Brad Pitt sull'inizio della sua carriera: "Avevo una battuta in Dallas, ma non la ricordo"

Brad Pitt ha parlato della sue prime esperienze come attore, rivelando l'esperienza sul set di Dallas, dei numerosi coinquilini con cui ha diviso due stanze.

NOTIZIA di 24/01/2020

Brad Pitt ha ricordato l'inizio della sua carriera in una nuova intervista in cui ha parlato del suo arrivo a Los Angeles e delle difficoltà che ha dovuto superare prima di ottenere successo. Tra gli aneddoti più curiosi, l'esperienza sul set di Dallas e la convivenza con otto persone.

L'attore, in un lungo articolo del Los Angeles Times dedicato a C'era una volta a... Hollywood, ha parlato apertamente della sua esperienza nel mondo dello spettacolo. Brad Pitt ha ricordato: "Quando per la prima volta mi sono trasferito qui, era l'estate del 1986 e non sapevo assolutamente nulla di Los Angeles oltre a quello che avevo visto in A Beverly Hills... signori si diventa e La retata".
L'attore ha sottolineato: "Sono arrivato a Burbank, in una casa dove potevo rimanere per un mese o giù di lì. C'ero semplicemente io e una donna della Tailandia che non parlava inglese. Ero così pronto a vivere delle avventure e così entusiasta quando passavo accanto a uno studio cinematografico dove venivano girati i film. Significava tutto per me".

Brad Pitt: "Ho detto no a Matrix. Ho scelto la pillola rossa"

Brad ha quindi ricordato: "Mi sono trasferito ed ero uno degli otto ragazzi che dividevano un appartamento di due stanza nell'area di North Hollywood. Avevo un piccolo angolo dove tenevo i miei vestiti in un piccolo sacco a pelo. Mi sono abituato al cibo di McDonald's e al buffet di Shakey's Pizza. Non mi importava. La città era un'esperienza da vivere".

Brad Pitt, parlando delle prime sue interpretazioni, ha aggiunto: "Ero in tre episodi di Dallas e penso di aver avuto una battuta. Ed era 'sì' o 'no'. E non me lo ricordo".