Lazzaro felice

2018, Drammatico

3.3
Lazzaro felice (2018)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Tra Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni ed è talmente buono da sembrare stupido, e Tancredi, giovane come lui ma viziato dalla sua immaginazione, nasce una forte amicizia. Un’amicizia che nasce vera, nel bel mezzo di trame segrete e bugie. Un’amicizia che, luminosa e giovane, è la prima, per Lazzaro. E attraverserà intatta il tempo che passa e le conseguenze dirompenti della fine di un Grande Inganno, portando Lazzaro nella città, enorme e vuota, alla ricerca di Tancredi.



#LazzaroFelice odissea di un uomo buono in un mondo di lupi, maturazione artistica della regista #AliceRohrwacher
Perché ci piace
  • Lo sguardo di Alice Rohrwacher è sincero e puro, arrivando allo spettatore con una potenza emotiva inaspettata.
  • Il volto dell’esordiente Adriano Tardiolo è disarmante e commovente, tutt’uno col personaggio.
  • Il film cambia forma più volte, sorprendendo lo spettatore.
Cosa non va
  • La prima ora di vita rurale, che si prende i suoi tempi, potrebbe mettere alla prova la pazienza degli spettatori abituati a ritmi più incalzanti, ma, se non ci si lascia scoraggiare, si può assistere a una trasformazione sorprendente.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti