Festa del Cinema di Roma, Antonio Monda: “Il pubblico si porta in sala con l’entusiasmo”

Festa del Cinema di Roma 2018: intervista ad Antonio Monda e Laura Delli Colli: da Martin Scorsese a Cate Blanchett, le sorprese della nuova edizione.

Rumble - Il grande spirito del rock: Martin Scorsese in un'immagine del documentario

Antonio Monda, Direttore Artistico della Festa del Cinema di Roma 2018, e Laura Delli Colli, Vice Presidente della Fondazione Cinema per Roma, hanno presentato, all'Auditorium Parco della Musica, il programma della tredicesima edizione della Festa, che si svolgerà a Roma dal 18 al 28 ottobre.

"La Festa del Cinema è diversa da tutti gli altri festival: lo dimostra il fatto che registi e attori vengono a incontrare il pubblico, per un'ora, un'ora e mezza, anche se non hanno nessun film da presentare, proprio come Martin Scorsese, che sarà con noi per ben tre giorni" ci ha tenuto a ribadire questo concetto Monda, mentre elencava i numerosi film che passeranno quest'anno nella capitale, a cominciare da quello di apertura, 7 sconosciuti a El Royale di Andrew Goddard, che il regista presenterà insieme alla protagonista, Dakota Johnson.

Leggi anche: Festa del Cinema di Roma 2018: Martin Scorsese premio alla carriera

Festa del Cinema di Roma, gli incontri ravvicinati e gli ospiti

Img 1305 Copia

Martin Scorsese, che riceverà il Premio alla carriera e terrà un Incontro Ravvicinato insieme ad Alice Rohrwacher, non è l'unico super ospite di questa edizione: il pubblico potrà infatti vedere da vicino Isabelle Huppert, anche lei premiata per il suo illustre percorso, Cate Blanchett, Sigourney Weaver, Mario Martone, Michael Moore, Giuseppe Tornatore, Shirin Neshat, lo scrittore Jonathan Safran Foer e Thierry Frémaux, Delegato Generale del Festival di Cannes.

Leggi anche: Cate Blanchett: da Elizabeth a Truth, il talento di una star camaleontica in 10 ruoli memorabili

La selezione ufficiale dei film

Millennium Claire Foy4

La selezione ufficiale della tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma comprende ben 39 titoli: oltre al già citato film di apertura, la chiusura è stata affidata a Notti magiche di Paolo Virzì. Tra i film che sarà possibile vedere figurano inoltre: American Animals di Bart Layton con Evan Peters e Barry Keoghan; Beautiful Boy, con Steve Carell e Timothée Chalamet; Fahrenheit 11/9, documentario di Michael Moore, che racconta l'elezione di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti; Millennium - Quello che non uccide, nuovo adattamento dei romanzi di Stieg Larsson, con protagonista Claire Foy nei panni di Lisbeth Salander, presentato a Roma in anteprima mondiale; Green Book di Peter Farrelly, con Viggo Mortensen e Mahershala Ali; Halloween, nuovo capitolo della saga creata da John Carpenter, sempre con protagonista Jamie Lee Curtis ma questa volta diretto da David Gordon Green; The Hate U Give, di George Tillman Jr.; Il mistero della casa del tempo di Eli Roth, con protagonisti Jack Black e Cate Blanchett; If Beale Street Could Talk di Barry Jenkins, che torna alla Festa dopo aver portato Moonlight; la prima serie tv diretta da Park Chan-wook, The Little Drummer Girl, con protagonisti Alexander Skarsgård e Michael Shannon; Mia e il leone bianco con Mélanie Laurent; A Private War, con protagonista Rosamund Pike nei panni dell'inviata di guerra Marie Colvin; The Old Man and the Gun, ultimo film con Robert Redford come attore e molti altri.

Leggi anche: Roma 2018: Halloween, Beautiful Boy e Millennium - quello che non uccide in programma

Festa del Cinema all'insegna delle donne, della memoria e del noir

Peter Sellers Festa  Del Cinema Di Roma 2018

Il poster della Festa quest'anno è dedicato all'ispettore Clouseau interpretato da Peter Sellers in La Pantera Rosa: il noir è uno dei fili conduttori di questa edizione, che, secondo Monda, è incentrato anche sulla memoria storica e sulle donne. Dopo le polemiche abbattutesi sulla Mostra del Cinema di Venezia, rea di aver presentato in concorso soltanto un film diretto da una donna, a Roma saranno presenti ben dodici registe, ma non per obbligo, come ci ha confermato il Direttore Artistico: "Le cose fatte per legge mi spaventano sempre un po': con tutta la squadra di selezionatori abbiamo trovato dodici bei film diretti da donne e siamo stati felici di averli. Non parto mai dai temi: mi spaventa quando, nelle presentazioni, vengono usati termini come necessario o nobile. I film devono essere belli. Se poi i temi che raccontano sono anche interessanti siamo felici di accoglierli." Nonostante la presenza nei cinema, in questi giorni, di titoli validi come BlacKkKlansman di Spike Lee e L'uomo che uccise Don Chisciotte di Terry Gilliam, il botteghino italiano fa fatica: abbiamo quindi chiesto a Monda come si può riportare il pubblico in sala e se manifestazioni come la Festa di Roma possono aiutare. La risposta è stata: "Con l'entusiasmo, con l'idea di festeggiare."

Leggi anche: Festa del Cinema di Roma 2018: Antonio Monda ci racconta le anime dell'edizione numero 13

La nostra intervista ad Antonio Monda e Laura Delli Colli

Festa del Cinema di Roma, Antonio Monda: “Il...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Roma 2018
News Film & Serie Foto Video
Festa del Cinema di Roma 2018: Antonio Monda ci racconta le anime dell'edizione numero 13
Roma 2018: Halloween, Beautiful Boy e Millennium - quello che non uccide in programma