Ghostbusters: Legacy, Sigourney Weaver promuove il film: "Sorprenderà tutti"

Sigourney Weaver ha detto che Ghostbusters: Legacy, nuovo capitolo dello storico franchise anni Ottanta, in cui appare anche lei, sorprenderà tutti.

NOTIZIA di 17/09/2021

Sigourney Weaver ha promosso a pieni voti Ghostbusters: Legacy, in uscita l'11 novembre 2021. L'attrice, presente nel cast del film, ha interpretato il personaggio di Dana Barrett anche nei primi due storici capitoli della saga, ed ha dichiarato che il nuovo capitolo del franchise sorprenderà tutti.

I fan di Ghostbusters, e gli amanti del cinema in generale, non vedono l'ora di poter tornare nel mondo degli acchiappafantasmi durante la stagione autunnale. Dopo diversi rinvii forzati, l'uscita del nuovo capitolo della saga iniziata negli anni Ottanta è infatti ormai alle porte. Ghostbusters: Legacy porterà avanti la storia raccontata nei film originali del 1984 e 1989, riportando sullo schermo le storiche star del franchise. Tra queste non poteva mancare Sigourney Weaver, la quale ha approfittato di una recente intervista rilasciata a ET Canada per elogiare il film diretto da Jason Reitman, figlio del regista originale Ivan Reitman.

Weaver, che riprenderà il ruolo di Dana Barrett nel film in uscita, ha definito Legacy come un degno sequel della saga. "È pieno di cuore. È molto divertente. È molto affascinante. E sorprenderà tutti", ha detto Weaver, aggiungendo: "È semplicemente un film glorioso". Weaver non è l'unico membro del cast originale di Ghostbusters ad elogiare Legacy. Ernie Hudson, che assumerà ancora una volta il ruolo di Winston Zeddemore, ha infatti dichiarato in precedenza a ComicBook: "Jason Reitman era il ragazzo che apre il secondo film, e ricordo solo che era sul set in entrambi i film. Quindi so che è cresciuto con gli acchiappafantasmi, è molto personale per lui, ha scritto una sceneggiatura straordinaria. È un regista meraviglioso e quindi quando il progetto ha iniziato a prendere forma, poiché Jason era coinvolto, ho capito che sarebbe successo davvero. Ne ero davvero entusiasta. Andare sul set e vedere Sigourney Weaver, Bill Murray e Dan Aykroyd, onestamente, è stato quasi spirituale. Voglio dire, so che suona strano, ma mi sono commosso molto".