Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

Ted Bundy - Fascino Criminale 2018

3.0/5
3.3/5
Ted Bundy - fascino criminale, il poster italiano

Ted Bundy - Fascino Criminale è un film di genere Thriller, Poliziesco, Drammatico del 2018 diretto da Joe Berlinger con Zac Efron e Lily Collins. Durata: 110 min. Distribuito in Italia da Notorious Pictures. Paese di produzione: USA.

Titolo originale
Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile
Data di uscita
9 Maggio 2019 (Italia)
Genere
Thriller , Poliziesco , Drammatico
Anno
2018
Regia
Joe Berlinger
Attori
Zac Efron, Lily Collins, Kaya Scodelario, John Malkovich, Jim Parsons, Jeffrey Donovan, Angela Sarafyan, Dylan Baker, Brian Geraghty, Terry Kinney, Haley Joel Osment, James Hetfield, Grace Victoria Cox, Kevin McClatchy, Morgan Pyle
Paese
USA
Durata
110 Min
Distribuzione
Notorious Pictures

Trama

La trama di Ted Bundy - Fascino Criminale (2018). Cronaca delle gesta efferate del serial killer Ted Bundy: quando viene arrestato per la sua storica fidanzata Elizabeth Kloepfer è un shock totale perché Ted è praticamente l'immagine del bravo ragazzo, affascinante, corteggiato, che non l'ha mai tradita. Assistiamo all'arresto e al processo narrati dal punto di vista di Liz, che per anni rifiutò di parlare con la stampa di questo doloroso trauma.

Ted Bundy è uno dei serial killer più famosi della storia, non soltanto per i suoi crimini efferati, la necrofilia, la violenza brutale con cui uccideva le sue vittime - giovani donne, ma anche adolescenti giovanissime, tutte con in comune una sola caratteristica, la bellezza - ma anche per il suo inerente carisma, fascino, con cui riusciva a irretire le sue vittime quasi senza fatica. Bundy usò queste sue qualità a suo vantaggio anche dopo che venne legalmente accusato di numerosi omicidi, arrivando addirittura a difendersi in aula da solo e a elargire una proposta di matrimonio proprio di fronte al giudice che presiedeva il processo. Il film esplora questo lato del killer, questa sua “apparente” normalità, questo volto dal sorriso splendente che sembra quasi impossibile associare a parole come omicidio, stupro, necrofilia. Tutti quelli che lo conoscevano rimasero esterrefatti e senza parole quando Bundy venne arrestato, in molti non riuscivano a credere all’evidenza delle prove.

Bundy, come tutti i serial killer, era in grado di condurre due vite parallele: da un lato il fidanzato premuroso, collega fidato, persona “perbene”, dall’altro mostro capace di azioni indicibili. Il film parla della sua storia d’amore con Liz, una madre single, e li mostra come una coppia felice, con Ted che la ama talmente tanto da farla sentire l’unica donna al mondo, una figura paterna gentile con la figlia di Liz, che festeggia i compleanni, la porta in bici, insomma, praticamente perfetto. La storia inizia con Liz e la sua migliore amica Joanna che per una sera decidono di scrollarsi di dosso la fatica e uscire in città per divertirsi e rilassarsi. Joanna è un’amica solerte e vuole trovare a Liz un uomo che possa farla felice ed essere anche un buon padre per la figlia e di fatto, proprio durante la serata, Joanna nota l’affascinante Ted che scruta insistentemente Liz, fissandola e cercando di attirare la sua attenzione sfoderando un sorriso quando Liz si volta verso di lui. Da qui Ted la invita a ballare e Liz rimane senza difese di fronte a quel carisma che Ted sfodera come piume di pavone. Più i due si frequentano, più Liz capisce che si sta innamorando perdutamente di lui. Inoltre riempie di attenzioni anche sua figlia Molly, e quale madre non si intenerisce nel vedere la figlia finalmente felice? Un ritratto senza macchia, un’istantanea di felicità che sembra troppo bella per essere vera. E infatti è soltanto una patina luccicante che copre un killer spietato che non esita a irretire anche ragazzine di quattordici anni.

Un giorno come tanti, Ted - che adesso frequenta la facoltà di legge nello Utah - viene fermato per non aver rispettato uno stop e il poliziotto che lo ferma nota un sacchetto con degli utensili solitamente usati dai criminali per scassinare le case, guanti, torcia, piede di porco, una maschera....collega il tutto con un tentativo di rapimento accaduto nella città vicina di Murray e lo arresta. Rilasciato su cauzione Ted cerca di calmare Liz, che è spaventata, irritata e confusa da questo avvenimento. Ma Ted riesce a confortarla con facilità, sono accuse “ridicole, non crederai veramente a queste stupidaggini?”, le stupidaggini in questione sarebbero le molte testimonianze che hanno portato a un ritratto disegnato dalla polizia che è praticamente la foto di Ted. Al processo, la vittima Carol DaRonch viene smontata abilmente dall’avvocato di Bundy; Liz e Ted tirano un sospiro di sollievo e continuano a pianificare la loro vita perfetta. Mentre sono al canile per prendere un cucciolo per Molly, incontrano per caso una vecchia amica di Ted, Carol Ann Boone, che gli esprime tutta la sua solidarietà per le accuse subite. Liz rimane turbata da questo incontro, ma la vera doccia gelata arriva il giorno dopo quando Ted viene giudicato colpevole di rapimento e inviato alla prigione di stato. Liz è sotto shock, in preda alla depressione, spaventata e comincia a bere. In prigione Ted riceve la visita del Detective Mike Fisher, in seguito alla quale viene accusato di un altro omicidio ed estradato ad Aspen. Ted comincia a rendersi conto che gli stanno attribuendo crimini che sono simili tra di loro e questo non fa che gettare Liz ancor più nella disperazione e nella bottiglia.

