MotherFatherSon 1x07 e 1x08, la recensione: Un finale che ci tocca nel profondo

La recensione degli episodi finali di MotherFatherSon, il drama familiare che racconta il rapporto disfunzionale tra il magnate delle comunicazioni Max Finch, interpretato da Richard Gere, suo figlio e la sua ex moglie.

RECENSIONE di 29/06/2020
Mv5Bmgy1Nzy2Odqtztk1Ni00Ogyylwjhzjctmwy0Zjfhntu0Y2Y4Xkeyxkfqcgdeqxvymjqzotm1Ntc V1 Sx1777 Cr001777999 Al
MotherFatherSon: Billy Howle in una scena della serie

Eccoci arrivati al termine di una serie intensa, ricca di momenti emozionanti, commuoventi, ma al tempo stesso angoscianti e dolorosi. In questa recensione del finale di MotherFatherSon parleremo della conclusione di una stagione che ci ha coinvolto nella sua storia complessa, dai personaggi ambigui e ricchi di sfumature, che ci ha tenuti incollati allo schermo ma che, a tratti, ci ha anche spinto a distogliere lo sguardo. Negli ultimi due episodi capiamo finalmente la vera natura di Max Finch, o per lo meno crediamo di intuirla, visto che, come afferma la sua ex moglie Kathryn, lui fa sempre "qualcosa che nessuno di noi si aspetta." Padre amorevole, per lo meno con il nuovo figlio neonato, o uomo d'affari manipolatore, pronto a tutto per accumulare potere servendosi anche di chi gli è più vicino?

A prendere il sopravvento, in questi episodi, le elezioni del nuovo primo ministro inglese, che fanno esplodere lo scontro tra Jahan Zakar (Danny Sapani) e la sua avversaria, la sempre più inquietante Angela Howard (Sarah Lancashire), di cui ci rendiamo finalmente conto della pericolosità delle sue ambizioni politiche. Al centro della storia anche gli scontri violenti tra le diverse fazioni della popolazione inglese, fomentate dall'omicidio del figlio di Zakar, e che infuocano l'intero paese prima delle controverse elezioni. Non è difficile riconoscere qualcosa di già visto e conosciuto nelle scene che vediamo scorrere sullo schermo, qualcosa di purtroppo reale e tangibile, e per questo il finale di MotherFatherSon riesce davvero a toccarci nel profondo, lasciandoci con un forte senso di inquietudine. Inutile dirlo, se ancora non avete visto i due episodi conclusivi di questa serie, in questo articolo verranno fatti degli spoiler, quindi a voi la scelta se continuare o meno la lettura.

Un tragico evento che mette la città a ferro e fuoco

Motherfatherson Ep7 01
MotherFatherSon: Richard Gere in una scena

L'episodio 7 della serie si apre con una sequenza estremamente intensa: da una parte il funerale, con rituale islamico, del figlio del Primo Ministro Jahan Zakar, dall'altra le proteste (su entrambi i fronti) che la sua uccisione ha provocato. Londra brucia e noi veniamo catapultati nel quartier generale di Angela Howard, in cui lei e Max Finch, alleati nel tentativo di farle vincere le elezioni, ci fanno capire quanto sia facile distorcere un evento tragico come quello che a colpito la famiglia Zakar e manipolarlo a proprio piacimento. È proprio questo ciò che fanno i media, prendere le notizie e farne ciò che vogliono, per condurre le masse nella direzione che preferiscono: un esempio perfetto è proprio la news sul successivo attacco alla Howard (di cui è forse lei stessa la mandante?), capace di fomentare ancora di più quella parte della popolazione nazionalista e spaventata dal diverso. Per un attimo ci sembra che Max si sia pentito di averla appoggiata così apertamente, che nel momento in cui si rende veramente conto che le sue idee ed i suoi ideali si avvicinano troppo a quelli di un regime totalitario voglia fare qualcosa per fermarla. Ma, in fin dei conti, l'Inghilterra non è nemmeno il suo Paese e, a cose fatte, Max semplicemente si trasferirà da un'altra parte.

Motherfatherson Ep7 05
MotherFatherSon: una foto di scena

L'episodio è ricco di momenti toccanti, come quello del matrimonio tra Maggie e la sua compagna, poco prima dell'inevitabile conclusione della sua lotta contro la malattia. Nick e sua moglie, entrambi di religione ebraica e di conseguenza vittime di una nuova ondata di intolleranza religiosa, si chiedono proprio in quell'occasione se abbia senso fuggire in Israele o restare in Inghilterra, dove i giorni felici saranno però sempre meno. Sono le scene come queste a colpirci di più, perché ci ricordano che la Storia può sempre ripetersi, e che molte delle cose che vediamo sullo schermo potrebbero, purtroppo, essere fin troppo reali.

MotherFatherSon 1x05 e 1x06, la recensione: Quando le colpe dei padri ricadono sui figli

Ascia di guerra sepolta tra Katheryn e Max?

