Facebook

Hellraiser: il reboot sarà vietato ai minori

Il reboot di Hellraiser è stato classificato R: ecco quali sono i motivi per cui l'atteso film horror sarà vietato ai minori.

Il nuovo film di Hellraiser è stato ufficialmente classificato R dalla Motion Picture Association per "forte violenza horror e gore, linguaggio volgare per tutto il film, alcuni contenuti sessuali e brevi scene di nudo". Ciò significa che il reboot di Hellraiser sarà vietato ai minori di 18 anni.

Come sappiamo, Hellraiser rappresenta un rifacimento dell'omonimo film horror del 1987 diretto da Clive Barker, coinvolto nel progetto come produttore. La storia vede protagonisti i Cenobiti, demoni apparsi per la prima volta nel romanzo breve Schiavi dell'Inferno, scritto dallo stesso regista della pellicola originale. Parliamo di esseri che amano passare l'eternità a torturare le persone. La produzione di Hulu, diretta da David Bruckner, si propone di portare nel franchise un nuovo pubblico, senza però dimenticare quello attuale: nella pellicola sarà presente anche Pinhead - scelta che i fan apprezzeranno -, una creatura caratterizzata da chiodi conficcati in tutta la testa, compreso il volto.

David Bruckner dirigerà il reboot di Hellraiser, basandosi su una sceneggiatura di Luke Piotrowski e Ben Collins, i quali avevano già collaborato con il regista per l'horror The Night House - La casa oscura. Il cast del film include Goran Visnjic, Hiam Abbass, Selina Lo, Brandon Flynn, Adam Faison e Jamie Clayton nei panni del nuovo Pinhead.

Il nuovo film non è l'unico progetto del franchise in lavorazione: HBO sta sviluppando una serie TV che dovrebbe vedere alla regia dell'episodio pilota il regista di Halloween Ends, David Gordon Green. Quest'ultimo dirigerà anche altri episodi della serie, mentre Michael Dougherty e Mark Verheiden si occuperanno delle sceneggiature e Clive Barker della produzione esecutiva.

Il nuovo film di Hellraiser dovrebbe arrivare nelle sale statunitensi entro la fine del 2022, in concomitanza con la festa di Halloween.