The Avengers

2012, Azione

Super Bowl, dagli Avengers a Jurassic World i 5 migliori spot delle edizioni passate

In attesa di scoprire i filmati promozionali di quest'anno, ripercorriamo la relazione tra il grande evento sportivo americano e le superproduzioni di Hollywood attraverso una selezione dei migliori trailer e spot realizzati per l'occasione.

Mission: Impossible 6: una foto del cast del film

Per gli appassionati di sport il Super Bowl è uno dei grandi eventi dell'anno, ma è anche un autentico spettacolo per coloro che si interessano all'entertainment, essendo un vero e proprio show con ospiti speciali e vari spot pubblicitari, con costi esorbitanti per questi ultimi data la grande popolarità e copertura mediatica dell'evento (uno spot di 30 secondi costa attualmente qualche milione di dollari in media). Un'occasione ghiotta per le major hollywoodiane, che spesso sfruttano il Super Bowl per distribuire il primo trailer per film molto attesi, o realizzare un apposito filmato ad alto tasso adrenalinico per progetti la cui campagna di marketing è già in corso. L'edizione 2018 non fa eccezione, con grande attesa per le novità targate Disney, Paramount (che ha già confermato il rilascio del primo trailer di Mission: Impossible - Fallout) e Universal. Per l'occasione, abbiamo voluto andare un po' a ritroso e ricordare alcune chicche di anni passati, in ordine cronologico.

Leggi anche: Castle Rock: lo spot della serie realizzato per il Super Bowl

1. The Avengers (2012)

Oggi si fa un po' fatica a crederci, ma sei anni fa il successo stratosferico del blockbuster della Marvel diretto da Joss Whedon era tutt'altro che scontato (il produttore Kevin Feige si aspettava incassi simili a quelli di Iron Man 2). A renderlo una possibilità più concreta fu una campagna pubblicitaria di prima categoria, comprensiva di uno spot andato in onda durante si Super Bowl (da allora l'uscita di aprile/maggio della Casa delle Idee è divenuto un appuntamento più o meno fisso). Il filmato rende perfettamente lo spirito epico del film, e col senno di poi segnala il cambiamento epocale che The Avengers ha rappresentato per il genere supereroistico al cinema ("Il mondo è cambiato", dice Nick Fury). Altrettanto efficace la decisione di realizzare una versione estesa dello spot, disponibile sui social subito dopo la messa in onda, dove si sottolinea anche la componente ironica del film a livello di dialoghi. Per l'esattezza, viene proposto il celebre scambio di battute fra Loki e Tony Stark, con il secondo che reagisce alle minacce del primo in modo semplice e schietto: "Noi abbiamo Hulk."

Leggi anche: The Avengers, 5 anni dopo: come il film di Whedon ha cambiato l'universo cinematografico, non solo Marvel

2. Fast & Furious 7 (2015)

Fast & Furious 7: Vin Diesel e Paul Walker nell'ultima scena girata da Walker prima della sua scomparsa

Anche il franchise automobilistico della Universal è un cliente abituale dell'evento, come gli eroi della Marvel, e per il settimo capitolo l'opportunità commerciale era particolarmente delicata: da un lato bisognava sottolineare il lato puramente spettacolare delle scene d'azione, con tanto di trovate che sfidano le leggi della fisica; dall'altro era necessario dare il giusto spazio anche alla componente più intima, data l'importanza tematica della famiglia all'interno della saga (difatti l'antagonista di turno è il fratello maggiore del cattivo del film precedente) e la morte di Paul Walker durante le riprese. Il risultato è un distillato perfetto di quello che ci piace del franchise: macchine, Vin Diesel che riunisce intorno a sé un cast carismatico, e Dwayne Johnson che va per i fatti propri.

Leggi anche: Fast & Furious: 10 elementi fondamentali di una saga inarrestabile

3. Jurassic World (2015)

Jurassic World: Chris Pratt guarda preoccupato verso il cielo in una scena del film

"Il parco è aperto", annuncia questo trailer per il quarto capitolo del franchise creato da Michael Crichton e Steven Spielberg, un nuovo inizio che proprio quest'anno tornerà nelle sale con un atteso sequel. Lo spot realizzato per promuovere il ritorno dei dinosauri contiene tutti gli ingredienti giusti: humour (anche se in questo caso è più sottile, tramite la gag metacinematografica dello squalo divorato da un rettile acquatico), azione, suspense, mistero, bambini in pericolo, Chris Pratt, e il tema musicale di John Williams riproposto con fare un po' malinconico. Non è poi così sorprendente che il film abbia battuto al box office un peso massimo come Avengers: Age of Ultron.

Leggi anche: Il 2015 della Universal Pictures: un'annata giurassico e furioso, ma soprattutto da record

4. Il libro della giungla (2016)

Il libro della giungla: una scena del film Disney

Solitamente gli spot del Super Bowl durano 30 o 60 secondi. Eccezionalmente capitano filmati più lunghi, come quando la Disney ha sfruttato l'occasione per far uscire un vero e proprio trailer per Il libro della giungla, dopo il teaser dell'autunno precedente. Sapendo di avere a disposizione un vasto pubblico di famiglie in America e non solo, la major ha inserito tutto il possibile nel trailer: la trama a grandi linee, assaggi di praticamente tutte le voci famose in inglese (Bill Murray, Ben Kingsley, Scarlett Johansson, Idris Elba e Christopher Walken), risate, pathos, azione e un pizzico di nostalgia: chi non aveva voglia di vedere subito il film dopo aver udito la versione strumentale di Bare Necessities?

Leggi anche: Il libro della giungla: una favola dal passato narrata con mezzi moderni

5. Logan - The Wolverine (2017)

Logan: Hugh Jackman con la giovane co-protagonista in una scena del primo trailer

Dopo il poco entusiasmante - anche a livello di marketing durante il Super Bowl - X-Men: Apocalisse nel 2016, la 20th Century Fox è tornata un anno dopo con un film che, sulla carta, aveva poco senso promuovere durante la partita. Questo perché Logan - The Wolverine, sin dal primo trailer uscito quattro mesi prima, prometteva un mondo più cupo, con toni da western crepuscolare e poco materiale veramente supereroistico. E invece quei 30 secondi concepiti per il Super Bowl funzionano, mescolando le brutali scene action e l'idea generale di un futuro alternativo disperato, il tutto senza dialoghi. L'accompagnamento sonoro è invece una versione sottilmente malinconica di Amazing Grace, una scelta azzeccata per prepararci all'ultima avventura di Wolverine.

Leggi anche: Logan ci porta nel futuro di Wolverine e del mondo degli X-Men

Super Bowl, dagli Avengers a Jurassic World i 5...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

The Avengers, 5 anni dopo: come il film di Whedon ha cambiato l'universo cinematografico, non solo Marvel
Castle Rock: lo spot della serie realizzato per il Super Bowl