Birds of Prey: il peggior weekend d’apertura per un film DC?

Birds of Prey potrebbe chiudere il primo weekend con il peggior esordio di sempre per un film del DC Extended Universe.

NOTIZIA di 09/02/2020
Birds Of Prey E La Fantasmagorica Rinascita Di Harley Quinn 2
Birds of Prey: un'immagine della protagonista

Birds of Prey potrebbe chiudere il primo weekend negli Stati Uniti con il peggior esordio di sempre al boxoffice per un film del DC Extended Universe. Lo dicono vari esperti americani, sulla base degli incassi del primo giorno di programmazione nelle sale americane: appena sopra i 13 milioni di dollari, con una stima del risultato finale intorno ai 35 milioni, ben al di sotto le aspettative della Warner Bros., le cui previsioni meno rosee prevedevano circa 45 milioni.

Qualora dovesse accadere (è comunque possibile che il passaparola influisca sui due giorni conclusivi), sarebbe il weekend d'esordio peggiore di sempre per il franchise della DC, dopo i 56 milioni incassati da Shazam! lo scorso anno. Alcuni ipotizzano che questo sia dovuto al divieto del film, che in America è R (i minori di 17 anni possono vederlo solo se accompagnati), dicitura che solitamente scoraggia i genitori a prescindere dal contenuto. Il prossimo film del franchise, incentrato sul ritorno in scena di Wonder Woman, sarà invece PG-13 come da consuetudine per il genere.

Birds of Prey: da Harley Quinn una dura mazzata nelle parti basse

Birds  Of Prey E La Fantasmagorica Rinascita Di Harley Quinn 8
Birds Of Prey - E la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn: Rosie Perez, Jurnee Smollett-Bell, Mary Elizabeth Winstead, Margot Robbie, Ella Jay Basco

Al netto di questo primo dato, è improbabile che Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) sia un vero insuccesso per la Warner e per la DC: come Shazam!, ha un budget inferiore ai 100 milioni di dollari, quindi anche un incasso inferiore alle aspettative non dovrebbe portare a perdite colossali.

Inoltre, il passaparola (spronato anche dalle recensioni positive, e a proposito, qui potete leggere la nostra recensione di Birds of Prey) e la sostanziale assenza di veri concorrenti al botteghino per il resto del mese (The Invisible Man, che potrebbe contendersi il pubblico adulto, uscirà nelle sale statunitensi il 28 febbraio) dovrebbero influire in positivo sulla tenitura del film, di cui Margot Robbie - protagonista e produttrice - sta già ipotizzando un sequel o spin-off con l'esordio nel DCEU di Poison Ivy (frequente alleata di Harley Quinn nei fumetti e, stando a quanto suggerito nel prologo del film, la sua ex).