Tenebre e Ossa: Ben Barnes, ecco come e perché è stato scelto per la serie Netflix

Una delle attrattive principali della nuova serie tv Netflix Tenebre e Ossa è sicuramente Ben Barnes in uno dei ruoli chiave della storia; scopriamo cosa lo ha reso l'interprete perfetto per la parte.

NOTIZIA di 25/04/2021

La nuova serie tv fantasy di Netflix Tenebre e Ossa, con Ben Barnes, ha conquistato gli spettatori di tutto il mondo, piazzandosi fin da subito al primo posto delle Top Ten dei vari paesi, e totalizzando un indice di gradimento piuttosto alto tra critica e pubblico (su Rotten Tomatoes si supera il 90% di score per entrambe le categorie). Ma uno degli elementi di maggior interesse dello show è senza dubbio il cast, e in particolare la presenza dell'attore inglese.

Shadowandbone Season1  00 35 21 03R
Tenebre e Ossa: Ben Barnes in una foto di scena

Se, infatti, la maggior parte degli attori presenti nello show non sono esattamente dei veterani dello schermo (con qualche eccezione come ad esempio Zoë Wanamaker e Luke Pasqualino), per un ruolo complesso come quello del Generale Kirigan, lo showrunner Eric Heisserer sapeva che avrebbe dovuto ricorrere a qualcuno che potesse contribuire a dare una certa autorità alla parte, che avrebbe subito fatto intuire l'importanza del personaggio, pur rimanendo credibile negli altri aspetti del ruolo.
Così, racconta ai microfoni di Variety, un nome gli è sembrato fin da subito perfetto per l'occasione. E non solo per via del talento dell'attore.
"Avevo avuto modo di incontrare Ben in contesti sociali al di fuori del set, e sapevo che era una persona fantastica" spiega Eric Heisserer "Sono stato su così tanti set dove un attore con dei pessimi comportamenti rende tossico l'ambiente di lavoro, corrompendolo per tutti. Se hai qualcuno che si comporta con dignità e rispetto per gli altri, allora si viene a creare un'atmosfera completamente diversa sul set" E ribadisce: "Ben era assolutamente la mia scelta non solo sul piano della performance, ma anche per la persona che è".

Barnes, dal canto suo, che di certo non è estraneo al mondo del fantasy, specialmente quello proveniente dalla letteratura Young Adult (tanto che i suoi amici lo avevano iniziato a chiamare "Il ragazzo con la spada"), era alla ricerca di qualcosa di diverso, che non avesse il solito approccio alla storia. Così ha richiesto un incontro con lo showrunner.
"Fin dall'inizio aveva un punto di vista davvero interessante, ovvero che Young Adult è una denominazione che significa qualcosa di diverso a seconda delle persone, e anche quando viene utilizzata da dei produttori o degli esecutivi degli studios si porta dietro un significato differente".
"Alcuni lo vedono come un prodotto limitato a un'unica categoria, la fascia più giovanile, e non cercano nemmeno di raggiungere un più vasto tipo di audience. Ma Eric mi assicurò che Tenebre e Ossa avrebbe puntato a qualcosa di più grande, e anche a un pubblico più adulto".

Così è iniziata la fase di ricerca per il ruolo, durante la quale Ben Barnes ha recuperato ogni opera del Grishaverse, e una volta sul set di Tenebre e ossa è rimasto sorpreso dal constatare che anche i suoi colleghi avevano fatto altrettanto: "Mi ha colpito molto in senso positivo come ognuno sul set avesse letto almeno uno dei libri per comprendere il mondo della storia" spiegando che, anche se potrebbe sembrare scontato, in realtà non è sempre il caso.
"Parte del fascino di parecchi di questi progetti per me è quando ti danno la sensazione di stare giocando uno sport di squadra: provi davvero qualcosa".