Nastri d'argento 2018: trionfa Dogman di Matteo Garrone!

La pellicola ispirata al Canaro della Magliana porta a casa otto pesantissimi premi: miglior film, migliore regia, migliori attori protagonisti, produzione, scenografia, sonoro, montaggio, casting director.

Dogman di Matteo Garrone è l'assoluto protagonista dell'edizione 2018 dei Nastri d'Argento, la pellicola si è infatti accaparrata 8 premi: miglior film, miglior regia, miglior produttore, migliori attori protagonisti per Marcello Fonte e Edoardo Pesce, miglior scenografia, miglior montaggio, miglior sonoro in presa diretta e miglior casting director.

Paolo Sorrentino e il suo Loro si devono 'accontentare' di quattro premi, l'ambito riconoscimento alla sceneggiatura e tre migliori prove attoriali: Elena Sofia Ricci, Riccardo Scamarcio e Kasia Smutniak. Altre vittorie prevedibili sono state quelle relative alla commedia, con il trionfo di Come un gatto in tangenziale e i suoi due attori, Paola Cortellesi e Antonio Albanese.

Nel palmares di quest'anno figurano anche Chiamami col tuo nome, Ammore e malavita, Luciano Ligabue e -Napoli velata.

Ecco l'elenco completo dei vincitori dei Nastri d'argento 2018:

  • Miglior Film: Dogman

  • Miglior Regia: Matteo Garrone per Dogman

  • Miglior regista esordiente: Damiano e Fabio D'Innocenzo - La terra dell'abbastanza

  • Miglior Commedia: Come un gatto in tangenziale

  • Miglior Produttore: Archimede, Rai Cinema: Matteo Garrone e Paolo Del Brocco - Dogman

  • Miglior Soggetto: Luciano Ligabue - Made in Italy

  • Migliore Sceneggiatura: Paolo Sorrentino e Umberto Contarello - Loro

  • Miglior Attore Protagonista: Marcello Fonte e Edoardo Pesce - Dogman

  • Miglior Attrice Protagonista: Elena Sofia Ricci - Loro

  • Miglior Attore Non Protagonista: Riccardo Scamarcio - Loro

  • Miglio Attrice Non Protagonista: Kasia Smutniak - Loro

  • Miglior Fotografia: Gian Filippo Corticelli - Napoli velata

  • Miglior Scenografia: Dimitri Capuani - Dogman

  • Migliori Costumi: Nicoletta Taranta - Agadah e A Ciambra

  • Miglior Montaggio: Walter Fasano - Chiamami col tuo nome; Marco Spoletini - Dogman

  • Miglior Sonoro in presa diretta: Maricetta Lombardo - Dogman e L'intrusa

  • Miglior Colonna Sonora: Pivio e Aldo De Scalzi - Ammore e malavita

  • Miglior Canzone Originale: Bang bang - Ammore e malavita

  • Miglior casting director: Francesco Vedovati - Dogman

  • Nastro d'argento alla carriera: Gigi Proietti

  • Nastro Speciale: Paolo e Vittorio Taviani, per la regia di Una questione privata

  • Nastro Cinema Internazionale: Vittorio Storaro per Wonder Wheel; Paolo Virzì per Ella & John

  • Nastro ArgentoVivo cinema&ragazzi: Gabriele Salvatores per Il ragazzo invisibile - Seconda generazione

  • Nastro d'argento speciale: al cast di A casa tutti bene, regia di Gabriele Muccino

  • Premio Nino Manfredi: Claudia Gerini per A casa tutti bene e Ammore e malavita

  • Altri premi: Gatta Cenerentola per la qualità, l'innovazione e il coraggio produttivo

Loro 2: Roberto Scamarcio in una scena del film

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Nastri d'argento 2018: trionfa Dogman di Matteo...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Matteo Garrone: da L'imbalsamatore a Dogman, tutti i marchi di fabbrica del regista
Loro e Il Divo: Berlusconi e Andreotti tra fascinazione e rispetto, secondo Sorrentino