carano
The Mandalorian 2: Gina Carano in una foto della seconda stagione.

Nelle scorse settimane si è parlato molto della decisione di Disney di licenziare l'attrice per i suoi ripetuti commenti poco opportuni sui social, per lo più a sfondo politico - inclusa la condivisione del post che, paragonando la situazione dei Repubblicani a quella delle vittime dell'olocausto, ha finito con l'essere la proverbiale ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso -, e sebbene in molti abbiano concordato con l'iniziativa della compagnia, c'è stato anche chi, come l'attore di The Mandalorian Bill Burr, ha avuto qualcosa da ridire in merito. Al momento però, Carano è impegnata nella lavorazione di un film prodotto dal sito conservatore The Daily Wire.