Motherfatherson Ep8 09
MotherFatherSon: una scena della serie

Dopo aver declinato l'offerta, fatta nell'episodio precedente, di sostituire Caden al National Reporter - escamotage di Max per impedire a Caden di rivelare gli abusi di potere suoi e di suo padre - , Katheryn cambia idea ed accetta di assumersi l'incarico per cinque anni, la durata del mandato del nuovo Primo Ministro. Tra i due sembra essere stata finalmente seppellita l'ascia di guerra ma, da parte di Katheryn intuiamo che ci sia molto ancora che ci tiene nascosto, che i suoi assi nella manica per vendicarsi del suo ex marito siano molti, perché come rivela ad una Maggie morente, "l'unico modo per fare la differenza è dall'interno" e, al contrario di Caden, che è mite, generoso e gentile, lei non è "affatto come lui". Caden, che ha dovuto compiere il percorso più doloroso e difficile nel corso della serie, è quello che si guadagna il finale più positivo, lontano dagli intrighi di potere e dalle macchinazioni orchestrate da suo padre, che gli avevano inquinato la vita fino a quel momento.

Motherfatherson Ep1 18 9Z4Nizj
MotherFatherSon: Helen McCrory compare in una foto del primo episodio

Come potevamo immaginare, a vincere le elezioni è proprio Angela Howard, che, subito dopo essere definitivamente entrata nel ruolo, dichiara apertamente a Katheryn che lei sarà completamente diversa da tutti i suoi predecessori, lei offrirà ben altro al suo elettorato. Non cercherà di mediare, di accontentare anche l'opposizione, ma farà esattamente quello che ha promesso durante la campagna elettorale (discorso che aveva già fatto anche a Max): se gli altri Primi Ministri offrivano molto ma alla fine non adempivano mai alle loro promesse, lei farà tutto ciò che ha dichiarato, in cambio però, cercherà di cambiare il sistema elettorale, proverà a togliere alle persone il diritto di voto. Perché se lei da al popolo tutto ciò di cui ha bisogno, perché mai questo dopo cinque anni vorrebbe eleggere qualcun altro (e poco dopo la vediamo firmare un documento che sembra attribuirle nuovi poteri in periodo di emergenza, vi ricorda qualcosa?). Una sequenza da brividi, ma sappiamo che Katheryn farà di tutto per combatterla, dall'"interno", e la cartella di documenti che le vengono consegnati nel suo ufficio, che immaginiamo contenere - visto il suo sguardo - proprio informazioni incriminanti nei confronti di Angela, sono probabilmente la sua arma per farlo.

Motherfatherson Ep7 14
MotherFatherSon: uno scatto di Richard Gere nella serie

L'episodio 8 si chiude con la nascita del nuovo figlio di Max, quello avuto dalla sua seconda moglie Sofia (Elena Anaya), a cui l'uomo ha promesso di dare al bambino tutta la libertà di crescere e diventare quello che desidera, lontano dalla sua ombra così ingombrante. Ma sarà davvero così? O Max ripeterà gli stessi errori del passato? Il suo sguardo su Città del Messico, dove costruirà il suo nuovo "regno", ci fan pensare tutto il contrario.

MotherFatherSon 1x03 e 1x04, la recensione: La difficile rinascita di Caden

I tre personaggi che danno vita alla storia

Mv5Bzwu2Yzu1Zjgtzjqyns00Yjmxlwezmgetnta4Mgnhmwe1Mtdkxkeyxkfqcgdeqxvyodk4Mjy4Mde V1
MotherFatherSon: Richard Gere ed Elena Anaya in una scena

Il cuore di MotherFatherSon, in cui si intrecciano numerose sottotrame - su cui in certi casi avremmo voluto scoprire di più, come per esempio rispetto a Tonia, l'adolescente uccisa -, restano per tutto il corso della serie i suoi tre protagonisti, le cui interpretazioni, intense, solide ed estremamente convincenti, solo la ragione per cui questa serie ci ha colpito così tanto. Il personaggio di Helen McCrory, che riesce al contempo ad essere fragile, amorevole e tremendamente determinata è stato, senza dubbio, quello che più ci ha affascinato; BBilly Howle, invece, che interpreta suo figlio Caden, è stato una vera scoperta: il percorso che ha compiuto, la sua rinascita e la toccante conclusione, ci ha davvero toccato nel profondo. Infine Max, interpretato da un sempre strepitoso Richard Gere, è riuscito, allo stesso tempo, a farsi odiare e ad essere irrimediabilmente affascinante, ma ci lascia con la sensazione che di lui ci sia ancora molto da scoprire, che il suo arco narrativo non sia ancora concluso. La caratterizzazione dei protagonisti, però, va a svantaggio di quella dei personaggi di contorno che, pur avendo acquisito sempre più spazio ed importanza nel corso della vicenda, vengono offuscati dai tre principali.

Conclusioni

Concludiamo questa recensione di MotherFatherSon 1x07 e 1x08 ribadendo come il finale di stagione sia riuscito a toccarci nel profondo, lasciandoci con un forte senso di inquietudine. Ancora una volta non possiamo che sottolineare la bravura dei tre interpreti principali, che reggono sulle spalle l’intera serie, ma forse avremmo voluto scoprire di più riguardo al protagonista Max Finch, il cui arco narrativo ci sembra ancora incompiuto.

Movieplayer.it

3.5/5

Voto medio

4.0/5

Perché ci piace

  • I tre personaggi principali, interpretati dagli strepitosi Richard Gere, Helen McCrory e Billy Howle.
  • La trama è intrigante e coinvolgente, e si chiude lasciandoci un profondo senso di inquietudine.

Cosa non va

  • Le varie sottotrame rimangono ancora un po’ troppo sullo sfondo.
  • I personaggi secondari, che rispetto ai principali risultano leggermente bidimensionali.