Edison – L’uomo che illuminò il mondo, la recensione: Ecco a voi la guerra per la luce

La recensione di Edison - L'uomo che illuminò il mondo: il film sulla battaglia tra tre uomini per la paternità dell'invenzione dell'energia elettrica.

RECENSIONE di 18/07/2019
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: la prima foto di Benedict Cumberbatch nei panni di Thomas Edison
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: la prima foto di Benedict Cumberbatch nei panni di Thomas Edison

Iniziamo la recensione di Edison - L'uomo che illuminò il mondo, in uscita in Italia il 18 luglio, dal suo titolo originale, The Current War, cioè "la guerra attuale, la guerra in corso" ma anche "la guerra della corrente", perché ci spiega molte cose. Il film di Alfonso Gomez-Rejon, infatti, non è il classico biopic su un personaggio storico come Thomas Edison, ma è la storia di una corsa verso la luce, intesa come sistema di illuminazione, una guerra senza esclusione di colpi che vede coinvolti, oltre ad Edison, anche George Westinghouse e Nikola Tesla. In scena ci sono tutti e tre i concorrenti di questa sfida, seguiti da soli, nei loro tentativi di farcela, o insieme, nei loro confronti/scontri in cui misurano non solo se stessi, ma anche il proprio avversario. Ne esce un film teso, febbrile, ma anche meno appassionante di quello che ci si potrebbe aspettare, visto l'affascinante argomento.

La trama: la corsa alla luce

Thomas Edison, George Westinghouse, Nikola Tesla. Tre protagonisti della Rivoluzione industriale, tre inventori con la loro idea di energia elettrica. La loro è una corsa contro la morte, visto che la corrente elettrica non è ancora stabile, contro se stessi e i propri avversari, e contro il tempo, perché solo il sistema di uno di loro verrà scelto. E loro devono provare a stabilizzarlo e presentarlo prima degli altri. La trama di Edison - L'uomo che illuminò il mondo racconta il mondo di questi tre personaggi, tra la vita privata (i problemi di salute della moglie di Edison) e la vita pubblica. Edison è l'uomo che stupisce il mondo illuminando Manhattan. Ma Westinghouse, aiutato da Nikola Tesla, è quello che trova dei difetti nel sistema a corrente continua di Edison e punta tutto sul sistema a corrente alternata. Che però è molto pericoloso.

Star Wars: durante il blackout a New York, i fan dirigono il traffico con le spade laser

Energia elettrica: una volta si moriva

Edison Luomo Che Illumino Il Mondo 3
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: Benedict Cumberbatch, Tuppence Middleton in una scena del film

Una delle cose più interessanti di Edison - L'uomo che illuminò il mondo è proprio questa. Oggi che diamo l'energia elettrica assolutamente per scontata, come qualcosa che esiste da sempre (e guai se un blackout ci blocca il wi-fi e ci impedisce di seguire la nostra serie tv preferita su qualche piattaforma), è importante ricordare quanto faticoso e pericoloso sia stato stabilizzare questo sistema prima di renderlo sicuro. Edison - L'uomo che illuminò il mondo è una storia dove si rischia la vita, e si muore, per provare a dare alla gente il sogno della luce elettrica.

Edison Luomo Che Illumino Il Mondo 1
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: Nicholas Hoult durante una scena del film

Una storia tormentata

Edison Luomo Che Illumino Il Mondo 9
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: Benedict Cumberbatch durante una scena

Se la storia di Thomas Edison, come del resto quella dei suoi avversari, è molto tormentata, come lo è anche quella del film che ne racconta le gesta. La sceneggiatura di Michael Mitnick è di quelle che sono entrate nella famosa Black List, l'elenco delle sceneggiature più interessanti, ma mai realizzate. Doveva girarla il regista russo Timur Bekmambetov, rimasto comunque nel team tra i produttori tra i quali c'è anche Martin Scorsese, e alla fine è stato girato da Alfonso Gomez-Rejon. Tra i produttori c'era anche Harvey Weinstein, che stava supervisionando il montaggio proprio nel momento in cui è scoppiato lo scandalo. Questo ha fatto sì che l'uscita originale nelle sale americane, prevista per il novembre del 2017, sia stata bloccata. I diritti sono stati ceduti alla 101 Studios, e il film esce ora in Europa (da noi distribuito da Leone Film e 01 Distribution) mentre arriverà a ottobre negli Stati Uniti.

