Il mostro della cripta: il poster del film in esclusiva e i segreti di una lavorazione complicata

Il poster de Il mostro della cripta è stato svelato in esclusiva nel primo panel di oggi dell'UltraPop Festival, insieme ad alcuni segreti in merito alle riprese sul set.

NOTIZIA di 22/03/2021

Le riprese per Il mostro della cripta, il nuovo horror comedy scritto dai Manetti Bros, con Paolo Logli e Alessandro Pondi, sono state difficili e pieni di imprevisti: ma possiamo finalmente svelarvi i segreti della lavorazione e anche il poster del film in esclusiva.

Il Mostro Della Cripta
Il mostro della cripta: il poster del film in esclusiva

La nuova pellicola firmata dalla sceneggiatura dei Manetti Bros e dalla regia di Daniele Misischia, è stata raccontata nel primo panel di UltraPop Festival 2021 proprio oggi, lunedì 22 Marzo.

Il mostro della cripta ripercorre la storia del giovane Giò, interpretato da Tobia De Angelis), che scopre un'inquietante analogia tra il suo fumetto preferito e gli atroci avvenimenti che stanno seminando morte e terrore nel paesino in cui vive. Ma girare questo film è stato a sua volta "un horror dentro l'horror":

"Abbiamo girato il film prima e durante la pandemia", ha svelato il regista, Daniele Misischia. "Abbiamo iniziato proprio due settimane prima che partisse il lockdown a Marzo 2020, poi abbiamo dovuto interrompere e riprendere a luglio, quando i set sono ripartiti. Ci siamo bloccati così tante volte, che non mi ricordo nemmeno più quante sono. Addirittura una sequenza è stata girata con i due personaggi di Amanda Campana e Tobia separati, nonostante dovessero essere nella stessa scena, perché non era possibile averli insieme".

"Ci siamo trovati a girare in questo paesino, che si chiama Bobbio, un paesino vuoto, tra i monti e le valli dell'Emilia Romagna", ha detto Tobia. "Eravamo noi e 4 paesani, preoccupatissimi tra l'altro! È stata complicata la lavorazione, anche se ci siamo divertiti moltissimo insieme ai Manetti, che hanno questo potere di far sentire tutti dentro una famiglia. Poi ho avuto il Covid, non mi passava più, sono stato fermo per un mese e mezzo.. speravo fosse più semplice, sinceramente? Non lo rifarei!"