We Need to Talk About Cosby: il teaser della docuserie su Bill Cosby che debutterà al Sundance 2022

Svelato il teaser trailer della docuserie We Need to Talk About Cosby, che verrà presentata in anteprima al Sundance Film Festival 2022.

NOTIZIA di 24/12/2021

Showtime Documentary Films ha rivelato il primo teaser trailer di We Need to Talk About Cosby, docuserie in quattro parti del regista premio Emmy W. Kamau Bell. La serie, che traccia l'ascesa e la caduta di Bill Cosby, sarà proiettata per la prima volta al Sundance Film Festival il 22 gennaio prima di essere presentata in anteprima su Showtime domenica 30 gennaio. Tutti gli episodi saranno disponibili contemporaneamente.

Secondo Showtime, "Cosby, il famoso comico, attore, filantropo e icona afroamericana, che per decenni è stato venerato come il "Padre d'America", per poi guadagnarsi l'infamia come imputato penale in un processo per aggressione sessuale. La serie esplora la complessa storia della vita e del lavoro di Cosby, soppesando le sue azioni contro la sua indiscutibile influenza globale attraverso interviste con comici, commentatori culturali, giornalisti e donne che condividono i loro incontri più personali e strazianti con Cosby".

Sundance 2022: in programma 82 film, tra cui I am OK? con Dakota Johnson e il documentario su Bill Cosby

La docuserie utilizza filmati d'archivio e testimonianze per gettare nuova luce sul contributo culturale e sull'impatto di Bill Cosby al culmine della sua disgrazia - le accuse di stupro, aggressione sessuale facilitata dalla droga, percosse sessuali e altri comportamenti scorretti mosse da oltre 60 donne. W. Kamau Bell, che è cresciuto idolatrando l'attore americano, spiega come il suo desiderio di potere, che ha guidato il suo successo professionale, potrebbe essere la stessa forza trainante che ha motivato i suoi presunti crimini contro le donne.

"Da figlio di Bill Cosby, ero un grande fan di tutti i suoi show e volevo diventare un comico grazie a lui", ha dichiarato Bell. "Non avrei mai pensato di dover lottare contro l'idea che mi ero fatto di lui e contro chi ora capiamo che sia".