YouPorn si offre di trasmettere il Festival di Cannes in streaming

Il Festival di Cannes, è stato rinviato per via del Coronavirus, ma YouPorn interviene in soccorso del prestigioso evento cinematografico offrendosi di trasmetterlo in streaming.

NOTIZIA di 24/03/2020

La pandemia di Coronavirus sta paralizzando l'industria cinematografica causando, tra l'altro, il rinvio del Festival di Cannes per la prima volta fin dal 1946, ma YouPorn si offre di intervenire in soccorso dell'evento trasmettendolo in streaming per "garantire un debutto d'impatto per alcuni film scelti".

il vicepresidente di YouPorn Charlie Hughes ha inviato un'email al Presidente del Cannes Film Festival Pierre Lescure offrendo un generoso e inaspettato aiuto. Hughes ha riconosciuto, nella mail, la difficile posizione in cui Lescure si trova, costretto a far slittare un evento leggendario e cruciale come Cannes. Per aiutarlo, Hughes propone una collaborazione alternativa offrendosi di ospitare su YouPorn l'annuncio della lineup ufficiale e trasmettendo i film di Cannes in streaming in una "sezione speciale del sito". In cambio Cannes potrebbe beneficiare del pubblico di YouPorn, uno dei siti di intrattenimento per adulti più visti al mondo.

Porno Gratis: 200 film in regalo dal Giappone per la quarantena da Coronavirus

"A YouPorn, di fronte alla pandemia, prendiamo il nostro ruolo di aiutare le persone nel distanziamento sociale molto seriamente, aiutando la comunità a restare connessa e al sicuro con l'intrattenimento. odiamo vedere che il vostro evento è stato rinviato per la prima volta in 71 anni. Possediamo una robusta infrastruttura e ci piacerebbe aiutarvi a mantenere vivo l'evento secondo i piani iniziali" si legge nella mail di YouPorn.

Il Cannes Film Festival 2020, rinviato per via del Coronavirus, si sarebbe dovuto tenere dal 12 al 23 maggio. Quando è arrivato l'annuncio dello slittamento, gli organizzatori hanno specificato che stanno valutando varie opzioni per riprogrammarlo, magari in estate.

Cannes 2020, Spike Lee: "Sono d'accordo al 100% sulla scelta di posticiparlo, la gente sta morendo"