Tomorrowland: quando Walt Disney voleva costruire la città del futuro

Il film Tomorrowland si basa in parte sulla visione del futuro di Walt Disney, che voleva costruire una vera e propria città all'insegna dell'avvenire.

NOTIZIA di 12/12/2020
Tomorrowland - Il mondo di domani: una suggestiva scena del film
Tomorrowland - Il mondo di domani: una suggestiva scena del film

Il film Tomorrowland si basa in parte sulla visione del futuro di Walt Disney, che voleva costruire una vera e propria città all'insegna dell'avvenire. Il progetto, avviato pochi anni prima della morte di Walt e interrotto dopo la sua scomparsa a causa dei costi proibitivi, prevedeva una comunità creata ex novo, di nome E.P.C.O.T. (Experimental Prototype Community of Tomorrow), che avrebbe costantemente fatto uso delle evoluzioni tecnologiche delle industrie americane per essere una guida permanente del futuro. Questo a partire da un'area di Disneyland nota come Tomorrowland (Discoveryland nella versione parigina), anch'essa regolarmente aggiornata per meglio riflettere il futuro (al momento dell'inaugurazione, nel 1955, l'anno di riferimento era il 1986).

I 10 film di Walt Disney meno conosciuti, ma da vedere assolutamente

Tomorrowland - Il mondo di domani: George Clooney nei panni dell'inventore Frank Walker in una scena del film
Tomorrowland - Il mondo di domani: George Clooney nei panni dell'inventore Frank Walker in una scena del film

Il progetto Epcot è poi divenuto nel 1982 un parco a tema, uno di quattro presenti nel Walt Disney World Resort in Florida (gli altri tre sono Magic Kingdom, Disney's Hollywood Studios e Disney's Animal Kingdom). Le visioni futuriste sono poi state adattate molto liberamente al cinema nella forma di Tomorrowland - Il mondo di domani, film d'avventura interpretato da George Clooney, diretto da Brad Bird e uscito nella primavera del 2015, un vero e proprio inno alla creatività in ottica disneyana (il film inizia alla New York World's Fair del 1964, dove Walt Disney perfezionò gli Audio-Animatronics usati tuttora nei vari parchi in America e nel resto del mondo). Per introdurre il pubblico al concetto del lungometraggio fu anche realizzato un mondo in realtà virtuale, offerto come attrazione nelle sedi statunitensi di Disneyland.

Tomorrowland: un inno alla creatività e al divertimento

Un film dall'intento nobile, che però non è riuscito a conquistare il pubblico: ha incassato appena 209 milioni di dollari al box office mondiale, essendo costato circa 190 milioni. È uno dei motivi per cui la Disney, segnata da altri insuccessi simili, ha smesso di realizzare per il cinema film dai budget consistenti che non siano basati su proprietà di successo.