Il Trono di Spade 8: non tutti hanno odiato l'ultima stagione, svela un sondaggio

Un sondaggio condotto sul gradimento delle serie candidate agli Emmy 2019 ha rivelato che non tutti hanno odiato Il Trono di Spade 8 come le petizioni farebbero pensare.

NOTIZIA di 09/09/2019

Chi ha odiato Il Trono di Spade 8? Un sondaggio svela che gli haters sono meno di quanti si possa pensare in base a tutte le petizioni e ai messaggi arrivati a HBO per protestare contro gli ultimi 6 episodi.

La società di analisi YouGov ha chiesto a 2.475 spettatori di esprimere un giudizio su tutte le serie tv candidate agli Emmy 2019, e la risposta rispetto all'ultima stagione de Il trono di spade. La serie dei record HBO, durante l'ultima cerimonia di nomination, ne ha battuto un altro: ha collezionato ben 32 candidature, risultato che ha sorpreso gli stessi contestatissimi showrunner. YouGov non ha potuto che concentrarsi sul Trono, e non sarebbe potuto essere altrimenti: ben il 18% degli intervistati ha affermato di avere visto per intero tutta la stagione 8, e nessuna delle altre serie candidate agli Emmy può vantare una simile percentuale.

Emmy 2019, le nomination: Il Trono di Spade e Fleabag tra i favoriti

Naturalmente è opportuno leggere i dati di YouGov nella maniera corretta, in quanto estrapolati da un campione troppo ridotto rispetto agli oltre 10 milioni di fan che Il Trono di Spade può vantare in giro per il mondo, ma quelli che sono venuti fuori sono comunque numeri interessanti. Soprattutto perchè ben il 52% ha affermato di essere rimasto soddisfatto dalla qualità della stagione finale, nonostante le petizioni che chiedevano di girare da capo tutte le 6 puntate. Il 7% degli intervistati ha espresso un giudizio neutrale, mentre il restante 41% ha ammesso di essersi sentito deluso.

Il Trono di Spade 8 agli Emmy 2019: è polemica per il record di nomination "immeritate"

Aldilà di ogni polemica, però, la percentuale più importante resta quella della fatidica domanda: chi dovrebbe vincere l'Emmy come migliore serie drama? Mani alzate a favore del Trono per ben il 18% degli intervistati, ancora una volta la percentuale di gran lunga maggiore rispetto a qualunque altro candidato.