Ghostbusters: Ivan Reitman ricorda la prima proiezione del film senza effetti speciali

Ivan Reitman, storico regista e produttore di Ghostbusters, ha ricordato la prima proiezione del film del 1984, mostrato al pubblico senza effetti speciali.

NOTIZIA di 27/08/2021

Ivan Reitman ha richiamato alla mente la primissima proiezione, senza effetti speciali, del film originale di Ghostbusters, uscito al cinema nel 1984. Il regista ha anche ammesso che all'epoca temeva che un personaggio, divenuto ormai iconico, si rivelasse un flop totale.

In occasione del CinemaCon di Las Vegas, è stato presentato in anteprima Ghostbusters: Legacy, l'attesissimo sequel dei primi due storici film sugli acchiappafantasmi usciti negli anni Ottanta. I critici presenti hanno promosso a pieni voti il film, definendolo all'altezza dei lungometraggi originali. Per l'occasione, Ivan Reitman ha ricordato la prima proiezione del primo film, arrivato nelle sale 37 anni fa.

"Ricordo la prima volta che abbiamo mostrato Ghostbusters ad un gruppo di persone. Era un'anteprima a Burbank nel 1984. Era febbraio. Avevamo letteralmente appena finito di girare tre o quattro settimane prima. Non era un taglio approssimativo, era un taglio abbastanza ben fatto... ma non c'erano effetti speciali", ha dichiarato Reitman, storico regista e produttore dei primi due film. Ha quindi aggiunto: "Quindi, potete immaginare di mostrare Ghostbusters senza effetti visivi? Ma pensavamo che l'importante fosse capire se la storia avrebbe funzionato, così come il suo umorismo. Quando abbiamo mostrato gli zaini protonici, da lì non usciva nulla. Quando Dana ha aperto il frigorifero, non c'era nulla. Tutto quello che avevamo erano 'scene mancanti' ed era la cosa che mi spaventava di più di quello che stavamo facendo. Non avevo idea se il pubblico avrebbe accettato qualcosa di così sciocco".

Ad un certo punto, anche il titolo del film è stato soggetto a modifiche, considerata l'esistenza di The Ghost Busters, sitcom del 1975 che ha dato vita ad una sfida sul copyright. Fortunatamente, il titolo Ghostbusters è stato ottenuto e gli effetti speciali sono stati perfezionati. All'epoca, però, Ivan Reitman aveva paura che Stay Puft Marshmallow Man, personaggio divenuto ormai icona del film, non funzionasse. "Non avevamo la versione 'finita' di Stay Puft Marshmallow Man. Avevamo un ragazzo in costume con una specie di testa di polistirolo. E durante quella primissima inquadratura del film, in cui lui passa davanti a questi edifici di Tribeca, tutto ciò che si vedeva era questa testa che ondeggiava qua e là. Il pubblico però è letteralmente impazzito! Quella cosa mi ha fatto sentire così bene e lì ho capito che ce l'avremmo fatta".

Ricordiamo che Ghostbusters: Legacy, nuovo film della saga, arriverà nei cinema statunitensi nella Giornata dei Veterani, ovvero l'11 novembre.