Rebecca Hall: "Mi pento di aver lavorato con Woody Allen"

L'attrice ha interpretato una piccola parte nel prossimo A Rainy Day in New York, con Timothée Chalamet, Jude Law e Elle Fanning.

Rebecca Hall ha rilasciato una forte dichiarazione sul suo canale Instagram, dove esprime tutto il suo rammarico per aver partecipato al nuovo film di Woody Allen, A Rainy Day in New York. L'attrice ha ammesso che aver letto le dichiarazioni di Dylan Farrow - che ha dichiarato di essere stata molestata dall'uomo - le ha fatto capire di aver fatto un errore. La Hall ha filmato solo per un giorno con il regista americano, ma casualmente è stato proprio il giorno dopo l'esplosione del caso Harvey Weinstein.

"Quando mi ha proposto il ruolo, ho detto subito sì. Mi ha dato uno dei miei primi ruoli importanti in Vicky Cristina Barcelona, per il quale sarò sempre grata. Era un giorno di riprese nella città dove vivo, era facile. Ma poi ho capito che non c'è nulla di facile in una situazione così. Nelle settimane successive ho riflettuto e sono stata triste e mi sono trovata in difficoltà con me stessa. [...] Mi pento della mia decisione e oggi non la rifarei assolutamente. [...] So che è solo un piccolo gesto, che non vuole essere un ripulirsi la coscienza, ma ho donato il mio cachet a Time's Up. Mi sono anche iscritta, continuerò a donare e non vedo l'ora di lavorare con questo movimento positivo per un cambiamento non solo a Hollywood ma in tutti i settori."

Nei giorni passati anche Greta Gerwig, Mira Sorvino e Ellen Page hanno mostrato il loro supporto a Dylan Farrow.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie Tv

Rebecca Hall: "Mi pento di aver lavorato con...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Mira Sorvino scrive una lettera a Dylan Farrow: "Ti credo. Non lavorerò più con Woody Allen"
Woody Allen, sua figlia accusa: "Hollywood ha protetto Weinstein e anche mio padre"