Benedict Cumberbatch e Tom Holland: due Avengers in abiti d'epoca

Edison Luomo Che Illumino Il Mondo 15
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: Tom Holland in una scena del film

Difficile dire se una storia tormentata come questa abbia influito sulla qualità del film, che ha sicuramente dei punti a favore. Su tutti ci sono sicuramente gli attori, ottimi e sempre in parte. Non capita spesso, se non in un film degli Avengers, di avere insieme sul set, e in costumi d'epoca, due supereroi come
Benedict Cumberbatch e Tom Holland, che, dopo essere stati Doctor Strange e Spider-Man, ora sono Thomas Edison e il suo assistente Samuel Insull. C'è anche un ex X-Men, che è Nicholas Hoult, che interpreta Nikola Tesla. E un altro grande attore, Michael Shannon, dà volto, corpo e anima a George Westinghouse.

La moglie di Westinghouse è la versatile Katherine Waterston, a suo agio in abiti d'epoca come lo era stata nelle tute e nelle canotte di Alien: Covenant. Tutti attori molto bravi che non cercano mai di strafare ma di rendersi funzionali alla storia. L'altro aspetto degno di nota è una certa attualità della battaglia tra i protagonisti, che, verso la fine del film, procede per notizie abilmente pilotate, andando a spostarsi dal piano strettamente tecnico a quello della reputazione dei personaggi. Una cosa che oggi è all'ordine del giorno.

Edison Luomo Che Illumino Il Mondo 10
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: una scena con Michael Shannon

Buone idee, ma manca una visione

Edison Luomo Che Illumino Il Mondo 5
Edison - L'uomo che illuminò il mondo: Tom Holland and Benedict Cumberbatch in una scena

Eppure è un film che non appassiona fino in fondo. Un po' perché alcuni passaggi più tecnici, legati alla natura della corrente elettrica, non sono facilissimi da seguire. Un po' perché, dovendo raccontare tanto, il film va avanti veloce, e finisce per non soffermarsi abbastanza sulle personalità dei personaggi. Non si entra, insomma, abbastanza in sintonia con loro. A livello di regia c'è qualche buona idea, come quando entra in scena il kinetoscopio, un antesignano del proiettore, che fa di Edison uno degli inventori del cinema, ma in generale manca una visione d'insieme che renda il film un'opera che vada al di là del mero racconto dei fatti, che diventi qualcosa di più. Peccato perché la materia per farlo diventare qualcosa di più grande c'era tutta.

Conclusioni

Dalla recensione di Edison – L’uomo che illuminò il mondo capirete che non ci troviamo in un biopic classico ma nella storia di una sfida a tre per una delle invenzioni che hanno cambiato il mondo. Questo ne fa un film teso, febbrile, ma che procede troppo veloce e in superficie per farci appassionare ai personaggi.

Movieplayer.it

2.5/5

Voto medio

3.4/5

Perché ci piace

  • Gli attori, tutti ottimi e tutti in parte, tutti misurati e funzionali alla storia.
  • Il racconto di come la luce elettrica, che oggi diamo per scontata, sia stata realizzata con fatica e tante morti.
  • L’attualità della battaglia tra i protagonisti, che si sposta dal piano tecnico a quello della reputazione.

Cosa non va

  • Alcuni passaggi più tecnici non sono facilissimi da seguire.
  • Dovendo raccontare tanto, il film va avanti veloce, e finisce per non soffermarsi abbastanza sulle personalità dei personaggi.
  • Manca una visione d’insieme che faccia del film un’opera che vada al di là del puro racconto dei fatti.