Il Re Leone, Laura Pausini scelta prima di Elisa: è polemica

Laura Pausini, a quanto pare, era stata scelta prima di Elisa per il doppiaggio de Il Re Leone, e la notizia ha scatenato la polemica tra le due fanbase.

NOTIZIA di 12/07/2019

Il Re Leone arriverà in sala ad agosto ma è già polemica tra i fan di Laura Pausini e di Elisa. La cantautrice friulana è infatti stata scelta come doppiatrice italiana di Nala, la futura regina della savana al fianco di Simba (che sarò doppiato da Marco Mengoni).

Qualcuno però - i fan di Laura Pausini - avrebbe preferito un'altra voce per il personaggio e si è preso la briga di esprimere il dissenso direttamente online, direttamente sui social della Pausini, innescando la polemica: "Lau, hai saputo che Elisa sarà una delle voci de Il Re Leone? Ma non potevi esserci tu?". La cantante, che è famosa per le risposte assolutamente schiette, sentendosi chiamata in causa ha replicato che in effetti il dipartimento italiano della Disney l'aveva interpellata ma a dare forfait era stata lei stessa, a malincuore, per impegni già presi.

Il Re Leone: Marco Mengoni sarà la voce italiana di Simba!

Sarà andata davvero così? Poco importa, perchè quella riga di replica è bastata comunque a scatenare la ferocia della fanbase di Elisa. Tanto che Laura Pausini ha deciso di intervenire nuovamente: "Non ho potuto farlo per via di altri impegni che avevo. Ma lo farà Elisa ed è bellissima la sua voce, io sono una grande fan!". Incassati i complimenti della collega, anche Elisa alla fine è stata sollecitata all'intervento per sedare la polemica, proprio lei che sui social e non solo è sempre presenza molto discreta.

Visualizza questo post su Instagram

Di solito tendo ad occuparmi di musica e poco altro,ma credo di avere un potere,un peso,una voce e una responsabilità. Non so per quale ragione in quest’epoca pare ci sia sempre un bel po’ di posto per l’odio e per la negatività. Ma so di certo che abbiamo il potere di cambiare la realtà che ci circonda,e possiamo sempre fare una scelta! Io scelgo l’onestà,la positività,la meritocrazia,la chiarezza,la trasparenza,il coraggio. Ringrazio tutti quelli che mi hanno difesa ma li invito anche a evitare altri scontri. Se fossi una seconda scelta non me ne vergognerei,quello che dispiace è l’aver sentito una versione totalmente diversa da questa. Ma non importa,credetemi. Ci tengo a dirvi una cosa:anche se fosse così e io fossi una seconda o una terza o una quarta o quinta scelta,non me ne vergognerei affatto e non penso debba essere un problema per nessuno!Quello che conta è l’opportunità meravigliosa di vivere un’esperienza straordinaria. Ho provato una felicità e una gioia enormi quando mi hanno chiamata,e ho dato tutta me stessa nelle parti cantate e in quelle recitate. Ho fatto il miglior lavoro possibile e ne sono fiera. Ho ricevuto i complimenti da parte di grandi professionisti del doppiaggio e mi sono quasi commossa perchè doppiare è sempre stato uno dei miei sogni,e vi assicuro che togliere completamente l’accento friulano senza aver mai studiato recitazione e con alle spalle un solo corso di dizione (durato tre mesi e fatto quando avevo quattordici anni ) in tutta la vita non è stata una passeggiata!!! 😂🤪 In quanto a me e a Laura @laurapausini non è bello che questa situazione crei odio tra i nostri fan,o tra i fan del film... mentre molti di voi scrivevano messaggi pieni di rancore io e Laura ci mandavamo messaggi dicendoci che ci vogliamo bene. La Vostra Nala ❤️ P.S. Fuori ovunque c’è più amore di quello che sembra e pure la colonna sonora de Il Re Leone in cui io e @mengonimarcoofficial aka Simba cantiamo insieme nel duetto più romanticoso del mondo ✨✨✨

Un post condiviso da ELISA TOFFOLI Official (@elisatoffoli) in data:

In un lungo post, la cantante si è sfogata così: "Di solito tendo ad occuparmi di musica e poco altro, ma credo di avere un potere, un peso, una voce e una responsabilità. Io scelgo l'onestà, la positività, la meritocrazia, la chiarezza, la trasparenza e il coraggio. Ringrazio tutti quelli che mi hanno difesa ma li invito anche a evitare altri scontri. Se fossi una seconda scelta non me ne vergognerei, quello che dispiace è l'aver sentito una versione totalmente diversa da questa. Ma non importa, credetemi. Ci tengo a dirvi una cosa: anche se fosse così e io fossi una seconda o una terza o una quarta o quinta scelta, non me ne vergognerei affatto e non penso debba essere un problema per nessuno! Quello che conta è l'opportunità meravigliosa di vivere un'esperienza straordinaria. In quanto a me e a Laura Pausini non è bello che questa situazione crei odio tra i nostri fan, o tra i fan del film. Mentre molti di voi scrivevano messaggi pieni di rancore io e Laura ci mandavamo messaggi dicendoci che ci vogliamo bene". E Laura Pausini ha pubblicamente applaudito.