Il Trono di Spade, Sophie Turner: "La mia educazione sessuale sul set"

L'interprete di Sansa Stark ha svelato come il lavoro sul set l'abbia avvicinata a situazioni e tematiche adulte.

Sophie Turner ha svelato un dettaglio personale piuttosto curioso relativo alla sua esperienza sul set della serie Il trono di spade.
La giovane attrice ha iniziato a lavorare sul set dell'adattamento televisivo dei romanzi scritti da George R.R. Martin quando aveva circa sedici anni e, in una recente intervista, ha raccontato: "La prima volta che ho scoperto l'esistenza del sesso orale è stata leggendo uno script dello show. Ho detto 'Wow! Le persone fanno quella cosa?'. E' affascinante. Immagino che sia stata la mia educazione sessuale".

Leggi anche: Il trono di spade e il porno: lo "studio" di Pornhub

La giovane star ha quindi aggiunto che non si era nemmeno resa conto dell'impatto che avrebbe potuto avere sugli spettatori la scena in cui Sansa viene violentata da Ramsay Bolton: "In modo innocente ero piuttosto indifferente alla tematica della violenza sessuale. E poi ho girato la scena e tra le conseguenze c'è stato il clamore causato dalla scelta di mostrare qualcosa del genere in televisione". Sophie, dopo aver pensato che forse non si sarebbe dovuto mostrare quel momento sul piccolo schermo, è però giunta alla conclusione che la rappresentazione della violenza avrebbe potuto far aumentare la consapevolezza riguardante un drammatico problema che devono affrontare moltissime persone in tutto il mondo.

Il Trono di Spade, Sophie Turner: "La mia...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Il trono di spade 7 e Westworld al San Diego Comic-Con: tutti gli eventi
Il Trono di Spade: gli autori minacciano di uccidere due personaggi molto amati