Dalle stelle alle stalle e qui comincia il calvario di Liz, che sente insinuarsi il dubbio atroce che tutto ciò che dicono i giornali, tutte le nefandezze di cui è accusato il suo fidanzato possano essere vere. Ma come far combaciare questi due aspetti così agli antipodi nella stessa persona? E’ veramente possibile che lo stesso uomo che è così amorevole con lei e con sua figlia abbia rapito, stuprato e ucciso tutte quelle giovani donne? Ad aggravare ulteriormente la situazione c’è la fuga di Ted dalla biblioteca dove gli era stato concesso di consultare dei libri per la sua difesa. L’amica del cuore di Liz, Joanna, cerca di farla reagire, di farle capire che tutto quello che sta succedendo è reale, e che un uomo innocente non sarebbe scappato. La valanga procede e Ted ha ormai perso il controllo, durante la sua seconda fuga uccide diverse donne all’università statale della Florida e viene nuovamente arrestato. Ted cerca di mettersi in contatto con Liz senza però riuscirci e a questo punto si rivolge alla vecchia amica Carole Ann Boone che è pronta perfino a trasferirsi in Florida per sostenerlo.

Il processo - il primo a essere trasmesso in TV negli States - va male, ci sono una valanga di prove contro di lui, la difesa vuole spingerlo a dichiararsi colpevole, ma Bundy furibondo licenzia il suo avvocato e decide di difendersi da solo. E’ suadente, affascinante, sorride alle telecamere e si fa beffe del giudice e della legge. Liz, che nel frattempo si è avvicinata a un altro uomo, continua a seguire il processo e quando il verdetto di colpevolezza viene annunciato, si appoggia a lui e all’amica Joanna per fare i conti con l’orribile realtà. Passa del tempo e Liz si è ripresa, grazie all’amore di Jerry e di sua figlia Molly, ma dopo dieci anni riceve una lettera da parte di Ted, che intanto è nel braccio della morte…

Questa è la sinossi ufficiale distribuita da Notorius Pictures “Ted è un ragazzo bello, intelligente, carismatico e affettuoso. Liz è una ragazza madre, attenta e innamorata. Una normale coppia felice, a cui in apparenza non manca nulla. Quando Ted viene arrestato e accusato di una serie di efferati omicidi, Liz viene messa a dura prova: Chi è davvero l’uomo con cui condivide tutta la sua vita? Mano a mano che i particolari vengono a galla capirà che Ted non è vittima di un grande equivoco ma il vero colpevole.”

Recensione

Le polemiche sul fascino del serial killer Ted Bundy e del suo alter ego cinematografico, Zac Efron, ci appaiono pretestuose dopo la visione del biopic, come approfondiremo in questa recensione di Ted Bundy - Fascino criminale. Quel fascino criminale aggiunto nel titolo italiano a sottolineare questo aspetto del killer, tanto più inviso all'opinione pubblica dopo la scoperta dei suoi crimini proprio per il bell'aspetto e i modi gentili che avevano affascinato tutti, a partire dalla sua storica compagna Liz Kendall, che nel film ha il volto di Lily Collins. Ben diversa la scelta fatta nella versione originale il cui titolo, …

Leggi la recensione completa di Ted Bundy - Fascino Criminale (3.0 stelle su 5)

Perché ci piace

  • Il fascino del male attrae come una calamita, ancor di più in questo caso visto che la storia di uno dei serial killer più celebri e raccapriccianti viene raccontata attraverso un punto di vista inedito.
  • Notevoli le performance del cast, in particolare di Zac Efron e Lily Collins, ma si fa ricordare anche il giudice interpretato da John Malkovich.
  • La scelta di negare la visione dei delitti iperviolenti di Ted Bundy elude la curiosità morbosa e concentra l'attenzione sulla storia narrata...

Cosa non va

  • ...anche se la scelta della frammentazione temporale a scopo narrativo, a tratti, confonde le acque.
  • La carne al fuoco è molta, ma la sensazione è che il regista non riesca a raccontare tutto ciò che vuole lasciandosi "sedurre" dalla fascinazione verso il suo protagonista.

Cast

Zac Efron Zac Efron Ted Bundy
Lily Collins Lily Collins Elizabeth Kloepfer
Kaya Scodelario Kaya Scodelario Carole Anne Boone
John Malkovich John Malkovich Giudice Edward Cowart
Jim Parsons Jim Parsons Larry Simpson
Jeffrey Donovan Jeffrey Donovan John O'Connell
Angela Sarafyan Angela Sarafyan Joanna
Dylan Baker Dylan Baker David Yocom
Brian Geraghty Brian Geraghty Dan Dowd
Terry Kinney Terry Kinney Detective Mike Fisher

Vai al cast completo di Ted Bundy - Fascino Criminale

Accoglienza

Attualmente Ted Bundy - Fascino Criminale ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

BOX OFFICE

Incassi in italia
1.4 milioni €

Box-office Ted Bundy - Fascino Criminale (2018)

Critica

Ted Bundy - Fascino Criminale è stato accolto dalla critica nel seguente modo: sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha ottenuto un punteggio medio del 54% sul 100%, su Metacritic ha invece ottenuto un voto di 52 su 100 mentre su Imdb il pubblico lo ha votato con 6.6 su 10

Video

Vai a tutti i video

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

Home Video

blu-ray

Ted Bundy - Fascino criminale
2019 - Eagle Pictures
Contiene 1 Ora e 50 Minuti di contenuti su 1 Disco.

dvd

Ted Bundy - Fascino criminale
2019 - Eagle Pictures
Contiene 1 Ora e 50 Minuti di contenuti su 1 Disco.

Tutti gli home video

News e articoli